Più di 100 prigionieri di guerra ucraini sono stati rilasciati durante uno scambio di Pasqua con la Russia, ha detto un funzionario

Più di 100 prigionieri di guerra ucraini sono stati rilasciati durante uno scambio di Pasqua con la Russia, ha detto un funzionario

Più di 100 prigionieri di guerra ucraini sono stati rilasciati nell’ambito di un importante scambio pasquale con la Russia, ha detto domenica un alto funzionario, mentre gli ucraini ortodossi celebravano la festa religiosa per la seconda volta da quando Mosca ha lanciato la sua guerra totale più di un anno fa . .

Mentre le celebrazioni si sono placate a causa dei rischi per la sicurezza, con il coprifuoco che ha impedito ai fedeli di svolgere le consuete funzioni notturne, le autorità ucraine e la gente comune hanno condiviso messaggi di speranza, collegando la storia della risurrezione di Cristo al loro desiderio di pace e vittoria in Ucraina.

Dozzine di famiglie hanno avuto i loro motivi di gioia, con il consigliere presidenziale Andrei Yermak che ha annunciato che 130 soldati, marinai, guardie di frontiera e altri catturati da Mosca stavano tornando a casa dopo un “importante scambio di prigionieri a Pasqua”.

Yermak ha detto domenica in un post sul servizio di messaggistica Telegram che tra i rilasciati c’erano soldati che hanno combattuto vicino a Bakhmut, la città mineraria orientale che per mesi è stata al centro dell’offensiva della Russia.

“Le vite della nostra gente sono il valore più alto per noi”, ha detto Yermak, aggiungendo che l’obiettivo di Kiev è restituire tutti i prigionieri di guerra rimasti.

Non ci sono informazioni immediate su quanti prigionieri russi siano stati liberati, ma il servizio stampa del fondatore del Gruppo Wagner, una forza paramilitare del Cremlino e dei suoi principali militanti nell’Ucraina orientale, ha anche pubblicato domenica un video che mostra i prigionieri di guerra ucraini. Lo scambio è in preparazione.

La guerra interrompe i procedimenti pasquali

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, nel suo discorso di Pasqua di domenica mattina, ha descritto la festa come “la vittoria del bene, la vittoria della verità, la vittoria della vita” e ha sottolineato quella che ha definito l’unità dell’Ucraina di fronte all’aggressione russa. .

“La fede nella vittoria ci unisce sempre, e soprattutto oggi, a Pasqua, che da tempo immemorabile è stata una vacanza in famiglia per gli ucraini, un giorno di calore, speranza e grande unità. Siamo una grande famiglia: gli ucraini. Abbiamo una grande patria – Ucraina Abbiamo un grande obiettivo: la vittoria per tutti”, ha detto Zelensky.

I fedeli aspettano di essere benedetti durante una celebrazione della Pasqua ortodossa nella cattedrale medievale della Santa Dormizione del Kiev-Pechersk Lavra, noto anche come il Monastero delle Grotte di Kiev, domenica a Kiev. (Dimitar Delkov/AFP/Getty Images)

Nel centro di Kiev, la domenica mattina, la gente si è riunita nel cortile del famoso monastero di San Michele dalla cupola dorata per ricevere da un sacerdote la benedizione delle uova di Pasqua e dei cesti di cibo. Il coprifuoco ha impedito alla maggior parte delle persone di partecipare prima al tradizionale servizio notturno, con molti invece che si sintonizzavano su una trasmissione in diretta.

READ  Almeno 6 persone muoiono in un enorme tamponamento dopo che i conducenti sono stati sorpresi da una profonda tempesta di polvere su un'autostrada dell'Illinois

Le chiese ucraine sono solitamente affollate la domenica di Pasqua ortodossa. Ma quest’anno il vasto cortile era pieno a malapena per metà e la fila di persone in attesa che il prete spruzzasse l’acqua santa sui loro cesti decorati si muoveva vivacemente.

Per il secondo anno consecutivo, la guerra ha interrotto la routine delle vacanze. Il principale servizio di sicurezza ucraino questa settimana ha rilasciato una dichiarazione in cui esorta i residenti a non rimanere nelle chiese la domenica, per evitare assembramenti e ridurre i rischi per la sicurezza.

Preghiere per le forze ucraine

Alla Voronina, una delle persone che sono venute a San Michele con cesti di dolci pasquali e uova multicolori, ha detto che le restrizioni sono state “molto dure” per il morale dei residenti.

“Continua a ricordare com’erano le cose prima della guerra”, ha detto all’Associated Press. Ha detto che lei e la sua famiglia avrebbero comunque seguito le raccomandazioni sulla sicurezza e sarebbero tornate direttamente a casa dopo aver ricevuto la benedizione.

Un cappellano militare spruzza acqua santa sul personale di servizio in una stanza buia.
Il cappellano militare Maxim Strikhar ha spruzzato acqua santa sul personale di servizio ucraino durante una funzione di Pasqua ortodossa nella città di Chasiv Yar, nella regione di Donetsk, in Ucraina, domenica. (Mykola Timchenko/Reuters)

Un’altra fedele, Tatyana Voloshina, ha detto che stava pregando per le forze ucraine “che ci stanno difendendo e permettendoci di trascorrere questa festa”. Ha aggiunto di essere venuta al monastero con “i suoi dolori personali e le sue richieste personali a Dio per la vittoria, la pace e la vita”.

Anche i russi hanno celebrato la Pasqua, compreso il presidente Vladimir Putin. Ha assistito alle funzioni di mezzanotte presso la Cattedrale di Cristo Salvatore a Mosca guidate dal capo della Chiesa ortodossa russa, il patriarca Kirill, che ha fortemente sostenuto la guerra.

In una dichiarazione, Putin ha elogiato Kirill per il suo “lavoro instancabile e disinteressato volto a preservare i valori storici, spirituali, morali e familiari e a crescere ed educare i giovani”.

READ  I federali stanno indagando sulle minacce rivolte a un potenziale testimone nel caso dei documenti Trump

Kirill ha più volte parlato del suo sostegno all’invasione russa dell’Ucraina nel febbraio 2022. In un videomessaggio trasmesso dalla televisione di stato russa sabato scorso, prima dell’inizio della messa pasquale a Mosca, Kirill ha lamentato “i gravi eventi che si stanno verificando nella nostra storica terra russa ,” riferendosi alla guerra, facendo eco all’affermazione del Cremlino secondo cui un’Ucraina indipendente è essenzialmente una fantasia.

guarda | La nuova legge rende più difficile per i russi evitare la coscrizione:

È diventato difficile evitare la coscrizione in Russia

Il parlamento russo ha approvato una nuova legislazione per consentire la consegna elettronica delle bozze di avviso e per imporre restrizioni a coloro che non le rispettano. Il governo russo nega le accuse di essere sull’orlo di un altro movimento di massa che ha causato l’esodo di massa lo scorso anno.

Nel frattempo, domenica Putin ha incontrato a Mosca il ministro della Difesa cinese Li Shangfu e i due uomini hanno salutato la cooperazione militare tra i due paesi, che hanno dichiarato una partnership “senza confini”. Era presente anche il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu.

Un alto funzionario di Kiev ha dichiarato venerdì che le forze ucraine stanno trovando un numero crescente di componenti provenienti dalla Cina nelle armi russe usate in Ucraina. La Cina ha ripetutamente negato l’invio di materiale militare in Russia.

La NATO e gli Stati Uniti affermano di non aver ancora visto segnali che Pechino stia fornendo armi a Mosca.

Chiese bombardate

Nonostante la comune festa ortodossa, i bombardamenti russi e gli attacchi missilistici continuano a seminare il caos in Ucraina, secondo i funzionari regionali ucraini. Funzionari nel sud e nell’est del paese hanno affermato che le chiese non sono state risparmiate. Il governatore della regione orientale di Dnipropetrovsk, Serhiy Lysak, ha affermato che le forze russe di stanza presso la centrale nucleare di Zaporizhia in Ucraina hanno bombardato una chiesa in una città vicina, ferendo due civili.

READ  Polizia del Texas: immigrati trovati 'soffocati' sul treno; 2 morti - Notizie dal mondo

“I russi hanno confermato ancora una volta di non avere nulla di sacro”, ha detto Lessack nel suo post online.

Domenica scorsa, il governatore della regione di Zaporizhia ha riferito che i bombardamenti russi hanno colpito durante la notte una chiesa ortodossa nella città di Komeshovakha. Le immagini mostravano la gente del posto che salvava le icone dalla chiesa, la sua cornice strappata visibile sullo sfondo.

Una donna raccoglie icone ortodosse sulle rovine di una chiesa.
Una donna ha raccolto icone ortodosse nel sito di una chiesa distrutta da un missile russo nel villaggio di Komyshovakha, nella regione ucraina di Zaporizhia, domenica. (Reuters)

Funzionari ucraini hanno riferito domenica mattina che almeno quattro civili sono stati uccisi e altri otto feriti sabato e durante la notte. Il servizio di emergenza nazionale ha dichiarato che il bilancio delle vittime dell’attacco di venerdì alla città di Sloviansk è salito a 13, con altri corpi trovati sotto le macerie di un condominio.

Dall’altra parte del fronte, nel territorio occupato dai russi nell’est industriale dell’Ucraina, il capo della regione di Donetsk nominato dal Cremlino ha affermato che un attacco ucraino ha ucciso un civile e ne ha feriti altri sei nell’omonima capitale della regione. Denis Pushlin ha scritto in uno dei suoi messaggi Telegram che il bombardamento ha colpito il centro della città, vicino alla Cattedrale della Santa Trasfigurazione.

Domenica scorsa, il ministero della Difesa russo ha annunciato che le unità d’assalto del gruppo Wagner avevano catturato due distretti nella città assediata di Bakhmut. L’ex centro minerario, ora in gran parte ridotto in macerie, è stato uno dei principali obiettivi della campagna di macinazione della Russia durata mesi nell’Ucraina orientale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *