Italia: gli archeologi scoprono una casa romana di 2.000 anni fa con mosaici “incredibili”, Italia

Italia: gli archeologi scoprono una casa romana di 2.000 anni fa con mosaici “incredibili”, Italia

Secondo gli ultimi sviluppi, gli archeologi italiani hanno scoperto una lussuosa residenza romana nelle immediate vicinanze del Colosseo. Se le notizie persistono, la residenza mostra mosaici inediti decorati con conchiglie, marmi e vetri preziosi. È quanto ha annunciato nei giorni scorsi il Ministero della Cultura.

All'interno del mosaico si vedono tre grandi navi che navigano tra le onde verso una città portuale, circondata da mura, piccole torri e portici: una raffigurazione che suggerisce che il proprietario di questa casa, o casa, risalente a più di 2.000 anni fa, fu vittorioso in battaglia.


Per saperne di più: I migliori posti vicino a Delhi per una veloce gita di un giorno

Databile tra la seconda metà del II secolo aC e la fine del I secolo aC, il Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano ha affermato che la struttura è di per sé un “autentico tesoro”.

Se i rapporti continuano, la domus è stata inizialmente scoperta dagli archeologi, che hanno portato alla luce le pareti nel 2018, e che si estendono su più piani, con solo stanze selezionate finora scavate. Si prevede che i lavori di scavo in corso proseguiranno fino al 2024.

Bellissimi paesi che condividono i confini con l'India

Bellissimi paesi che condividono i confini con l'India

FacebookTwitterPinterest

Il ministero ha aggiunto che la stanza principale della domus, costruita attorno ad un atrio, è una sala celebrativa a forma di grotta, utilizzata durante i mesi estivi. È probabile che il proprietario utilizzasse questa stanza per ospitare gli ospiti con “spettacolari giochi d’acqua”.

Il Ministero ha aggiunto che ciò che distingue questa scoperta è un muro eccezionale decorato con un mosaico “rurale” unico e senza eguali in termini di cronologia e complessità delle scene raffigurate. Il mosaico raffigura una “sequenza complessa” e presenta numerose conchiglie, mosaici blu egiziani, vetri preziosi e piccole scaglie di marmo bianco o altre pietre.

Italia: gli archeologi hanno scoperto una casa romana di 2.000 anni contenente mosaici

Tra le immagini ci sono viti e foglie di loto insieme a pile di armi, trombe di tipo celtico, navi da guerra e tridenti – suggerendo una possibile doppia vittoria, terra e mare, per il presunto proprietario della domus.

READ  Jacob Kiplimo vince ancora in Italia - tour settimanale

La rappresentazione si estende ad un paesaggio con una città portuale e una scogliera, simulata da rocce calcaree, di fronte “al mare solcato da tre grandi navi, una delle quali alza le vele”. Questa immagine della città portuale indica una possibile invasione bellica da parte del proprietario aristocratico, che probabilmente era un senatore, secondo il Ministero.

Per saperne di più: Lista dei desideri di viaggio per il 2024: le città più belle dell'India

Nella sala di ricevimento adiacente, gli archeologi hanno scoperto anche un pezzo di intonaco bianco di alta qualità. Alfonsina Russo, responsabile del Parco Archeologico del Colosseo, ha espresso l'intenzione di rendere accessibile al pubblico questo sito ricco di storia il più presto possibile.

Italia: gli archeologi hanno scoperto una casa romana di 2.000 anni contenente mosaici

Questa casa è anche considerata una delle prime manifestazioni di “grandeur”, che illustra una dimostrazione di ricchezza e status attraverso ville e stili di vita sontuosi – una testimonianza delle estese residenze delle famiglie di importanti senatori romani nella regione nordoccidentale del Palatino, una delle i sette colli della città come confermato dalle fonti storiche di That's.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *