La Russia continua a bombardare l’Ucraina orientale dopo aver esposto possibili fosse comuni vicino a Mariupol

Scorso:

  • Un funzionario ucraino ha detto che l’acciaieria di Mariupol dove si rifugiano gli ucraini è ancora oggetto di bombardamenti.
  • Un alto funzionario militare russo ha affermato che le forze mirano a prendere il pieno controllo dell’Ucraina orientale e meridionale.
  • Nuove immagini satellitari mostrano fosse comuni visibili vicino a Mariupol.
  • L’ufficio per i diritti umani delle Nazioni Unite afferma che le azioni delle forze russe “possono equivalere a crimini di guerra”.
  • Quali domande hai sull’invasione russa dell’Ucraina? Invia un’e-mail a [email protected]

Le immagini satellitari di quelle che sembravano essere file di fosse comuni appena scavate alla periferia di Mariupol hanno evidenziato sempre di più gli orrori della guerra in Ucraina, poiché la Russia venerdì ha bombardato le roccaforti ucraine presso l’acciaieria della città e altri obiettivi in ​​una campagna per catturare l’industriale del paese est.

“Ogni giorno lanciano diverse bombe su Azovstal”, ha detto Petro Andryushenko, consigliere del sindaco di Mariupol, delle acciaierie assediate. “I combattimenti, i bombardamenti ei bombardamenti non si fermano”.

Altre città del Donbass sono state sotto il fuoco russo durante la notte e gli attacchi si sono sovrapposti ai tentativi di evacuare i civili dall’area.

La regione, sede di miniere di carbone, impianti metallurgici e fabbriche di attrezzature pesanti, si sta preparando per quella che potrebbe essere una campagna decisiva mentre il presidente russo Vladimir Putin cerca di salvare una guerra di otto settimane ampiamente considerata un grave errore e un disastro umanitario. .

Giovedì, Putin ha dichiarato la vittoria nella battaglia per la strategica città portuale meridionale di Mariupol, anche se si stima che circa 2.000 ucraini siano ancora intrappolati nelle tentacolari acciaierie, che sono state bombardate per settimane. Putin ha ordinato alle sue forze di non assaltare la fabbrica, ma di chiuderla “in modo che nessuna mosca potesse attraversarla”.

READ  L'irrazionalità di Putin ha fatto sì che nessuno potesse impedire la guerra: l'inviato del Canada in Ucraina

Allo stesso tempo, Maxar Technologies ha rilasciato nuove immagini satellitari che secondo loro mostravano più di 200 tombe in una città vicino a Mariupol, suscitando accuse secondo cui i russi stavano cercando di nascondere il massacro di civili in corso nella città.

Le prime stime degli ucraini affermano che le tombe potrebbero contenere 9.000 corpi, ma Andryushenko ha detto che potrebbero essercene di più. Le autorità ucraine hanno affermato che più di 20.000 civili sono stati uccisi nei quasi due mesi di assedio di Mariupol.

Queste immagini satellitari prima e dopo mostrano una panoramica di un cimitero e l’ampliamento di nuove tombe a Manush, vicino a Mariupol, il 19 marzo e il 3 aprile. (Maxar Technologies/Reuters)

“Le tombe sono state scavate e i corpi vengono ancora scaricati lì”, ha detto l’assistente del sindaco.

Putin ha detto, venerdì, che la Russia ha dato alle forze ucraine all’interno dell’acciaieria la possibilità di arrendersi, con garanzie per mantenerle in vita, e ha offerto “trattamenti e cure mediche decenti”, secondo un resoconto telefonico con il presidente del Consiglio europeo Charles Michel. sempre che provenisse dal Cremlino.

“Ma il regime di Kiev non permette loro di cogliere questa opportunità”, ha detto Putin.

Funzionari ucraini hanno affermato che i ripetuti tentativi di evacuare i civili dalla città non hanno avuto successo perché la Russia non ha aderito al cessate il fuoco.

Il vice primo ministro ucraino Irina Verychuk ha affermato che venerdì non saranno aperti corridoi umanitari per evacuare i civili in Ucraina perché è troppo pericoloso. Ha esortato i civili ad “essere pazienti” e “rimanere lì”.

Un cane randagio cammina tra le macerie del terminal dell’aeroporto di Mykolaiv, nel sud dell’Ucraina, venerdì. La città portuale è stata bersaglio degli attacchi russi durante la loro invasione dell’Ucraina. (Anastasia Vlasova/Getty Images)

La Russia vuole l’Ucraina orientale e meridionale: ufficiale

Giorni dopo l’offensiva russa per la conquista dell’est, la campagna non si è ancora trasformata in un’offensiva a tutto campo, con analisti militari che affermano che le forze di Mosca stanno ancora aumentando. Ma le città sparse nell’est furono colpite da proiettili in arrivo, mandando i cittadini in preda al panico.

La città di Sloviansk, che ha una popolazione di circa 100.000 abitanti nell’Ucraina orientale, è stata presa di mira durante la notte, secondo il sindaco Vadim Lyach, che ha affermato che non sono stati segnalati feriti. Ma ha esortato i residenti ad andarsene e ha detto che sarebbe stato organizzato un convoglio di autobus. A Robyzhny, secondo il governatore di Luhansk Serhiy Haiday, il fuoco russo ha impedito i tentativi di portare autobus per evacuare i civili.

Durante la notte sono stati ascoltati intensi bombardamenti anche a Kharkiv, una città nel nord-est al di fuori della regione del Donbass, ma considerata una delle porte che i russi intendono utilizzare per circondare le forze ucraine nel Donbass da nord, sud e est.

I vigili del fuoco lavorano per spegnere un incendio in un deposito petrolifero vicino a Chuhiv nella regione di Kharkiv, dopo l’attacco missilistico russo di venerdì. (Sergey Popock/AFP/Getty Images)

In caso di successo, la campagna darà a Putin una parte vitale del paese e una vittoria tanto necessaria per mostrare il popolo russo tra le crescenti perdite di guerra e le difficoltà economiche dovute alle sanzioni occidentali.

Ma gli analisti affermano che finora le forze russe non hanno fatto grandi progressi. Un alto funzionario della difesa degli Stati Uniti, parlando in condizione di anonimato per discutere la valutazione del Pentagono, ha affermato che gli ucraini stanno ostacolando gli sforzi russi per avanzare a sud da Izyum fuori Donbass.

Guarda | Putin afferma che le forze russe hanno “liberato” Mariupol:

Putin afferma che Mariupol è un “liberatore” e che i civili ucraini si stanno addestrando al conflitto

Il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato la città di Mariupol, nel sud dell’Ucraina, “liberata” dalle sue forze, nonostante abbia ordinato che una vicina acciaieria fosse posta d’assedio “in modo che nessuna mosca potesse attraversarla”. Altrove in Ucraina, i civili stanno intensificando l’addestramento per combattere le forze russe. 2:46

Venerdì, Rustam Minkayev, il massimo ufficiale militare russo, ha delineato gli obiettivi di guerra della Russia che sembravano più ampi di quanto il Cremlino ha rivelato nelle ultime settimane. Ha detto che le forze russe mirano a prendere il pieno controllo non solo dell’Ucraina orientale, ma anche della costa meridionale.

Ha detto che una tale mossa aprirebbe la strada allo stato della Moldova, dove la Russia sostiene la regione separatista della Transnistria. I funzionari in Moldova diffidano delle azioni di Putin in Ucraina.

Nel frattempo, il principale diplomatico russo, il ministro degli Esteri Sergei Lavrov, ha affermato che i colloqui tra i due Paesi sono stati “sospesi” perché Mosca non ha ricevuto risposta da Kiev alle sue ultime proposte, i cui dettagli non sono stati divulgati.

Il capo negoziatore di Putin ai colloqui, Vladimir Medinsky, ha affermato di aver avuto diversi lunghi colloqui venerdì con il capo della delegazione ucraina. Non ha fornito dettagli su ciò che è stato discusso o se sono stati compiuti progressi.

fosse comuni visibili vicino a Mariupol

La battaglia di Mariupol è vista come la chiave dell’offensiva orientale. La sua cattura libererà le forze russe per prendere parte alla più ampia campagna in Oriente.

Mariupol ha assistito ad alcune delle peggiori sofferenze della guerra e le immagini satellitari pubblicate giovedì hanno suggerito di più. Nelle foto, lunghe file di cumuli di terra si estendono da un cimitero trovato a Manush, fuori Mariupol.

Guarda | Guarda da lontano gli orrori che si svolgono a Mariupol:

La figlia non riesce a raggiungere la madre a Mariupol

“È molto doloroso”, dice una donna ucraina che vive a New York, “che non ha potuto chiamare sua madre a Mariupol dal 2 marzo. 3:25

Non ci sono state reazioni immediate del Cremlino alle immagini satellitari. Quando tre settimane fa sono state scoperte fosse comuni e centinaia di civili morti a Bucha e in altre città intorno a Kiev dopo il ritiro delle forze russe, i funzionari russi hanno negato che i loro soldati avessero ucciso civili lì e hanno falsamente accusato l’Ucraina di atrocità.

In un distretto di Mariupol controllato dalla Russia, gli spari sono rimasti in gran parte silenziosi e giovedì i residenti hanno rischiato di scendere in strada per trovare condomini carbonizzati e auto distrutte. Alcuni portavano borse.

Volontari in tute e maschere bianche a prova di detriti hanno raccolto i corpi dall’interno degli appartamenti e li hanno caricati su un camion contrassegnato dalla lettera “Z”, un simbolo utilizzato per identificare le forze russe e sostenere l’invasione.

Guarda | Raccogliere i morti tra le rovine di Mariupol:

Raccogli i morti a Mariupol

I soccorritori recuperano i corpi delle persone uccise durante l’assedio russo e il bombardamento della città ucraina di Mariupol. 1:53

L’ufficio per i diritti umani delle Nazioni Unite ha condannato fermamente l’invasione russa di venerdì, affermando che le azioni delle forze russe “potrebbero equivalere a crimini di guerra”.

“Durante queste otto settimane, il diritto umanitario internazionale non solo è stato ignorato, ma sembra essere stato messo da parte”, ha affermato Michelle Bachelet, Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani.

Le persone che sono fuggite da Mariupol hanno descritto di essere state intrappolate in condizioni spaventose. Yuri e Paulina Lulac hanno detto di aver trascorso circa due mesi in uno scantinato con almeno altre dieci persone senza acqua corrente e con poco cibo.

“Quello che stava succedendo lì era così orribile che non puoi descriverlo”, ha detto Yuri Lollak, che ha usato una parola dispregiativa per i soldati russi, dicendo che stavano “uccidendo persone per niente”.

“Mariopol se n’è andato. Nelle piazze ci sono solo tombe e croci”, ha detto.

Gli sfollati interni si preparano a salire a bordo di un treno di evacuazione in partenza per Leopoli, il giorno dopo il loro arrivo come parte di un convoglio umanitario da Mariupol, in una stazione ferroviaria nella città meridionale di Zaporizhia venerdì. (Ed Jones/AFP/Getty Images)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.