Le forze ucraine segnalano una diminuzione degli attacchi di terra russi, ma i bombardamenti continuano

Un soldato ucraino si trova accanto a un carro armato russo distrutto nel villaggio di Malaya Rohan vicino a Kharkiv, in Ucraina, il 5 maggio (Ricardo Moraes/Reuters)

L’esercito ucraino ha riportato un minor numero di attacchi di terra russi nelle ultime 24 ore, ma ha affermato che c’erano ancora continui bombardamenti in molti luoghi lungo le linee del fronte nell’est e nel sud del paese.

Il quadro generale suggerisce linee del fronte relativamente statiche, con le forze russe ancora incapaci di catturare le città e i villaggi che hanno attaccato per la prima volta un mese fa.

In un aggiornamento operativo di venerdì, lo stato maggiore ha osservato che le forze russe sembrano riorganizzarsi e che gli sforzi per accaparrarsi terre sono stati limitati ad alcune aree come Popasna nella regione di Luhansk.

Bubasna “viene bombardata 24 ore su 24. Il nemico attacca quotidianamente in interi battaglioni. E la città è quasi distrutta”, ha detto Serhiy Heidi, capo dell’amministrazione militare di Luhansk.
Ha detto che alcuni civili sono ancora a Bubasna, ma i contatti con loro sono andati perduti. Ha aggiunto che feroci battaglie sono continuate intorno a Vojvodivka, dove “l’insediamento è passato attraverso i russi ed è tornato da noi più volte”.

Un gruppo di altre città nelle regioni di Luhansk e Donetsk, come Severodonetsk e Avdiivka, ha riferito che “il nemico non ha condotto alcuna ostilità attiva”.

Nel sud, lo stato maggiore ha affermato che i russi “non hanno condotto ostilità attive, hanno mantenuto i confini occupati, rafforzato i loro sistemi di difesa aerea e guerra elettronica e hanno sparato contro le posizioni delle nostre forze”.

Nell’area in cui si incontrano le regioni di Kherson e Mykolaiv, i russi hanno condotto una ricognizione aerea, secondo lo stato maggiore. Entrambe le parti hanno cercato di impadronirsi del territorio in questa regione, mentre i russi hanno cercato di spingersi a nord e gli ucraini hanno cercato di minacciare il controllo russo della città di Kherson, che è un importante collegamento con la Crimea.

READ  La Russia dice "nessuna svolta" nei negoziati

Giovedì, giornalisti russi hanno riferito che la bandiera russa è stata issata nella città di Snyorivka, nella regione di Mykolaiv.

I rapporti dalle regioni indicano anche che la maggior parte dell’attività russa è stata sotto forma di attacchi missilistici e di artiglieria.

Nella regione di Dnipropetrovsk, la regione di Kryvyi Rih è stata bombardata, ma non ci sono state vittime, secondo Valentin Reznichenko, capo dell’amministrazione militare.

“Il nemico ha sparato pesantemente per tutta la notte lungo l’intera linea di contatto”, ha detto Oleksandr Vilkul, capo dell’amministrazione militare della città di Kryvyi Rih.

D’altra parte, un missile da crociera ha colpito Pokrovsky, che si trova nelle profondità di Dnipropetrovsk, danneggiando la linea elettrica locale, secondo il consiglio regionale.

Le forze russe hanno lanciato missili a intermittenza contro le infrastrutture nella regione di Dnipropetrovsk ma non controllano nessuna parte della regione, secondo le forze ucraine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.