Il Bharatiya Janata Party al governo di Modi vota nello stato indiano del Karnataka | Notizie elettorali

Il Bharatiya Janata Party al governo di Modi vota nello stato indiano del Karnataka |  Notizie elettorali

I risultati del sondaggio dovrebbero dare energia all’opposizione profondamente divisa, che conta di formare un fronte unito per sfidare il primo ministro Narendra Modi alle elezioni generali del prossimo anno.

I risultati delle elezioni suppletive hanno mostrato che il partito di opposizione del Congresso indiano ha conquistato il potere in uno stato chiave, sconfiggendo il Bharatiya Janata Party (BJP) al potere del primo ministro Narendra Modi un anno prima delle elezioni nazionali.

Ha rimosso il Bharatiya Janata Party di Modi dall’incarico in Karnataka, l’unico stato del sud controllato dall’assemblea nazionalista indù.

E il sito web della Commissione elettorale ha mostrato che con dozzine di risultati ancora in arrivo sabato, il Congresso aveva già vinto 114 seggi nella camera da 224 seggi, sufficienti per una maggioranza assoluta, ed era avanti in altri 22, dandogli un morbido cuscino. .

Il Karnataka ha una popolazione di oltre 60 milioni di abitanti, più o meno la stessa del Regno Unito, e la sua capitale, Bangalore, è il centro tecnologico dell’India. Lo stato ha votato mercoledì e i risultati completi sono attesi più tardi sabato.

Questo è il secondo stato che il partito di Modi ha perso contro il Congresso negli ultimi sei mesi. A dicembre, il Congresso ha estromesso il Bharatiya Janata Party nel nord dell’Himachal Pradesh, un piccolo stato himalayano.

I risultati del sondaggio dovrebbero dare energia a un’opposizione profondamente divisa che conta di presentare un fronte unito per sfidare Modi alle elezioni generali del prossimo anno, durante le quali cercherà di estendere il suo mandato di premier per il terzo mandato consecutivo.

Jairam Ramesh, segretario generale del Congresso, ha attribuito la vittoria del partito alla campagna su questioni interne come “mezzi di sussistenza e sicurezza alimentare, aumento dei prezzi, disagio dei contadini, fornitura di elettricità, disoccupazione e corruzione”.

READ  Donald Trump ha avvertito che la fila elettorale "non è finita" e che lotterà per invertire la sua sconfitta fino alla fine

“Il primo ministro ha iniettato dissenso e ha tentato la polarizzazione. Il voto in Karnataka è per un motore a Bengaluru che combinerà la crescita economica con l’armonia sociale”, ha scritto Ramesh su Twitter.

“I mercati dell’odio hanno chiuso e i negozi dell’amore si sono aperti”, ha detto il leader del Congresso Rahul Gandhi ai giornalisti presso la sede del partito a Nuova Delhi, dove sostenitori esultanti e membri del partito hanno acceso fuochi d’artificio e ballato al ritmo dei tamburi.

Negli ultimi due anni, il partito di Modi ha cercato di massimizzare i guadagni nello stato del Karnataka, dove la polarizzazione settaria tra la maggioranza indù e la minoranza musulmana si è approfondita dopo che i leader e i sostenitori del BJP hanno vietato alle ragazze di indossare il velo come parte della loro uniforme scolastica.

Secondo il censimento del 2011, il più recente in India, l’84% della popolazione del Karnataka è indù, circa il 13% musulmana e meno del 2% cristiana.

“Accetto rispettosamente questa sentenza.”

Il leader del BJP BS Yediurapa, ex primo ministro, ha ammesso la sconfitta.

“La vittoria e la sconfitta non sono nuove per il BJP”, ha detto ai giornalisti. “noi [be introspective] Sulla battuta d’arresto della festa. Accetto questa sentenza con tutto il rispetto”.

Il partito ha condotto un’importante campagna nello stato con lo stesso Modi in visita per promuovere il suo forte marchio di politica indù.

In una manifestazione, Modi ha elogiato un nuovo film sensazionale che esagera grossolanamente il numero di donne indù che si sono convertite all’Islam e si sono unite allo Stato islamico (ISIS).

Modi ha anche cercato di corteggiare gli elettori indù recitando un’ode al dio scimmia Hanuman.

READ  Una donna di 87 anni rischia la prigione dopo aver investito tre persone nel parcheggio di un garden center garden

“Queste elezioni hanno rivelato i limiti della popolarità di Modi”, ha detto al Times Nilanjan Mukhopadhyay, commentatore politico e autore di Narendra Modi: The Man.

“Questo dimostra che i tentativi del BJP di polarizzare gli elettori in un modo o nell’altro non hanno avuto successo e che ci sono limiti alla politica Hindutva”, ha detto ad AFP.

Ha detto che una vittoria rafforzerebbe la posizione del partito del Congresso all’interno della catena dei partiti di opposizione, ma probabilmente non influenzerebbe il risultato complessivo nel 2024.

Il Congresso, il partito della dinastia Nehru-Gandhi dell’India, ha dominato la politica nel paese per decenni, ma è in declino da anni, e una vittoria in Karnataka porterà il numero degli stati che controlla a soli quattro.

Il Bharatiya Janata Party non è riuscito a ottenere la maggioranza nelle ultime elezioni statali in Karnataka nel 2018, ma ha preso il potere un anno dopo convincendo i membri della coalizione di governo a disertare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *