L’avvocato afferma che l’informatore dell’IRS vuole testimoniare sull’indagine su Hunter Biden

L’avvocato afferma che l’informatore dell’IRS vuole testimoniare sull’indagine su Hunter Biden

Un agente speciale dell’IRS sta cercando la protezione degli informatori per rivelare informazioni su ciò che l’agente sostiene stia gestendo male un’indagine sul figlio del presidente Joe Biden, Hunter, secondo una lettera inviata ai membri del Congresso.

Mark Little, un avvocato dell’informatore dell’IRS, ha scritto mercoledì ai legislatori che il suo cliente aveva informazioni sulla “mancata mitigazione degli apparenti conflitti di interesse nella disposizione finale” di un’indagine penale relativa alle minori tasse di Biden e se ha commesso un falso accusa. Dichiarazione relativa all’acquisto di armi.

“Nonostante i seri rischi di ritorsioni, il mio cliente si offre di fornirvi le informazioni necessarie per esercitare la vostra funzione di controllo costituzionale ed è disposto a divulgare le informazioni in modo imparziale alla leadership dei comitati competenti su entrambi i lati del corridoio politico”, ha affermato Lytle. in una lettera ottenuta dall’Associated Press, inviata ai presidenti e ai membri di diverse Commissioni di Camera e Senato.

La lettera afferma che l’agente speciale di supervisione ha precedentemente divulgato informazioni che cerca di condividere con il Congresso internamente con l’IRS e un’agenzia di supervisione del DOJ. Little ha aggiunto che il suo cliente è in grado di contraddire la testimonianza giurata resa ai legislatori “da un alto funzionario politico”. Questo incaricato non è nominato.

L’avvocato ha aggiunto che l’agente speciale vuole anche divulgare “esempi di trattamento preferenziale e politica che pregiudicano impropriamente decisioni e protocolli che normalmente sarebbero seguiti da professionisti delle forze dell’ordine in circostanze simili se l’argomento non è politicamente correlato”.

Il Dipartimento di Giustizia ha rifiutato di commentare. Le richieste di commento dell’IRS e del team legale di Hunter Biden non hanno ricevuto risposta immediata.

READ  La Germania accusa la Bielorussia di "contrabbando di Stato" in mezzo alla crisi dei migranti

Il senatore repubblicano Josh Hawley del Missouri:

lunga sonda

Le tasse e gli affari esteri di Hunter Biden sono stati oggetto di un’indagine della giuria federale nel Delaware almeno dal 2018. Ad oggi non sono state presentate denunce.

Inoltre, la sua appartenenza al consiglio di amministrazione di una società energetica ucraina e i suoi sforzi per concludere accordi in Cina hanno suscitato domande da parte dei repubblicani sul fatto che commerci a nome di suo padre e nel servizio pubblico.

Joe Biden ha detto di non aver mai parlato con suo figlio di affari esteri. Non ci sono indicazioni che l’indagine federale coinvolga il presidente.

fiamma frontale28:00La sordida saga del laptop di Hunter Biden

La lettera dell’informatore, riportata per la prima volta dal Wall Street Journal, arriva mentre i repubblicani della Camera hanno aperto le proprie indagini su quasi ogni aspetto dei rapporti d’affari di Hunter Biden, incluso l’esame dei pagamenti esteri e altri aspetti delle sue finanze.

Il presidente del Comitato di supervisione della Camera, Rep. James Comer, R-Ky., Ha esaminato le transazioni finanziarie segnalate effettuate dai membri della famiglia Biden per attirare l’attenzione su di esse. Questi rapporti finanziari sono di routine, con transazioni finanziarie più grandi segnalate automaticamente al governo e non sono prove di cattiva condotta da parte loro.

Il rappresentante James Comer, che è apparso l’8 febbraio durante un’udienza in commissione a Washington, DC, era tra i repubblicani desiderosi di indagare sugli accordi commerciali all’estero di Hunter Biden. (Evelyn Hochstein/Reuters)

Ma Kummer, che guida le varie indagini su Hunter Biden, ha affermato che la lettera dell’informatore è un’ulteriore prova dell’importanza delle indagini del Congresso sul presidente e sulla sua famiglia.

READ  VICE S04E04 include filmati di supporto per la stampa: rapporto

“È profondamente preoccupante che l’amministrazione Biden possa ostacolare la giustizia ostacolando gli sforzi per accusare Hunter Biden di violazioni fiscali”, ha dichiarato giovedì Kummer in una dichiarazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *