Il regista Christopher Landon si ritira da Scream VII

Il regista Christopher Landon si ritira da Scream VII

Il regista Christopher Landon ha annunciato sabato che se n'era andato “ufficialmente”. Il settimo grido. Questo annuncio arriva dopo l'uscita delle star Melissa Barrera e Jenna Ortega dal film L'assedio.

“Penso che ora sia il momento giusto per annunciare ufficialmente la mia uscita Urlando 7 settimane fa, Il regista ha scritto su X (ex Twitter) sabato. “Questo deluderà alcuni e delizierà altri. Era un lavoro da sogno, e poi si è trasformato in un incubo. E il mio cuore si spezza per tutti i soggetti coinvolti. Tutti. Ma è ora di andare avanti.”

Ha continuato nella sua lettera: “Non ho nulla da aggiungere alla conversazione se non la mia speranza che l'eredità di Wes fiorisca e si elevi al di sopra del rumore di un mondo diviso”. “Ciò che lui e Kevin hanno creato è straordinario, e sono onorato di poter crogiolarmi anche per il più breve momento nella loro luminosità.”

L'attrice protagonista Barrera è stata licenziata dal progetto, in seguito ai suoi post pro-Palestina sui social media. Barrera ha condiviso una storia su Instagram in cui condanna l’antisemitismo e ha sottolineato che avrebbe continuato a parlare apertamente della questione: “Il silenzio non è un’opzione per me”, ha detto a novembre dopo la sua cacciata. Sebbene la notizia della sua partenza sia arrivata a novembre, Barrera è stata licenziata in ottobre, poco dopo lo scoppio della guerra tra Israele e Hamas il 7 ottobre. Reporter di Hollywood. Nei giorni successivi al conflitto, l’attrice ha assunto una posizione più audace, condividendo messaggi pro-Palestina, che includevano un’immagine di “La misericordia deve prevalere” con una didascalia che invitava il presidente Joe Biden a “chiedere un immediato allentamento della tensione e un cessate il fuoco”. a Gaza”. Gaza.”

READ  Stanno arrivando consensi per l'attore sopravvissuto ad una caduta da cinque piani a Vancouver

Un portavoce di Spyglass ha dichiarato: “La posizione di Spyglass è inequivocabilmente chiara: abbiamo tolleranza zero per l’antisemitismo o l’incitamento all’odio in qualsiasi forma, compresi i falsi riferimenti al genocidio, alla pulizia etnica, alla distorsione dell’Olocausto o qualsiasi cosa oltrepassi il limite”. si trasforma in incitamento all’odio”. In una dichiarazione a diversificato puntuale.

Nel frattempo, la partenza di Ortega è diventata pubblica più o meno nello stesso periodo in cui è diventata nota pubblicamente l'uscita di Barrera a novembre, anche se la decisione di Ortega e dei suoi rappresentanti è arrivata prima dello sciopero estivo del SAG-AFTRA e non è stata annunciata fino all'autunno.

Comune

Landon, nominato prima dello sciopero, ha espresso la sua disapprovazione per la cacciata di Barrera dopo che è stata annunciata. “Ecco la mia dichiarazione: 💔 Tutto fa schifo. 'Smettila di urlare'”, ha scritto Landon prima di cancellare il post. “Non è stata questa la decisione che ho preso.”

Lo scrittore e produttore James Vanderbilt – che è stato coinvolto nel riavvio e sta scrivendo la sceneggiatura attuale – rimane attuale mentre il franchise cerca di ricostruirsi dopo la partenza dei suoi protagonisti e del regista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *