Heartbreak come Imogen Grant ed Emily Craig di GB negano la medaglia di canottaggio per 0,01 secondi nell’epica finale

Cambridge Rowing Imogen Grant. Foto: Nick Middleton (48974565)

Imogen Grant ed Emily Craig hanno sofferto una medaglia al cuore in un’epica finale delle doppie barche a remi leggere femminili alle Olimpiadi di Tokyo.

Il duo britannico ha prodotto una prestazione decisa e audace, ma ha perso la medaglia di bronzo per 0,01 secondi perché solo due secondi separavano l’intero campo.

È stato un singolo colpo che alla fine ha deciso il risultato di Grant e Craig, che hanno concluso la regata in 6:48.04 sull’olandese Marek Keijser e Els Paulis in 6.48.03.

L’equipaggio italiano Valentina Rodini e Federica Cesarini ha preso l’oro in 6 minuti e 47,54 secondi, e la Francia ha preso l’argento in 6.47,68.

Gli olandesi, che hanno vinto le Olimpiadi di Rio cinque anni fa con Pulis e Mike Head, sono stati i più veloci sulla distanza, ma il duo britannico ha rapidamente preso il ritmo, spingendo la palla dell’arco in avanti per superare i 500 metri in prima posizione, 0,25 secondi avanti dei francesi. .

C’era solo metà della lunghezza che separava l’intero campo, che equivale a 1,5 secondi.

A metà dei 1.000 metri, Craig e Grant erano quarti guidati da Keijser e Paulis, e hanno chiesto una mossa per aumentare la frequenza dei colpi nei terzi 500 metri.

È stato eguagliato dagli italiani, i campioni d’Europa, ma Grant e Craig hanno tenuto i loro 1.500 metri al secondo posto, a soli 1,35 secondi di vantaggio sugli olandesi.

È diventata una gara a corsia veloce, con quattro equipaggi in lizza per tutte e tre le medaglie, e non c’era una seconda ipotesi sul fatto che sarebbe andata.

Gli italiani hanno accusato i Paesi Bassi, così come il duo francese.

READ  Le sei meraviglie del Milan in Football Manager 2022: Maldini, Adly

Poi l’equipaggio olandese ha catturato un granchio negli ultimi colpi, aprendo la porta a Grant e Craig per prendere il bronzo, ma era troppo vicino per chiamarlo e si è diretto verso la fine della foto.

I primi quattro equipaggi non erano sicuri di come sarebbe stato chiamato il risultato e gli italiani erano esultanti quando è stata annunciata la loro vittoria.

Ma questa è stata l’altra faccia della medaglia per l’equipaggio britannico, che ha fatto del suo meglio in una gara davvero memorabile perdendo il podio per soli 0,01 secondi.

Dopo la gara, Grant ha detto alla BBC: “In molti modi tutto è andato più o meno come previsto. Sapevamo che sarebbe stato eccezionalmente stretto, sapevamo che tutti gli equipaggi dell’evento erano di uno standard davvero elevato, sapevamo che dovevamo eseguire Il nostro piano è di correre nel miglior modo possibile e trovare altra attrezzatura se possiamo.

“Onestamente, tutte queste cose sono andate come previsto, ed è successo che il risultato non è stato esattamente quello che speravamo.

“Penso che sarei andato a 10 secondi a circa 700 metri dalla fine, come previsto in una finale delle Olimpiadi. Mi sentivo come se le mie gambe stessero oscillando negli ultimi colpi e quello potrebbe essere il punto in cui abbiamo perso, ma alla fine significava che abbiamo svuotato il serbatoio completamente.

“Sono sicuro che affonderà un po’. Essere alle Olimpiadi è più che vincere una medaglia, riflette in realtà quanto lontano siamo arrivati ​​negli ultimi due o tre anni della nostra medaglia nel 2019. Ovviamente speravamo per una medaglia qui. Ma alla fine sono davvero orgoglioso di quello che abbiamo fatto”.

READ  Galleria fotografica: Scudetto lampo, Beuli a +6 nell'Inter

Leggi di più

Olimpiadi di Tokyo: Imogen Grant prende ispirazione dagli amici che lavorano al NHS

Imogen Grant punta allo sport e alla formazione per diventare un medico junior


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.