The Ultimate Jedi Showdown: vincitore rivelato

The Ultimate Jedi Showdown: vincitore rivelato

Buon giorno di Star Wars! Ancora una volta, il 4 maggio è venuto a darci ogni giorno per celebrare insieme quella meravigliosa galassia lontana, lontana. In onore di questo giorno speciale e del recente lancio di Star Wars Jedi: Survivor, abbiamo chiesto Voi Per aiutarci a determinare quale dei Jedi fosse il più potente di tutti. Ora, dopo migliaia e migliaia di battaglie 1v1 con resa dei conti come prima di Darth Vader Anakin Skywalker contro Luke Skywalker e Obi-Wan Kenobi contro Qui-Gon Jinn, è stato scelto un vincitore.

Quindi, chi è il contendente per il primo posto per il Jedi più potente di tutti i tempi? Batteria per favore…

Fatti da parte, Anakin Skywalker. Il Maestro Yoda è salito sopra tutti gli altri per rivendicare il primo posto come Jedi più potente di tutti i tempi e il Vero Prescelto secondo il pubblico di IGN. Ha vinto anche facilmente, vincendo 89.756 dei suoi 95.243 incontri e ottenendo una percentuale di vittorie del 94,2%.

Yoda è uno dei personaggi più iconici di tutti i film di Star Wars e non solo è stato un membro di spicco del Consiglio Jedi e ha aiutato ad addestrare innumerevoli Jedi a raggiungere il loro pieno potenziale, ma è stato anche una parte fondamentale nell’aiutare Luke Skywalker a realizzare il suo destino è fermare l’Impero e riscattare suo padre Darth Vader.

Parlando di Darth Vader, e più specificamente, di chi fosse prima di cadere nel lato oscuro, Anakin Skywalker è al terzo posto, battuto solo da Yoda e dal suo ex maestro, Obi-Wan Kenobi. Lei era Vicino Anche la lotta in quanto entrambi hanno una percentuale di vittorie dell’88,8%.

READ  King Charles onora Tina Turner con un tributo musicale a Buckingham Palace: GUARDA

Ciò dimostra che anche se sei tu quello scelto per bilanciare la Forza, non puoi prendertela comoda e aspettarti che la vittoria arrivi sulla tua strada. In questa lotta, come in Star Wars: La vendetta dei Sith, Obi-Wan aveva ancora una posizione elevata.

Luke Skywalker arriva quarto con una percentuale di vittorie dell’88,6%, il che ha senso dal momento che questi primi quattro combattenti sono alcuni dei personaggi più iconici di tutto Star Wars e hanno contribuito a salvare una galassia, anche se lungo la strada sono state prese alcune decisioni sbagliate. strada attraverso di loro. Tra i primi cinque c’era Mace Windu, lo Jedi che fu Troppo vicino Per fermare l’Imperatore Palpatine prima che Anakin arrivi e distrugga tutto.

I prossimi cinque Jedi sono anche alcuni grandi personaggi, tra cui Ahsoka Tano, Qui-Gon Jinn, Pre-Sith Count Dooku, Plo Koon e Cal Kestis. Il posizionamento di Cal dovrebbe essere un buon segno che Star Wars Jedi: Survivor è ben accolto e che questo nuovo Jedi di diritto comune è un grande successo.

Di tutti i 63 Jedi che abbiamo incluso per questo incontro, Tu-Anh è purtroppo scelto come il meno potente con una percentuale di vittorie di appena l’11,5%. I suoi contributi all’Ordine Jedi non dovrebbero essere dimenticati, tuttavia, poiché era una Jedi Lady che morì mentre cercava di andare a fondo di un complotto separatista su Utapau.

Alcuni dei Jedi in fondo erano tutti piccoli compagni durante la tragedia dell’Ordine 66, inclusi Whie Malreaux, Zett Jukassa e Bene. Sono stati seguiti da Knox, Paula Rubal, Nari, Ord Innessness, Halsey e Poltar Swan.

READ  Tom Cruise, James Corden prova l'amicizia con Real Lion King Performance, Elton John Duet

Ti chiedi dove sia atterrato il tuo personaggio preferito, come forse Grogu? (Si è classificato 24 °!) Per tutte le classifiche, puoi vedere l’elenco completo con cui sono finiti tutti i 63 Jedi che hanno partecipato a questa resa dei conti.

Per ulteriori informazioni, controlla Recensione di Star Wars Jedi: Survivor E i nostri risultati di altri Face-Off di Star Wars, incl miglior film o programma televisivo, miglior videogioco, ultimo utente esperto, E Il miglior personaggio di tutti.

Adam Pankhurst è uno scrittore di notizie per IGN. Puoi seguirlo su Twitter @dipendente e via contrazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *