Scozia – Italia 29-21: la nazione ospitante ha ottenuto la sua prima vittoria femminile nel Sei Nazioni

Scozia – Italia 29-21: la nazione ospitante ha ottenuto la sua prima vittoria femminile nel Sei Nazioni
  • Scritto da Andy Burke
  • BBC Scotland al Dam’s Health Playground

spiegare il video,

Sei Nazioni femminile: la Scozia resiste all’Italia e si aggiudica la prima vittoria

Campionato Sei Nazioni Femminile: Scozia v Italia

Tentativo: Macmillan, Skeldon 2, Barlett 2 contro: Nelson 2

Tentativo: Franco, Tonisi e Vicini; contro: Cantina 3

La Scozia ha resistito contro l’Italia assicurandosi la prima vittoria nel Sei Nazioni femminile della stagione e ponendo fine a una serie di 12 sconfitte consecutive.

Louise McMillan e Lana Skeldon hanno dato agli scozzesi un vantaggio di 10-7 a metà tempo.

Hanno allungato fino al 24-7 con una doppietta di Leah Bartlett, ma le ospiti hanno risposto con Sara Tonisi e Vittoria Veccini.

La seconda meta di Skeldon ha assicurato agli scozzesi la prima vittoria da quando avevano battuto la Colombia nel febbraio precedente.

Dopo enormi sconfitte contro Inghilterra e Francia su entrambi i lati della sconfitta in casa contro il Galles, gli scozzesi puntavano a queste ultime due partite contro Italia e Irlanda in casa per porre fine a questa misera serie di sconfitte.

Sono partiti alla perfezione, una serie di mosse mirate che li hanno portati nella zona rossa, e quando McMillan ha annusato appena fuori linea, l’ha lanciata per la prima meta.

Dopo le sconfitte consecutive contro Inghilterra e Francia all’inizio della stagione, gli azzurrini cercano di sfruttare la vittoria sull’Irlanda dell’ultima volta.

La quinta squadra del mondo è sembrata decisamente mediocre nel primo quarto, tuttavia, con solo alcuni brutali colpi dell’ultima fila tunisina che hanno attirato l’attenzione tra una serie di errori degli ospiti.

Gli italiani sembravano pronti a livellare le cose quando Alyssa Dinca ha approfittato di una confusione nella linea di fondo scozzese per attaccare in avanti, ma quando l’esterno è andato a raccogliere la palla per il contatto, l’ha sbattuta oltre la linea.

È stato un momento di terrore per Dinka, ma se gli scozzesi pensavano di essere fuori dai guai, hanno perso i momenti dopo che Giada Franco si è avvicinata a distanza ravvicinata e la trasformazione di Michela Cellari ha mandato in vantaggio le azzurre.

La risposta scozzese è stata impressionante. Dopo che un putt lanciato illegalmente è stato lasciato cadere, con la serratura italiana Giordana Duca che ha visto il giallo per il suo turno, il tentativo successivo non si è fermato e Skeldon è caduto per assicurarsi che la Scozia salisse di tre in contropiede.

Gli scozzesi induriti tengono a bada i combattimenti italiani

È stato un enorme impulso psicologico per una squadra che aveva aspettato così tanto per avere un assaggio della vittoria, e le cose sono migliorate all’inizio del secondo tempo.

Lisa Thompson ha tagliato una bella linea per portare la Scozia al limite della linea dell’Italia e Bartlett ha sparato a casa da 1 metro per estendere il vantaggio degli scozzesi a 10 punti.

Gli italiani stavano appassendo e la Scozia, cogliendo il momento, lanciò un altro fulmine oltre la linea solo per essere individuato di nuovo da Bartlett.

Nelson, che ha vinto la sua 50esima presenza, ha superato la conversione per andare 24-7. Sicuramente la Scozia può vederlo da qui, giusto?

Gli italiani non avevano ancora finito, e il tunisino si è fatto strada e si è fatto strada oltre la linea di porta per fare una nervosa rimonta ai quarti di finale.

Chloe Rowley è stata costretta a un decisivo scontro finale con Isabella Locatelli sulla linea mentre gli ospiti hanno iniziato ad aumentare la pressione e hanno sentito che il risultato successivo sarebbe stato fondamentale.

È arrivato in Italia nell’ora per spalancare il match. La difesa Vittoria Minuzzi taglia una difesa scozzese ferma per liberarsi e trova Veccini sulla sua spalla per andare sotto i pali.

Questa era ora, sul 24-21, una seria prova della debolezza della Scozia.

Lo slancio dell’Italia è stato frenato dal cartellino rosso della sostituta Sarah See per un tiro alto su Jade Kunkel-Roberts, e la Scozia è tornata nel Try and Test per portare a termine il lavoro, con Skeldon che ha concluso un altro calcio rotolante perfettamente eseguito.

Ultimamente gli scozzesi hanno avuto la loro parte di angoscia nelle ultime partite, ma in questa occasione si sono aggrappati alla vittoria che desideravano da tempo.

Scozia: C. Rowley, C. Grant, L. Thompson, M. Smith, F. McGee, H. Nelson, M. McDonald; L Bartlett, L Skeldon, C Belisle, J Konkel-Roberts, L McMillan, R Malcolm (capt), R McLachlan, E Gallacher.

Alternative: Rity J, Young A, Clarke E, Donaldson E, Sinclair E, Mattinson C, Blacklock P, Musgrove L.

Italia: F Ostuni Menuzi; A Muzzo, M Sillari, B Rigoni, A D’Inca, V Madia, S Stefan; G Maris, V Vecchini, L Gai, V Fedrighi, G Duca, S Tounesi, I Locatelli, G Franco.

Alternative: E Stecca, A Cassaghi, Seye, L Gurioli, A Ranuccini, S Barattin, E Stevanin, F Granzotto

READ  Tempi di guarigione, Ibra è pronta a stupire ancora. Zlatan è finora il giocatore più forte d'Europa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *