Nations League, Spagna e Germania 6-0. Un gol per Murata

Nell’ultima partita del Gruppo A4, la squadra locale di Luis Enrique, Low: 6-0, ha umiliato una tripletta di Ferran Torres e gol di Morata, Rodry e Ayarzabal. Gli spagnoli vincono il girone e raggiungono la Francia in semifinale

Ritmo, aggressivo, tecnico. La Spagna, guidata da Luis Enrique, ha dominato la Germania e si è imposta con un pesante 6-0 che le ha permesso di vincere il Gruppo 4 della Nations League e qualificarsi così per il quarto turno, in programma per ottobre 2021. Decisivi i gol di Morata (tutti 17 ‘), Ferrán Torres (al 33’, 55 ‘e 72’), Rudri (a 38 ‘) e Oyarzabal (a 89’). La Germania ha subito 16 gol in 8 partite giocate nel 2020. In tre occasioni ha subito 3 gol dalla vetta (anche prima di oggi, contro Turchia e Svizzera). Oltre ai problemi difensivi, i tedeschi sono apparsi confusi e impossibilitati a giocare se pressavano troppo in alto.

La Spagna non è mai riuscita a segnare 4 gol contro la Germania e lo scontro diretto tra spagnoli e tedeschi prima di quel giorno ha visto solo più di 3 gol. Prima della fine del primo tempo, Luis Enrique è stato costretto ad abbandonare sia Canales che Sergio Ramos, entrambi sostituiti per problemi fisici. Dal 24 maggio 1931 la Germania non ha perso 6-0 contro l’Austria.

Gara

In Spagna, per vincere il girone, devono vincere e Luis Enrique schiera la sua squadra 4-2-3-1 con Torres, Coco e Olmo dietro all’unica punta Morata. Löw si concentra invece sul tridente di Gnabry, Sané e Werner. La prima occasione di Ramos, al 6 ‘, è con Neuer che però reagisce e su punizione gira giù. Morata prova a tirarlo da solo al 15 ‘, ma, dai 20 metri, non riesce a inquadrare il gol. Le cose andarono meglio in 17 minuti quando, su un calcio d’angolo di Fabian Ruiz, batté Gnabry nell’angolo più lontano e batté Neuer. La Germania non ha reagito e al 22 ‘Torres ha mancato la prima occasione della sua serata, knock out da buona posizione. Al 25 ‘Morata viene cancellato 2-0 (fuorigioco), al 31’ Torres manda Olmo mettendo in difficoltà Neuer, ma bravo a salvarsi in corner. Al 33 ‘, però, il talento del City trova il gol: su cross di Koke è Olmo a colpire la traversa, e Torres va a segno e getta in rete. Al 38 ‘il punteggio arriva 3-0: altro calcio d’angolo di Fabian Ruiz, che Rodri supera Gundogan e sconfigge nuovamente Neuer. La Germania non è riuscita a creare occasioni, ed è chiaro che il centrocampo spagnolo è superiore e non lascia respirare l’avversario (figuriamoci pensare …). La trama della partita, infatti, non cambia nemmeno nel secondo tempo.

READ  Il Leeds United gioca ACE Goonto in Inghilterra contro l'Italia, hanno risposto i giornali italiani

Recupero

Dopo l’intervallo, la Germania sembra pronta a mettere pressione sugli avversari già in campo di trincea, ma la Spagna approfitta del contropiede: Koch perde palla a centrocampo e contropiede di Olmo, che fa bene a Neuer. In contraccolpo arriva Koke, che Koch ha rifiutato il suo colpo. Al 55 ‘il punteggio arriva sul 4-0, sempre in contropiede: Gaia sfonda dalla fascia sinistra e manda Torres, che aveva ancora due passi di vantaggio su Neuer. Al 72 ‘5-0: terzo assist di giornata di Fabian Ruiz, bravo a servire Torres che ancora oscilla dal limite. L’unico tra i tedeschi a provarci è stato Gnabry, che al 78 ‘ha colpito la traversa da oltre 20 metri. All’89’ sono arrivato 6-0: con un tiro di Rudri, Gaia è sceso e ha servito Uyarzabal, che non ha fatto altro che mettere la palla dentro L’obiettivo. il gol. Finisce così, come un tennis di gruppo. È stata, infatti, una delle più grandi umiliazioni della storia tedesca. Con Luis Enrique che gongola e si gode la Spagna. Forte, molto forte e spietato.

Curiosità

Morata è il 18 ° gol della Spagna. L’attaccante bianconero non segna per la Nazionale da un anno esatto (15 novembre 2019, contro Malta), e gli spagnoli non perdono contro la Germania (nella partita ufficiale) dal 17 giugno 1988, quando i tedeschi erano alla prima tappa del Campionato Europeo. Ha vinto 2-0 con due gol di Rudi Fuller. Con la partita di oggi, Neuer diventa il portiere tedesco più apparso in nazionale: con il suo codice 96 che infrange Sepp Mayer. Non è la notte migliore per festeggiare però. Ferran Torres è il primo spagnolo a segnare una tripletta contro la Germania.

READ  "Lo zucchero è diventato una sorta di medicina per noi ed è ancora molto difficile per me quando sono a dieta e devo rinunciare ai dolci".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.