Un primo sguardo alla potenziale squadra statunitense per la Ryder Cup 2023

Un primo sguardo alla potenziale squadra statunitense per la Ryder Cup 2023

Segna i tuoi calendari, amanti del golf. Mancano solo 100 giorni alla Ryder Cup.

Esatto, in soli tre mesi gli Stati Uniti cercheranno non solo di difendere il proprio titolo di coppa contro gli europei, ma anche di vincere per la prima volta in terra straniera in 30 anni.

Dodici dei migliori giocatori degli Stati Uniti si affronteranno contro i migliori 12 giocatori d’Europa al Marco Simone Golf and Country Club di Roma, in Italia, per la Ryder Cup 2023, dal 29 settembre a ottobre. 1, e le squadre iniziarono a formarsi.

I giocatori americani hanno iniziato a guadagnare punti all’inizio del 2022 e, alla conclusione del BMW PGA Tour Championship il 20 agosto 2023, i primi sei giocatori nell’elenco dei punti si qualificheranno per la squadra statunitense. Il capitano Zach Johnson annuncerà quindi le sue sei selezioni per il suo capitano dopo il Tour Championship 2023, dal 24 al 27 agosto.

Sebbene sia difficile per i giocatori di LIV Golf ottenere la qualificazione automatica (anche se uno è attualmente al terzo posto in classifica), i giocatori americani che hanno lasciato il PGA Tour per il circuito sostenuto dall’Arabia Saudita sono ancora idonei per la squadra tramite un periodo di grazia per PGA Membership of America che dura fino a giugno 2024. Ma qualcuno di loro verrà scelto?

Ecco uno sguardo aggiornato su come potrebbe essere il Team USA dopo i 100 giorni d’Italia.

Scotty Scheffler

Il numero 1 al mondo detiene l’attuale lista dei punti grazie alle ultime due stagioni in tournée dominate da sei vittorie, tra cui il suo primo major al Masters e il primo Players Championship di questa stagione. Finora nel 2023, Scheffler ha ottenuto 16 piazzamenti tra i primi 25 in 17 partenze, con 13 tra i primi 10. Rosso, bianco e blu in Italia.

Ryder Cup 2021

Ryder Cup 2021

Windham Clark

Sei mesi fa, gli appassionati di golf non potevano scegliere Windham Clark dalla loro formazione. Dopo averlo guadagnato Prima vittoria del PGA Tour il mese scorso così è Primo torneo importante la scorsa settimanaClarke è salita al secondo posto nella lista dei punti e ha un’alta possibilità di rimanere tra i primi sei per la qualificazione automatica.

Campionato US Open 2023

Windham Clark festeggia con un trofeo del campionato dopo essere arrivato primo nel round finale degli US Open al Los Angeles Country Club. (Foto: Michael Madrid-USA TODAY Sports)

Brook Koepka

All’inizio di quest’anno, è stato sostenuto che Koepka potrebbe essere la scelta del capitano giusto. Ora Zack Johnson potrebbe non dover scegliere. In seguito alla notizia dell’accordo proposto tra il PGA Tour, il DP World Tour e il Saudi Public Investment Fund, così come il T-2 di Koepka al Masters, il PGA Championship e il T-17 agli US Open, i cinque- time major champion è attualmente terzo nella lista.

READ  L'azienda italiana Borgo Santandrea presenta nuove ali

C’è un asterisco in fondo alla pagina della classifica che indica:

*La classifica a punti non garantisce la qualificazione alla Ryder Cup. I giocatori devono soddisfare tutti i requisiti di idoneità separatamente.

Mentre è ancora in aria, Koepka sembra essere molto nel mix.

Ryder Cup 2021

Il giocatore della squadra USA Brooks Koepka guarda il sesto green durante due dei quattro round del 43° torneo di golf della Ryder Cup a Whistling Straits. (Foto: Kyle Terada/USA Today Sports)

Xander Schavelli

Metti Schauffele (n. 4) e il suo amico Patrick Cantlay (n. 6, ma ne parleremo più avanti) nei prossimi due posti. Entrambi i giocatori erano 3-1-0 nella President’s Cup, 2-1-0 in coppia. Oh, e nella Ryder Cup dell’anno scorso, con ogni giocatore al debutto, erano 2-0-0 nel quadruplo (tiro alternato). prenota entrambi.

Xander Schavelli riceve un abbraccio da sua moglie dopo che gli Stati Uniti hanno vinto la Ryder Cup 2020 a Whistling Straits il 26 settembre 2021 a Koehler, Wisconsin.  (Foto di Darren Carroll/PGA d'America)

Xander Schavelli riceve un abbraccio da sua moglie dopo che gli Stati Uniti hanno vinto la Ryder Cup 2020 a Whistling Straits il 26 settembre 2021 a Koehler, Wisconsin. (Foto di Darren Carroll/PGA d’America)

Max Homa

Non solo Huma è uno dei preferiti dal pubblico, ma ha dimostrato (esibizioni da protagonista a parte) di poter contare su di lui nei momenti più importanti dopo il suo perfetto debutto in Presidents Cup. Homma è andato 4-0, colpendo una frizione dopo l’altra e girando la sua partita di singolare domenica contro Tom Kim, vincendo 1 dopo essere caduto 3 attraverso 11 buche. Si è fatto strada tra i primi sei con due vittorie e otto piazzamenti tra i primi 10 in questa stagione, e anche se dovesse uscire dalla qualificazione automatica, Johnson e i suoi assistenti avranno difficoltà a trovare un giocatore più meritevole.

READ  Questa cucina californiana sembra una pittoresca cartolina dall'Italia
Coppa dei Presidenti 2022

Il giocatore di golf della squadra USA Max Homma beve champagne durante una partita di single al torneo di golf Presidents Cup al Quail Hollow Club. (Foto: Peter Casey-USA TODAY Sports)

Patrizio Cantlay

Dai un’occhiata alle statistiche della Presidents Cup qui sopra. Inoltre, Cantlay ha superato Shane Lowry, 4 e 2, al suo debutto in Ryder Cup nel 2021 e ha concluso la settimana in Wisconsin 3-0-1, pareggiando per il maggior numero di punti della squadra. Mettilo di nuovo in coppia con Schauffele e guardali andare al lavoro.

Coppa dei Presidenti 2022

Xander Schavelli e Patrick Cantlay pugni sul quinto green durante le partite a quattro vie di giovedì il primo giorno della Presidents’ Cup 2022 al Quail Hollow Country Club il 22 settembre 2022 a Charlotte, nella Carolina del Nord. (Foto di Warren Little/Getty Images)

Giordano Spieth

Spieth è uscito dai primi sei ed è attualmente settimo nella lista dei punti e dovrebbe sicuramente essere una scelta data la storia del golf della sua squadra e le recenti apparizioni. Il 29enne ha ottenuto un perfetto 5-0 alla Presidents’ Cup lo scorso autunno ed è già pronto per la sua quinta Ryder Cup, vantando un modesto record di 8-7-3 (0-3-1 in singolare). Spieth ha ritrovato la sua spavalderia a Quail Hollow, ed Euros potrebbe essere nei guai se lo impacchettasse nella sua campagna a Roma.

Ryder Cup

Jordan Spieth reagisce a un putt sul secondo green durante i quattro putt mattutini della 41a Ryder Cup all’Hazeltine National Golf Club nel 2016 (Foto di Rob Schumacher – USA TODAY Sports)

Giustino Tommaso

Le cose sono andate male per Thomas in fretta in questa stagione, e il suo ultimo 81esimo round agli US Open potrebbe essere il minimo per i suoi elevati standard. Tuttavia, è ancora tra i primi 12 nella lista dei punti e nelle sue due precedenti partenze, Thomas era 6-2-1 nella Ryder Cup. Ha fatto per eventi di squadra come questo, come dimostra il suo 4-1-0 nella Presidents Cup, rimanendo imbattuto quando in coppia con Spieth. Concedi all’ex numero 1 del mondo un po’ di tempo per tornare al suo livello e lasciarli perdere di nuovo dalla parte di Spieth.

Justin Thomas reagisce al suo putt sulla nona buca durante il primo giorno di partite a quattro palline al 43° torneo di golf della Ryder Cup a Whistling Straits.  (Foto: Orlando Ramirez-USA Today Sports)

Justin Thomas reagisce al suo putt sulla nona buca durante il primo giorno di partite a quattro palline al 43° torneo di golf della Ryder Cup a Whistling Straits. (Foto: Orlando Ramirez-USA Today Sports)

Cameron Young

Young è arrivato quarto nella lista dei punti all’inizio della stagione, ma da allora è sceso all’ottavo. La sua bella prestazione 1-2-1 al suo debutto in Presidents Cup ha lasciato un po’ a desiderare, ma il giovane senza fronzoli ha una mentalità da bulldog e gli Stati Uniti dovrebbero scommettere che la sua corteccia eguaglierà il suo morso a Roma.

READ  Il bizzarro motivo per cui l'Italia era così credulona per il Super Lager di Tennent
Coppa dei Presidenti 2022

Cameron Young e Max Homma prima della Presidents’ Cup del 2022 al Quail Hollow Country Club di Charlotte. (Foto di Jared C. Tilton/Getty Images)

Colin Morikawa

Il due volte campione dei Chiefs ha guidato l’autobus del conflitto a volte quest’anno, ma ha fatto benissimo con il Team USA al suo debutto in Ryder Cup nel 2021 (3-0-1) e al debutto in Presidents’ Cup lo scorso autunno (2-1). -0). Ora decimo in lista, cerca la qualificazione automatica, ma c’è da scommettere che, a meno di un drastico calo di forma o di un infortunio, il 26enne sta entrando in questa squadra.

Ryder Cup 2021

Colin Morikawa reagisce al suo putt dal fairway alla quinta buca della giornata con due round da quattro nel 43° torneo di golf della Ryder Cup a Whistling Straits. (Foto: Kyle Terada/USA Today Sports)

Sam Burns

Il capitano della Presidents’ Cup Davis Love III stava chiaramente cercando di convincere la coppia Burns e Scheffler a collegarsi a Quail Hollow l’anno scorso, ma non ha funzionato. Il 26enne non ha vinto come Scheffler, ma ha raccolto un paio di pareggi, incluso uno in singolo contro Hideki Matsuyama. Ha il talento, come dimostrano le sue vittorie e cinque top 10 in questa stagione, ma può essere irregolare. Nono in classifica, è probabile che sia il favorito della squadra.

Coppa dei Presidenti 2022

Sam Burns festeggia la vittoria della 17a buca durante un putt a quattro palline del torneo di golf President’s Cup al Quail Hollow Club. (Foto: Peter Casey-USA TODAY Sports)

Tony Fino

Finau potrebbe potenzialmente essere più alto, ma dato il suo attuale 17° posto nella lista dei punti, è arrivato in fondo al gruppo, il che è sorprendente viste le sue due vittorie e gli 11 piazzamenti tra i primi 25 quest’anno. Il lungo nel suo mestiere ha segnato un record di 3-1-0 (2-0-0 con Huma) nella Coppa dei Presidenti lo scorso autunno, e dovrebbe fare coppia con lui ancora una volta in Italia.

Ryder Cup 2021

Il giocatore del team USA Tony Finau risponde alla folla sul primo tee durante il primo giorno di partite a quattro vie del 43° torneo di golf della Ryder Cup a Whistling Straits. (Foto: Kyle Terada/USA Today Sports)

L’ultimo posto a portata di mano

Si può fare un caso forte per avere 11 ex nella squadra. È l’ultimo davvero in palio, con qualche altro nome meritevole da considerare.

I pochi giocatori attualmente nella bolla di qualificazione automatica che non sono menzionati sono artisti del calibro di Kurt Kitayama (12), Will Zlatoris (13), Denny McCarthy (14), Harris English (15) e Rickie Fowler (16).

Certo, Kitayama ha vinto all’Arnold Palmer Invitational, ma ha anche nove tagli mancati contro solo 10 realizzati. Penseresti che Zalatoris sarebbe un gioco da ragazzi, ma tornerà e farà bene Dopo l’operazione alla schiena a fine stagione? McCarthy e English stanno facendo una buona stagione, ma non stanno saltando fuori dalla pagina.

D’altra parte, Fowler sta guadagnando slancio con T-6, T-9 e T-5 nelle sue ultime tre partenze, il 34enne ha ora sette Top 10 e 13 Top 25 in 18 partenze in questa stagione. È un veterano della Ryder Cup rispetto alla maggior parte dei prospetti, ma vanta solo un record di 3-7-5 in quattro partite.

È possibile che Daniel Berger (2-1-0 al suo debutto in Ryder Cup nel 2021) non tornerà al completo dopo un lungo infortunio, ma potremmo vedere un nuovo nome come Sahith Thigala, che quest’anno ha sette titoli nella top 10 e ha sbagliato un taglio, solo uno su 22 inizia.

Con 100 giorni rimasti prima che i primi tiri siano in aria, la finestra di tempo per i giocatori per guadagnare uno degli ambiti 12 posti nel Team USA si sta riducendo.

Rickie Fowler 2016

Rickie Fowler 2016

La storia è originariamente apparsa su GolfWeek

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *