Il capitano ha riscontrato negligenza criminale nella morte di 34 persone in un incendio a bordo di una barca per immersioni in California

Il capitano ha riscontrato negligenza criminale nella morte di 34 persone in un incendio a bordo di una barca per immersioni in California

Lunedì una giuria federale ha scoperto che il capitano di una barca per immersioni è stato penalmente negligente nella morte di 34 persone uccise in un incendio a bordo della nave nel 2019, il disastro marittimo più mortale nella storia moderna degli Stati Uniti.

L’ufficio del procuratore degli Stati Uniti a Los Angeles ha confermato che Jerry Boylan è stato condannato per cattiva condotta o negligenza di un ufficiale di nave, una legge precedente alla guerra civile conosciuta colloquialmente come omicidio colposo di marinai, progettata per ritenere i capitani e gli equipaggi delle navi a vapore responsabili di disastri marittimi. Boylan è stata l’unica persona ad affrontare accuse penali legate all’incendio.

Potrebbe finire 10 anni dietro le sbarre.

La sentenza arriva più di quattro anni dopo la tragedia del 2 settembre 2019, che ha portato a cambiamenti nella normativa marittima, alla riforma del Congresso e alle cause civili.

La Conception era ancorata al largo delle Isole del Canale, 40 chilometri a sud di Santa Barbara, in California, quando prese fuoco prima dell’alba dell’ultimo giorno di un viaggio di tre giorni e affondò a meno di 30 metri dalla riva.

Trentatré passeggeri e un membro dell’equipaggio morirono intrappolati in una cuccetta sottocoperta. Tra i morti c’era un operaio navale che ottenne il lavoro dei suoi sogni. Un ecologista che ha condotto ricerche in Antartide; Coppia in viaggio per il mondo; scienziato dei dati di Singapore; Una famiglia composta da tre sorelle, il padre e sua moglie.

Boylan fu il primo ad abbandonare la nave e a gettarsi in mare. Sopravvissero anche quattro membri dell’equipaggio che si unirono a lui.

Una raccolta di foto delle vittime dell’incendio del 2 settembre 2019 a bordo della barca per immersioni Conception, sull’isola di Santa Cruz, in California, è conservata da un membro della famiglia mentre arrivano in un tribunale di Los Angeles il 25 ottobre. (Damien Dovarganis/Associated Press)

Sebbene la causa esatta dell’incendio rimanga indeterminata, l’accusa e la difesa hanno cercato di spostare la colpa durante tutto il processo.

READ  Almeno 27 persone sono state uccise e centinaia sono sfollate a causa di un uragano che ha colpito il sud del Brasile | Notizie meteorologiche

L’ufficio del procuratore degli Stati Uniti ha affermato che Boylan non è riuscito a schierare la guardia notturna itinerante richiesta e non ha addestrato adeguatamente il suo equipaggio nella lotta antincendio. La mancanza di sorveglianza mobile ha fatto sì che il fuoco si diffondesse inosservato su tutta l’imbarcazione di 23 metri.

Gli avvocati di Boylan hanno cercato di scaricare la colpa sul proprietario della barca Glenn Fritzler, che con sua moglie possedeva la Truth Aquatics Inc., che gestiva la Conception e altre due barche per immersioni.

Sostenevano che Fritzler fosse responsabile della mancata formazione dell’equipaggio nella lotta antincendio e in altre procedure di sicurezza, oltre a aver creato una cultura nautica lassista che chiamavano “metodo Fritzler”, in cui nessun capitano con cui lavorava aveva un turno di guardia.

Da venti a trenta familiari delle vittime hanno partecipato ogni giorno al processo nel centro di Los Angeles. Il giudice distrettuale americano George Wu li ha avvertiti di non mostrare emozioni in aula mentre guardavano un video di 24 secondi sul cellulare che mostrava alcuni dei momenti finali dei loro cari.

Nonostante il processo penale si sia concluso, diverse cause civili sono ancora in corso.

Tre giorni dopo l’incendio, Truth Aquatics ha intentato una causa presso il tribunale distrettuale degli Stati Uniti a Los Angeles in base a una disposizione del diritto marittimo pre-guerra civile che le consente di limitare la propria responsabilità al valore dei resti della barca, che rappresentavano una perdita totale.

La manovra legale collaudata nel tempo era stata utilizzata con successo dai proprietari del Titanic e di altre navi e richiedeva a Fritzler di dimostrare che non erano colpevoli.

READ  Un funzionario del Colorado strappa Donald Trump al voto del 2024

Questo caso è ancora allo studio, così come altri casi intentati dalle famiglie delle vittime contro la Guardia Costiera degli Stati Uniti a causa della presunta negligente applicazione dei requisiti di sorveglianza itinerante.

Barca in fiamme in acqua di notte.
La barca per immersioni Conception è avvolta dalle fiamme in questa foto scattata il 2 settembre 2019, fornita dai vigili del fuoco della contea di Santa Barbara. (Vigili del fuoco della contea di Santa Barbara/AP)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *