L’Union Berlino strappa il primo punto in Champions League al Napoli

L’Union Berlino strappa il primo punto in Champions League al Napoli

Mercoledì l’Union Berlino ha ottenuto il suo primo punto in Champions League dopo aver pareggiato 1-1 contro il Napoli in una giornata che ha visto tensione tra i tifosi del sud Italia.

La squadra di Urs Fischer mette fine a una serie di 12 sconfitte consecutive grazie al rimbalzo di David Fofana al 52′, il suo primo gol con l’Union da quando è arrivato in prestito dal Chelsea. Il gol regala un difficile pareggio contro i Campioni d’Italia.

L’Union rimane in fondo al Gruppo C, a sei punti dal Napoli, secondo in classifica, e difficilmente raggiungerà gli ottavi, ma ha accolto i tifosi rumorosi che si sono radunati al termine dello stadio Diego Armando Maradona dopo gli scontri con la polizia e i sostenitori di della squadra di casa nel periodo precedente la partita. Alla partita.

“Conquisteremo un punto molto importante, ma non possiamo riposare sugli allori”, ha detto a Sky Sports in Italia il difensore dell’Al-Ittihad Leonardo Bonucci.

“Abbiamo subito un gol davvero sfortunato… Questo riassume quello che abbiamo passato. Ma abbiamo reagito bene come squadra”.

“Sapevamo di poterli colpire in contropiede visto che il Napoli gioca molto aperto e siamo stati premiati”.

Il Napoli avrebbe fatto un enorme passo avanti verso la fase a eliminazione diretta se avesse vinto e sembrava destinato a farlo quando Matteo Politano ha segnato il primo gol per i padroni di casa al 39′.

La squadra guidata da Rudi Garcia è invece a due punti dalla capolista Real Madrid, che potrebbe qualificarsi dal girone se vincerà mercoledì contro l’ospite Braga.

Il Napoli, che ha dominato la partita ma ha faticato a creare occasioni contro la difesa ben attrezzata dell’Union, è ancora in una buona posizione per qualificarsi poiché ha quattro punti di vantaggio sul Braga.

READ  Attrezzature e Locali Centro Sportivo Partner del Salone

Ma il pareggio viene accolto come una sconfitta, soprattutto per come il Napoli ha aperto il contropiede messo a segno da Fofana dopo che Alex Meret aveva respinto un potente tiro in porta di Cheraldo Becker.

Il Napoli poi si recherà a Madrid e ora affronterà un momento ancora più teso cercando di uscire dal girone con il Braga che verrà al Napoli per l’ultima partita del girone.

“Avremmo dovuto gestire meglio l’avanzata – ha detto a Sky il capitano Giovanni Di Lorenzo -. Non eravamo in posizione e quindi siamo stati circondati da contropiedi”.

“Dobbiamo qualificarci, ma è un peccato perché penso che meritiamo sicuramente di vincere. Ma la qualificazione è ancora aperta.”

La partita di mercoledì è stata preceduta da rivolte di tifosi a Napoli, dove la polizia ha arrestato 11 tedeschi dopo che circa 300 tifosi dell’Etihad si sono scatenati nel centro di Napoli martedì in scene simili a quanto accaduto quando i tifosi dell’Eintracht Francoforte hanno scatenato il caos in città a marzo.

La tensione è continuata anche nel pre e nel corso della partita, con liti scoppiate fuori dallo stadio e fuochi d’artificio dei tifosi del Napoli al termine del primo tempo, che si è concluso con la festa dell’Al-Ittihad per un punto storico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *