Biden deve costruire un ponte con il nemico – VG

Biden deve costruire un ponte con il nemico

Quando Joe Biden ha perso quasi tutto, è stato accolto da compagni di festa e avversari. Questo è ciò che potrebbe salvare gli Stati Uniti dalla divisione completa.

Questo è un commento. Il commento esprime la posizione dello scrittore

Il futuro era luminoso quando Joe Biden fu eletto senatore nel 1972 e aveva solo 29 anni. Poi tutto è cambiato. La moglie e la figlia sono morte in un incidente stradale ei suoi due figli sono rimasti gravemente feriti. Solo i ragazzi rimanenti davano a Biden un senso. Tutto il resto era buio.

Ha considerato le dimissioni da senatore, prima di iniziare. Ma poi i colleghi hanno agito, attraverso le linee di partito, attraverso le età e attraverso la maggior parte delle cose. Lo hanno abbracciato e gli hanno fornito sostegno e cura. Prendi accordi in modo che possa prendere un treno per tornare a casa dalla sua gente del posto nel Delaware ogni sera. Un repubblicano al Congresso, che aveva tragicamente perso moglie e figli, gli disse che l’unico modo per uscire dal dolore era lavorare a modo suo.

Kynikeren McConnell

Il Senato ha portato Biden durante gli anni più difficili della sua vita. Non l’ha mai dimenticato: questi anni lo hanno plasmato come essere umano e come politico. È forse uno dei politici americani oggi che ha cooperato di più – e meglio – con gli oppositori politici.

In qualità di nuovo presidente, Joe Biden ha l’opportunità di unificare gli Stati Uniti. Potrebbe non funzionare. Ma nessuno è più adatto a lui adesso di lui. Foto: Caroline Custer / Associated Press

Uno di questi è il leader repubblicano del Senato Mitch McConnell. Questo potrebbe sorprendere molti. Cinicamente non ha fatto nulla per molto tempo per correggere le bugie di Donald Trump secondo cui Biden ha rubato le elezioni. Proprio questa settimana, McConnell ha ammesso che Biden aveva vinto.

Se intendi costruire un ponte verso un nemico, devi parlargli. Biden e McConnell si conoscono da 40 anni e hanno spesso collaborato. McConnell ha descritto Biden come un “amico” e si è fidato. Era l’unico senatore repubblicano esistente quando il figlio di Biden Poe è stato estromesso nel 2015.

Biden, non Obama

Mentre Biden era vicepresidente sotto Barack Obama, i rapporti tra il Congresso e la Casa Bianca erano eccezionalmente tesi. McConnell ha chiarito fin dall’inizio che il suo obiettivo principale era garantire che Obama avesse solo un mandato. McConnell ha fatto il possibile per distruggere Obama. Ha usato tutti i trucchi del libro per sabotare.

Ma a volte McConnell ei repubblicani hanno avuto a che fare con Obama e il suo popolo. Come quando l’intero apparato statale fu chiuso perché il Congresso non riuscì a far passare il bilancio. Si dice che quando la situazione era più grave, McConnell avesse contatti diretti con il vicepresidente Biden, non con il presidente Obama. Biden e McConnell hanno parlato insieme, spesso senza un pubblico, e si sono dissolti nei peggiori intrecci.

Il leader repubblicano del Senato Mitch McConnell è cinico riguardo al suo approccio alla politica. Foto: Rod Lamkey / POOL / CNP POOL

Biden ha una forte fiducia nelle istituzioni. Alcuni direbbero che ha una visione semi-romantica del Senato e del suo ruolo. Ma le ultime settimane hanno ampiamente concesso a Biden il diritto. Il periodo post-elettorale ci ha mostrato specificamente la forza istituzionale della società americana.

Pressione ala sinistra

La Corte Suprema, così come i tribunali di grado inferiore, hanno respinto tutti i tentativi di Trump di porre il veto alle elezioni. I comitati elettorali in tutto il paese, con rappresentanti di entrambi i partiti, si sono opposti a Trump. Persino un uomo come Donald Trump, con le sue qualità autoritarie, non è riuscito a travolgere le istituzioni americane. La democrazia si è alzata. appena.

Ma le elezioni non sono ancora finite. La Georgia ha uno status speciale quest’anno e non eleggerà due senatori fino al 5 gennaio. Poi si decide quale partito avrà la maggioranza al Senato nei prossimi due anni. Se i Democratici vincono entrambi i seggi, controlleranno il Senato, la Camera dei Rappresentanti e la Casa Bianca.

Ironia della sorte, non è solo un vantaggio per gli Stati Uniti se i Democratici ottengono una netta maggioranza ovunque. In una situazione del genere, l’ala sinistra del partito farebbe molta pressione su Biden. Molti là fuori vogliono una politica più radicale dello stesso Biden.

Centro – a cui appartiene

Ad esempio, la sinistra aumenterà il numero dei giudici della Corte Suprema. In questo modo, mitigheranno l’impatto della perversione del tribunale di Trump in una direzione profondamente conservatrice. Una proposta del genere viola la convinzione di Biden che le istituzioni dipendano dalla stabilità e dalla prevedibilità. Molti a sinistra vogliono anche una riforma sanitaria più completa di Biden e una politica fiscale più aggressiva.

Un’enorme maggioranza democratica può rendere molto più difficile la costruzione di un ponte dall’altra parte. D’altra parte, se i repubblicani detengono la maggioranza al Senato, Biden dovrà andare dai pochi repubblicani moderati ancora presenti. Come Mitt Romney e Suzanne Collins.

A differenza di Joe Biden, l’ex presidente Barack Obama a volte può sembrare un po ‘eccitante. Foto: Jim Watson / AFP

In tal caso, Biden dovrebbe mentire più verso il centro, a cui appartiene veramente. Questo può aiutare a mitigare le forti contraddizioni nella società americana. Se rimuoviamo le parole dure che vanno in entrambe le direzioni, penso che la maggior parte degli americani sarebbe molto d’accordo.

Opportunità americana

Laddove Obama a volte può essere visto come una direttiva, ed è interessato a convincere l’avversario ad essere d’accordo con lui, Biden è conosciuto come un politico che cerca ciò di cui l’avversario ha bisogno, ciò che è nell’interesse dell’avversario. Risultati tangibili della politica, non dibattiti ideologici. Questo è ciò di cui gli Stati Uniti hanno bisogno ora, per uscire dalla guerra delle parole, il paese è al centro di essa, poiché i politici non credono più che l’altra parte voglia il meglio per il paese.

Gli Stati Uniti sono una società che si auto-corregge costantemente. Chi corregge i vecchi errori prima di farne di nuovi. Joe Biden è un’opportunità per gli Stati Uniti di creare una nuova società. Non è certo che ci riuscirà. Ma al momento non c’è nessuno migliore di lui.

READ  Come un mortale blackout in Texas potrebbe cambiare la conversazione sul clima

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *