L’americano Bobby Fink vince l’oro negli 800 m stile libero maschili

Simone Biles degli Stati Uniti manda un bacio mentre guarda la finale maschile del 28 luglio. Jamie Squire/Getty Images

Gli sponsor di Simon Biles hanno fornito dichiarazioni di sostegno mercoledì dopo la sua decisione di ritirarsi dalle gare di ginnastica individuali e generali di giovedì alle Olimpiadi di Tokyo.

La 24enne campionessa ha citato i problemi di salute mentale come motivo del suo precedente ritiro dalla competizione della squadra martedì durante le interviste con i giornalisti a Tokyo. Biles potrebbe ancora competere nelle finali dell’evento singolo la prossima settimana.

Kyle Andrew, chief brand officer di Athleta, ha affermato che l’azienda di abbigliamento sportivo è al fianco di Biles e sostiene il suo benessere “dentro e fuori la competizione”. Biles ha firmato un accordo di sponsorizzazione con Athleta all’inizio di quest’anno dopo aver rescisso il suo contratto con Nike.

“Essere il migliore significa anche sapere come prendersi cura di se stessi”, ha detto Andrew mercoledì a CNN Business via e-mail. “La sua leadership ci ha ispirato oggi e noi siamo dietro di lei in ogni fase del percorso”.

Martedì, Biles ha detto che avrebbe preso il resto delle Olimpiadi “giorno per giorno” mentre cerca di aggiungere alle quattro medaglie d’oro che ha vinto alle Olimpiadi di Rio 2016.

Andrea Fairchild, vicepresidente senior della strategia di sponsorizzazione globale, ha affermato che Visa, un altro sponsor sportivo, riconosce “la decisione incredibilmente coraggiosa” di Biles. La decisione “dimostra come Simon sia in grado di ispirare dentro e fuori dal tappeto”.

Biles è uno dei 102 sponsor del visto per gli atleti olimpici in collaborazione con il programma Team Visa. “Le auguriamo tutto il meglio nei prossimi giorni”, ha aggiunto Fairchild.

Il marchio di frullati proteici Core Power ha twittato mercoledì mattina che Biles “ci mostra che il suo coraggio e la sua forza si estendono ben oltre il tappeto”.

READ  Globe lancia il servizio di roaming 5G in Italia e in altre località del Nord America

La società ha aggiunto su Twitter con un’emoji di capra: “Siamo in soggezione di te oggi e ogni giorno” – riferendosi a GOAT, o il più grande di tutti.

Core Power ha dichiarato a CNN Business di aver collaborato con Biles negli ultimi sei anni e di essere uno dei suoi ambasciatori del marchio dal 2016. La società ha lanciato una nuova campagna pubblicitaria con Biles il 29 giugno.

“Abbiamo supportato il suo recupero fisico con la nostra bevanda proteica Core Power e, come azienda, sosteniamo inequivocabilmente la sua salute”, ha affermato la società via e-mail.

United Airlines, lo sponsor del Team USA, non ha risposto immediatamente mercoledì mattina a una richiesta di commento. La società ha dichiarato al sito di notizie sportive Sportico di essere orgogliosa di collaborare con Biles per anni e di continuare a supportarli.

Uber Eats, che ha presentato Biles nella sua pubblicità “Tonight I’m Going to Eat” alla fine dell’anno scorso, ha affermato che anche lei è al suo fianco.

“Ha dimostrato una vera forza sia all’interno che all’esterno della palestra e ha dato un incredibile esempio per gli atleti di tutto il mondo”, ha affermato la società.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *