Mondiale Superbike: Jonathan Rea è 3° con Alvaro Bautista che vince il match di apertura dell’Estoril

Jonathan Rea e Toprak Razgatlioglu hanno gareggiato per il primo posto e si sono scambiati le posizioni in diverse occasioni

Alvaro Bautista ha ottenuto una straordinaria vittoria dell’ultimo minuto davanti a Toprak Razgatlioglu nella prima emozionante gara mondiale di superbike all’Estoril.

Bautista della Ducati è arrivato terzo per la maggior parte della gara mentre Razgatlioglu e Jonathan Rea hanno lottato per il comando.

Dopo la sottomissione di Rea, Bautista è riuscito a superare la Yamaha sulla strada per la bandiera a scacchi vincendo con 0,1 secondi.

Bautista ora guida il pilota Kawasaki Ria, terzo in classifica, di 27 punti.

Razgatlioglu è balzato al primo posto Rhea dalla linea, e dietro di lui, Bautista ha dovuto intervenire per evitare l’espulsione del compagno di squadra Michael Ruben Rinaldi.

Questo ha messo Bautista dietro la Yamaha di Andrea Locatelli, permettendo a Razgatlioglu e Rea di ritirarsi davanti nonostante le posizioni scambiate quasi ad ogni giro.

Dopo aver terminato entrambe le gare nell’ultima gara di Assen all’inizio di maggio, il nordirlandese Ria ha pareggiato la gomma posteriore della sua Yamaha Razgatlioglu al terzo giro, ma entrambi i piloti sono riusciti in qualche modo a rimanere in piedi.

Alvaro Bautista guida il campionato, con 27 punti di vantaggio sul Real Madrid
Alvaro Bautista guida il campionato, con 27 punti di vantaggio sul Real Madrid

La coppia di testa ha continuato a scambiarsi posizioni e aprire un buco a Locatelli, ma Bautista ha fatto una mossa a metà strada italiana durante la gara di 21 giri e si è imposto sui suoi rivali per il titolo.

Mentre la battaglia per il comando, che ha visto Rhea e Rajatlioglu correre fianco a fianco, giro dopo giro, è proseguita, Bautista è stato in grado di battere con tempi costanti, ed era in fondo ai primi per otto giri.

Ria ha tentato di passare la palla da fuori Razgatlıoğlu a sei giri dalla fine, il che ha portato il 34enne a correre fino alla prima curva e consentire a Bautista di finire secondo.

READ  Rapporto di scouting: Alex Dunne - Formula Scout

Il sei volte iridato Ria è scivolato e si è piazzato terzo e, nonostante Bautista si fosse avvicinato a Razgatlioglu, ha faticato a sorpassare il pilota turco in frenata.

Tuttavia, la mossa decisiva è arrivata dall’ultima curva, quando Bautista si è avvicinato e ha trascinato la Yamaha sotto la bandiera a scacchi vincendo con 0,1 secondi.

Ria ha recuperato di 4,8 secondi, mentre Locatelli è arrivato quarto, davanti al duo Iker della Honda Lecona e Xavi Vierg. L’inglese Alex Luiz su Kawasaki e la BMW di Scott Redding erano settimo e ottavo.

La Superpole Sprint si svolgerà domenica mattina prima della seconda gara di 21 giri nel pomeriggio.

“Ho giocato le mie carte e ho vinto”

“E’ stata una gara molto difficile perché stavo per limitare la prima all’ultima curva”, ha detto Bautista a Eurosport dopo la sua vittoria.

“che essi [Rea and Razgatlioglu] Ho iniziato a combattere e sono riuscito a guadagnare un po’ di tempo. Stavano litigando, quindi hanno usato più pneumatici.

“Ho provato a sorpassare Toprak ma era troppo forte in frenata, quindi ho usato la mia forza per sorpassarlo all’ultimo giro. Ho giocato le mie carte e ho vinto, sono molto contento e mi sono goduto la gara”.

Rhea si è dovuto accontentare del terzo posto e ha detto di aver perso velocità a metà gara.

“All’inizio andava bene, ma ho perso un po’ di pressione sui freni. Ho commesso un errore lasciando passare Alvaro, ma fino ad allora mi sono divertito con Toprak”, ha detto Rhea.

“Stavamo inciampando un po’. Mi sentivo come se fossi più veloce in molte aree ma da metà percorso in poi mi mancava qualcosa.

READ  Mattia Binotto dice che sarebbe "completamente sbagliato" se la Ferrari cambiasse obiettivi

“Da lì è stata tutta una questione di guida. Ho tolto il piede dall’acceleratore e mi sono piazzato terzo, che è la cosa intelligente da fare, ma non è mai stata una buona cosa da fare”.

1 – Alvaro Bautista (Spa) ducati 134
2. Jonathan Rea (Gran Bretagna) Kawasaki 107
3 – Toprak Razgatlioglu (Giro) Yamaha 84
4 – Andrea Locatelli (ETA) Yamaha 68
5 – Iker Likouna (Spa) Honda 60
6. Michael Rubin Rinaldi (ETA) ducati 50

A proposito di BBC - VociInformazioni sul footer della BBC - Voci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.