L'Ucraina sceglie una nuova data per il Natale, contrariamente alle tradizioni russe Notizie sulla religione

L'Ucraina sceglie una nuova data per il Natale, contrariamente alle tradizioni russe  Notizie sulla religione

Per la prima volta in un secolo, l’Ucraina celebrerà la festa il 25 dicembre invece del 7 gennaio.

Quest’anno l’Ucraina celebra ufficialmente il giorno di Natale il 25 dicembre, allontanandosi simbolicamente dalla Russia, che celebra la festività il 7 gennaio.

Questa sarà la prima volta in più di un secolo che l’Ucraina celebrerà la data compatibile con il calendario gregoriano, insieme alla maggior parte dei cristiani nel mondo.

A luglio il governo ucraino ha emanato una legislazione per modificare la data, in quello che è stato visto come un disprezzo nei confronti della Russia e della Chiesa ortodossa russa, che segue il calendario giuliano di epoca romana per le occasioni religiose.

La legge firmata dal presidente Volodymyr Zelenskyj sottolinea che gli ucraini vogliono “vivere la propria vita secondo le proprie tradizioni e festività”.

Ha aggiunto che ciò consente loro di “abbandonare l’eredità russa di imporre le celebrazioni natalizie il 7 gennaio”.

Il cristianesimo è la religione più diffusa in Ucraina, con la Chiesa ortodossa russa che storicamente domina la vita religiosa.

Battaglia per il patrimonio

La modifica della data in Ucraina fa parte di una serie di misure adottate dopo l'invasione russa per rimuovere ogni traccia degli imperi russo e sovietico, come la ridenominazione delle strade e la rimozione dei monumenti.

Un albero di Natale si trova accanto alla tomba di un soldato ucraino nel cimitero di Lychakiv, nella città ucraina occidentale di Lviv [Yuriy Dyachyshyn/AFP]

Anche la Chiesa ortodossa ucraina, una chiesa autonoma di recente creazione che ha tenuto il suo primo servizio nel 2019, ha cambiato la data del Natale al 25 dicembre.

Si è ufficialmente separato dalla Chiesa ortodossa russa dopo l'annessione della Crimea da parte di Mosca nel 2014 e il suo sostegno ai separatisti nell'Ucraina orientale.

READ  Residente a Clarington accusato in relazione a schemi di frode

La disputa politica ha visto sacerdoti e persino intere parrocchie spostarsi da una chiesa all’altra, con la Nuova Chiesa Ortodossa Ucraina in rapida crescita e il sequestro di molti edifici ecclesiastici legati alla Russia con mosse sostenute dal governo.

Intanto la Chiesa ortodossa ucraina, storicamente legata alla Russia, mantiene la data del Natale il 7 gennaio. Questa chiesa sostiene di aver interrotto i legami con la Russia a causa della guerra, ma molti ucraini vedono la cosa con sospetto.

La terza comunità ortodossa del Paese, la Chiesa greco-cattolica ucraina, celebrerà la messa di Natale il 25 dicembre.

L’Ucraina è sotto la guida spirituale di Mosca al più tardi dal XVII secolo.

Sotto l'Unione Sovietica e il suo riconoscimento dell'ateismo, le tradizioni natalizie come alberi e regali furono spostate alla vigilia di Capodanno, che divenne e rimane la festa principale per molte famiglie.

Le tradizioni natalizie ucraine includono una cena della vigilia di Natale con 12 piatti senza carne, tra cui un dolce budino di cereali chiamato kutya, e persone che decorano le case con elaborati fasci di grano chiamati didukhi.

In alcune zone, i bambini vanno di casa in casa cantando canti natalizi chiamati kolyadky e rappresentando i presepi.

I bambini cantano canti natalizi durante la parata della vigilia di Natale a Lviv, Ucraina, il 6 gennaio 2007. Ortodossi e greco-cattolici ucraini celebreranno il Natale il 7 gennaio.  Reuters/Gleb Garanych (Ucraina)
I bambini cantano canti natalizi durante la parata della vigilia di Natale a Lviv, in Ucraina [Gleb Garanich/Reuters]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *