Il giocatore di Lens e Repubblica Democratica del Congo Gail Kakota è stato nominato il miglior giocatore africano nel 2021 nel campionato francese

Gael Kakuta viene dalla Repubblica Democratica del Congo in prestito al Lens dal suo rivale francese Amiens

Il centrocampista della Repubblica Democratica del Congo Linse Gael Kakota ha vinto il premio Marc-Vivien Foe 2021 come miglior giocatore africano nella Ligue 1 League.

“Ringrazio Dio per questo, ma non avrei fatto tutto da solo senza i miei compagni di squadra, questo grande club e tutti coloro che hanno fatto parte della mia carriera”, ha detto l’ex giocatore del Chelsea.

Kakota ha vinto il premio con 219 punti, davanti all’attaccante algerino del Montpellier Andy Delorte (118) e al Lyon Tino Kadewiri dello Zimbabwe (70).

Il premio è votato da giornalisti di tutti i settori dei media ed è co-sponsorizzato da Radio France Internationale (RFI) e dal canale di notizie TV France24.

A 29 anni, l’ex giocatore del Chelsea diventa il vincitore del titolo più anziano; Chiamato in onore di Mark Vivien Foy dal Camerun, Morto dopo essere caduto in campo durante la Confederations Cup del 2003 in Francia.

Kakota è attualmente in prestito al Lens, dove ha iniziato la sua carriera giovanile, Dalla Ligue 2 di Amiens.

Da quando si è unito a loro lo scorso luglio, ha segnato 11 gol e fornito cinque assist in 34 partite di Ligue 1, diventando il primo giocatore della Repubblica Democratica del Congo e di Lyence ad essere nominato il miglior giocatore africano del campionato di Ligue 1.

Club e controversie

Il giocatore della Repubblica Democratica del Congo Gael Kakuta gioca per il Chelsea nel 2010
Il giocatore della Repubblica Democratica del Congo Gael Kakuta gioca per il Chelsea nel 2010

Cakota sta vivendo un po ‘di rinascita in Francia dopo una promettente carriera iniziata in modo controverso al Chelsea e che lo ha portato in 12 club in Inghilterra, Paesi Bassi, Italia, Spagna e Cina.

Kakota è tornato alla ribalta nel 2007, quando la squadra della Premier League Chelsea era così ansiosa di firmarlo che alla fine hanno ottenuto un divieto di trasferimento dalla FIFA perché aveva spinto Kakota a rompere il suo contratto con il Lens.

Il Chelsea ha ottenuto un divieto di trasferimento di 16 mesi nel settembre 2009 dalla FIFA di conseguenza – è stato revocato subito dopo quando Chelsea, Lyense e Cakota hanno concordato che il contratto del giocatore con la squadra francese non era in vigore.

Dopo un promettente inizio della sua carriera calcistica con il Chelsea – dove è finito come capocannoniere nella squadra giovanile e votato Academy Player of the Year 2007-2008 – le fortune di Kakota caddero rapidamente in rovina.

In primo luogo, ha subito un infortunio alla caviglia nel febbraio 2009 che lo ha tenuto fuori di prigione per sei mesi.

Nello stesso anno, è stato bandito dal gioco per quattro mesi e condannato a una multa di 780.000 euro per una controversia sul contratto del Lens.

Una volta tolte le sanzioni nel febbraio 2010, il futuro sembrava più luminoso per Cakota: ha fatto 16 partite per i Blues prima di firmare un nuovo contratto di quattro anni e mezzo a dicembre.

Nel giro di poche settimane, tuttavia, è stato ceduto in prestito al Fulham e poi dopo non averlo mandato al Bolton Wanderers prima che un altro accordo lo portasse al club francese Dijon nel 2012.

Dopo aver lottato per stabilizzare la Ligue 1, non è riuscito a mettersi alla prova in prestito in Olanda (Vitis Arnhem), Italia (Lazio) e Spagna (Rayo Vallecano) prima che il Chelsea lo liberasse a metà 2015.

Poi ha firmato un lungo contratto con il Siviglia, ma il suo tempo in Spagna è stato pieno di infortuni e perdita di livello.

Dopo solo cinque partite, era di nuovo in viaggio: nella squadra di Hebei China Fortune nella Chinese Super League nel febbraio 2016.

Dieci mesi dopo, è tornato in Spagna – di nuovo in prestito – con il Deportivo La Coruña fino alla fine della scorsa stagione.

La vittoria su Marc-Vivien Foe sembra aver giustificato la decisione di Kakuta di rescindere il suo contratto con Hebei Fortune di comune accordo nel luglio 2017 per unirsi ad Amiens.

Ex vincitori della Marc Vivienne Foy Cup:

  • 2020: Victor Osimin (Nigeria, Lille)
  • 2019: Nicholas Pepe (Costa d’Avorio, Lille)
  • 2018: Carl Tocco Ecambi (Camerun, Angers)
  • 2017: Jean-Michael Serry (Costa d’Avorio, Nizza)
  • 2016: Sofiane Bouval (Marocco / Lille)
  • 2015: Andre Ayew (Ghana / Marsiglia)
  • 2014: Vincent Enyeama (Nigeria / Lille)
  • 2013: Pierre Emerick Aubameyang (Gabon / Saint-Etienne)
  • 2012: Younes Belhenda (Marocco / Montpellier)
  • 2011: Gervinho (Costa d’Avorio / Lille)
  • 2010: Gervinho (Costa d’Avorio / Lille)
  • 2009: Marouane Chamakh (Marocco / Bordeaux)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *