Trudeau è deluso dal fatto che l’Ucraina non sia stata invitata al G20 e promette di mettere sul tavolo le preoccupazioni di Kiev

Trudeau è deluso dal fatto che l’Ucraina non sia stata invitata al G20 e promette di mettere sul tavolo le preoccupazioni di Kiev

Il primo ministro Justin Trudeau ha dichiarato giovedì di essere scontento dell’esclusione dell’Ucraina dal prossimo vertice del G20 in India, anche se il presidente russo Vladimir Putin rimane sulla lista degli invitati.

“Sono deluso dal fatto che non sarai incluso”, ha detto Trudeau al presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj durante una conversazione telefonica in occasione del Giorno dell’Indipendenza del paese dell’Europa orientale. Una clip della conversazione è stata pubblicata sull’account Instagram di Zelenskyj.

Trudeau parteciperà all’incontro delle principali economie mondiali che si terrà a Nuova Delhi dal 9 al 10 settembre. Secondo l’audio, ha assicurato a Zelenskyj che la voce del suo Paese sarà ascoltata.

“Come sapete, parleremo con forza a vostro nome e continueremo a garantire che il mondo sia dalla parte dell’Ucraina”, ha detto Trudeau.

La Russia è un membro permanente del G-20. Il ministro degli Esteri indiano, Subrahmanyam Jaishankar, ha recentemente confermato mesi di speculazioni quando ha affermato che l’Ucraina non era stata invitata come stato osservatore.

L’India, che ha stretti legami commerciali e militari con Mosca, ha invitato altri nove paesi osservatori: Spagna, Bangladesh, Nigeria, Mauritius, Egitto, Paesi Bassi, Oman, Singapore ed Emirati Arabi Uniti.

La primavera scorsa, il Giappone ha invitato l’Ucraina a unirsi ai leader del G7 nelle discussioni a Hiroshima, dove il paese in difficoltà ha ricevuto garanzie di continuo sostegno economico e militare.

Zelenskyj ha partecipato di persona all’incontro e successivamente si è recato al vertice della NATO a Vilnius, in Lituania, dove i leader delle sette principali economie democratiche del mondo si sono impegnati a negoziare garanzie di sicurezza a lungo termine per l’Ucraina.

Jaishankar ha difeso l’esclusione dell’Ucraina dalla lista del G20 sottolineando che il primo ministro indiano Narendra Modi si è incontrato con Zelenskyj in diverse occasioni, anche al G7, dove l’India era un ospite invitato.

In questa foto fornita dall’Ufficio stampa presidenziale ucraino, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, a destra, e il primo ministro indiano Narendra Modi si incontrano al Grand Prince Hotel durante il vertice del G7 a Hiroshima, in Giappone, il 20 maggio 2023. (Ufficio stampa presidenziale ucraino tramite AP)

Jaishankar ha dichiarato ai media indiani il 16 agosto che il suo governo ha scelto di non invitare l’Ucraina perché il G-20 è un forum economico, non un luogo per risolvere le controversie.

READ  Rapporto: l'Australia espelle silenziosamente il principale anello di spionaggio russo - Notizie dal Mondo

Il ministro degli Esteri indiano del G20, Amitabh Kant, è stato più esplicito il mese scorso in un incontro dei rappresentanti personali dei capi di governo del G20, che si stanno preparando per il vertice.

Kant ha detto ai giornalisti che la guerra in Ucraina non era nella lista delle priorità dell’India durante la presidenza del G20 e che il suo governo si stava invece concentrando su questioni economiche e di sviluppo.

Mentre la porta è chiusa per Kiev, resta aperta per Mosca. Fino alla fine della scorsa settimana, il Cremlino si rifiutava di escludere Putin dalla partecipazione di persona al vertice del G20.

Il presidente russo Vladimir Putin, il primo ministro indiano Narendra Modi e il presidente turco Recep Tayyip Erdogan interagiscono prima di una foto di gruppo al vertice dei BRICS a Johannesburg, in Sud Africa, il 27 luglio 2018.
Il presidente russo Vladimir Putin, il primo ministro indiano Narendra Modi e il presidente turco Recep Tayyip Erdogan interagiscono prima di una foto di gruppo al vertice dei BRICS a Johannesburg, in Sud Africa, il 27 luglio 2018. (Gianluigi Gercia/Reuters)

Il presidente russo ha evitato di recarsi al vertice dei BRICS (Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa) questa settimana a Johannesburg. Ha partecipato a distanza perché rischia un mandato di arresto internazionale con l’accusa di crimini di guerra.

Il mandato d’arresto è stato emesso dalla Corte penale internazionale, organismo internazionale di cui l’India non fa parte. L’India non ha firmato lo Statuto di Roma che ha istituito la Corte e in passato ha ospitato persone ricercate dalla Corte penale internazionale, come l’ex presidente sudanese Omar Hassan al-Bashir.

Il governo federale canadese ha utilizzato il Giorno dell’Indipendenza dell’Ucraina come strumento promozionale per annunciare la tanto attesa nomina del nuovo ambasciatore del paese a Kiev.

Natalka Komuk è stata nominata nuova ambasciatrice del Canada in Ucraina.
Natalka Komuk è la nuova ambasciatrice del Canada in Ucraina. (Affari globali canadesi)

Natalka Kmuk è stata nominata a questa posizione in sostituzione di Larissa Galadza, il cui mandato era scaduto.

Mentre Trudeau parlava con Zelenskyj giovedì, il presidente della commissione per gli affari esteri della Camera dei Comuni, il deputato liberale Ali Ehsasi, era in missione conoscitiva a Kiev con una delegazione di parlamentari europei.

READ  Diga in Norvegia scoppia parzialmente dopo giorni di forti piogge, inondazioni ed evacuazioni - Notizie dal mondo

Diversi funzionari ucraini hanno informato il gruppo, compresi i dipendenti dell’ufficio di Zelenskyj.

Ehsasi, che ha già effettuato viaggi a Kiev, si è detto stupito di quanto sia sicura la capitale ucraina rispetto allo scorso anno, dopo l’introduzione delle principali difese aeree occidentali. Ha detto che i funzionari ucraini gli hanno detto che avevano bisogno di più di questa attrezzatura per difendersi con l’avvicinarsi dell’inverno.

“Sanno molto bene che i russi stanno prendendo di mira le loro infrastrutture energetiche”, ha detto giovedì Ehsasi a CBC News da Kiev.

“Quindi sarebbero molto grati di avere più sistemi di difesa aerea per proteggere le loro infrastrutture energetiche.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *