Rogers, il sindacato che rappresenta i lavoratori in sciopero di Metro Vancouver raggiunge un accordo provvisorio – Business News

Rogers, il sindacato che rappresenta i lavoratori in sciopero di Metro Vancouver raggiunge un accordo provvisorio – Business News

Rogers, L’accordo iniziale dell’Unione

Stampa canadese – | Storia: 458142

Rogers Comunicazioni Inc. ad un accordo provvisorio con il sindacato che rappresenta quasi 300 lavoratori in sciopero a Metro Vancouver dopo che le trattative contrattuali sono fallite e la società ha emesso un avviso di chiusura all’inizio di questo mese.

Una dichiarazione del portavoce di Rogers, Cam Gordon, ha affermato che la società è lieta di raggiungere un accordo provvisorio, aggiungendo che l’obiettivo “è sempre stato quello di raggiungere un accordo negoziato che soddisfi le esigenze dei nostri dipendenti e clienti”.

I rappresentanti della United Steelworkers Local 1944 Unit 60 non hanno risposto a molteplici richieste di confermare l’accordo provvisorio questo fine settimana.

Rogers ha emesso l’avviso di chiusura poco dopo che il sindacato aveva annunciato piani per una serie di scioperi a rotazione tra gli ex tecnici Shaw nella Lower continente della Columbia Britannica.

Il sindacato ha dichiarato di aver emesso un avviso di sciopero di 72 ore dopo aver respinto una proposta dell’azienda, definendolo un “attacco vergognoso ai nostri membri, alle loro famiglie e alle comunità servite da Rogers”.

Una dichiarazione di Rogers afferma di aver chiesto al sindacato di fornire chiarimenti sull’azione lavorativa pianificata, ma “non sono stati condivisi ulteriori dettagli” e la società ha intrapreso quello che ha descritto come un passo esitante per emettere un avviso di chiusura e attivare piani di emergenza per garantire potrebbe fornire ai clienti un servizio ininterrotto.

READ  Un nuovo rapporto schiacciante suggerisce che Ford non ha alcun “piano” per porre fine alla crisi del personale dell’ospedale

La società non ha confermato alcun dettaglio o tempistica riguardante l’accordo iniziale.

I lavoratori sono ex tecnici Shaw che Rogers ha assunto quando le due società si sono fuse la primavera scorsa. Supportano case e aziende con servizi Internet, telefonici e TV a Vancouver, Richmond, Surrey e Langley, BC

Le due parti stavano negoziando da febbraio poiché i membri del sindacato lavoravano secondo i termini del loro precedente contratto collettivo scaduto il 23 marzo.

A settembre, dopo l’inizio del processo di conciliazione con il Servizio federale di mediazione e conciliazione, i lavoratori hanno votato con il 99,6% a favore dello sciopero.

Il sindacato ha affermato che le recenti perdite di posti di lavoro legate alla fusione, che è intesa a ridurre la sovrapposizione in seguito all’acquisizione da 26 miliardi di dollari di Rogers, solleva interrogativi sull’impegno dell’azienda a creare 3.000 nuovi posti di lavoro nel Canada occidentale in cinque anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *