Il capo della squadra italiana ha trovato 240mila dollari in macchina

Il presidente di un club di calcio italiano di terza divisione si è dimesso dopo che la polizia ha perquisito la sua auto e ha trovato una valigia piena di $ 240.000 in contanti.

Secondo la Gazzetta, Il presidente di Novara Marcello Cianci non ha saputo spiegare alla Guardia di Finanza da dove ha preso i soldi.

Secondo il rapporto, un gruppo finanziario ha chiesto alla polizia di Reggio Calabria di fermare il Suv su cui si trovava Cianci. Cianci soffriva di un “nervosismo inspiegabile” che ha portato la polizia a perquisire la sua auto e a trovare un sacchetto di cibo pieno di 200.000 euro.

Cianci ha poi rassegnato le dimissioni al Novara dopo l’incidente. È con il club dal 2019 e la squadra ha dichiarato nella sua dichiarazione annunciando le sue dimissioni che non aveva nulla a che fare con i soldi trovati nella sua auto. Il calcio italiano è sempre stato afflitto da scandali finanziari e cattiva gestione.

Novara è al 15 ° posto nel Gruppo A di Serie C (foto di Michael Reagan – FIFA / Football Association via Getty Images)

“Il Novara Calcio comunica di aver ricevuto dal Sig. Marcello Cianci le dimissioni dalla carica di Presidente e Amministratore Delegato della società, per impegni personali e professionali”. Il club ha detto in una dichiarazione.

I membri convocheranno presto un consiglio di amministrazione per eleggere nuove nomine. Di fronte alla notizia che circola in queste ore che vede coinvolta la stessa cosa, il Novara Calcio dichiara di essere del tutto estraneo ai fatti, che riguardano esclusivamente vicende personali e non è legato al suo operato all’interno del club.

Il Novara è attualmente quindicesimo nel Girone A di Serie A e ha solo 23 punti, contro i 46 della prima squadra. Il terzo livello del calcio italiano è composto da 60 squadre divise in tre gironi.

READ  L'italiana Sofia Gogia ha vinto di nuovo la Coppa del Mondo

Altro da Yahoo Sports:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *