“Inter e Juventus sono più attrezzate e più esperte del Milan”


Un importante scrittore di calcio italiano ha detto oggi che l’Inter è ancora più preparata a vincere il titolo di Serie A in questa stagione.

La squadra di Antonio Conte è rimasta a due punti dai rossoneri lo scorso fine settimana dopo che entrambe le squadre hanno ottenuto vittorie confortevoli nel Round 21.

L’editorialista capo della Gazzetta dello Sport Luigi Garlando ha valutato lo stato dello scudetto, che vede la Juventus scendere di cinque punti sotto i nerazzurri, anche se con una partita rinviata.

Scrive nell’edizione odierna: “Le credenziali di Inter e Juventus sono simili perché hanno le squadre più attrezzate ed esperte”.

Il Milan è una squadra più giovane con meno sostituzioni in panchina e non era sulla carta in gara ad inizio stagione.

“Se sono ancora in cima alla classifica è perché hanno colmato il divario in termini di qualità individuale con il loro gruppo e lo spirito dei loro giocatori.

La gara va così: da un lato si hanno tenacia, fisicità, spietatezza, esperienza e profondità di Inter e Juventus, le due favorite, con Cristiano Ronaldo e la partnership di se no.

“Da un lato c’è lo stile di gioco di alta qualità del Milan, l’entusiasmo per il club, la fame dei giovani, la qualità di Gianluigi Donnarumma e Zlatan Ibrahimovic”.

Garlando ha toccato anche le stelle dei tre contendenti al titolo, e ha avvertito Inter e Juventus che hanno ancora un grosso ostacolo da superare se vogliono battere il Milan in testa.

Ha spiegato che “Ronaldo e Ibrahimovic sono entrambi campioni nelle loro squadre”.

“Ma se il Milan ha passato lunghi periodi senza aghi, la Juventus deve ancora dimostrare di poter vincere senza CR7, così come l’Inter non è stata senza Romelu Lukaku”.

READ  Ecco il design italiano dell'auto sportiva americana

L’Inter affronterà la Lazio domenica a San Siro prima del secondo derby della Madonnina di Serie A del 21 febbraio.

Ma prima, domani sera, i nerazzurri affronteranno la Juventus nel ritorno delle semifinali di Coppa Italia, perché la squadra di Conte dovrà ribaltare il 2-1 in svantaggio dell’andata della scorsa settimana a San Siro.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *