Proteste contro la presenza del leader israeliano Herzog al Museo olandese dell'Olocausto | Notizie della guerra israeliana a Gaza

Proteste contro la presenza del leader israeliano Herzog al Museo olandese dell'Olocausto |  Notizie della guerra israeliana a Gaza

Migliaia di manifestanti manifestano ad Amsterdam contro la guerra israeliana a Gaza.

Il presidente israeliano Isaac Herzog ha partecipato all'inaugurazione del Museo Nazionale dell'Olocausto ad Amsterdam, nei Paesi Bassi, dove la sua presenza ha scatenato le proteste contro la guerra di Israele a Gaza.

L'inaugurazione è avvenuta domenica con manifestanti filo-palestinesi che cantavano “Mai più adesso” e “Cessate il fuoco adesso” vicino a una piazza vicino al museo.

Migliaia di manifestanti hanno manifestato contro la guerra israeliana a Gaza, che secondo le autorità sanitarie palestinesi ha ucciso più di 31.000 persone da ottobre. Israele ha lanciato l'attacco dopo che Hamas, il gruppo militante palestinese che governa Gaza, ha condotto un attacco contro Israele il 7 ottobre, uccidendo almeno 1.139 persone, secondo un conteggio di Al Jazeera basato su statistiche ufficiali israeliane.

Il gruppo per i diritti umani Amnesty International ha affisso cartelli intorno al nuovo museo che indirizzano Herzog alla Corte internazionale di giustizia dell'Aia. A gennaio, il Sudafrica ha intentato una causa contro Israele davanti alla Corte internazionale di giustizia per accuse di genocidio a Gaza. Una sentenza definitiva potrebbe richiedere anni, ma la corte ha ordinato diverse direttive provvisorie, incluso un ordine a Israele di prevenire atti di genocidio.

Persecuzione nazista

Il Museo dell'Olocausto espone le storie di 102.000 ebrei deportati dai Paesi Bassi e uccisi nei campi nazisti, oltre alla loro persecuzione sotto l'occupazione tedesca durante la seconda guerra mondiale.

Tre quarti degli ebrei olandesi erano tra i sei milioni di ebrei sistematicamente assassinati dai nazisti.

“Questo museo ci mostra le conseguenze devastanti che l'antisemitismo può avere”, ha detto il re olandese Guglielmo Alessandro durante un incontro in una sinagoga vicina.

READ  Il presidente della Nigeria afferma che l'esplosione illegale di una raffineria di petrolio che ha ucciso più di 100 persone è un "disastro nazionale"
Il re olandese Guglielmo Alessandro parla alla cerimonia di apertura del Museo Nazionale dell'Olocausto presso la sinagoga portoghese di Amsterdam, Paesi Bassi, il 10 marzo 2024 [Bart Maat/Pool via Reuters]

L'organizzazione ebraica antisionista olandese Eriv Raf, che ha organizzato le manifestazioni di apertura del museo insieme alla comunità palestinese olandese e all'Internazionale socialista, ha affermato che, sebbene sia importante onorare la memoria delle vittime dell'Olocausto, non si può restare a guardare mentre la guerra a Gaza continua. .

“Per noi ebrei, questi musei fanno parte della nostra storia, del nostro passato”, ha detto Joanna Cavaco, attivista di Erev Rav, rivolgendosi alla folla prima della cerimonia di apertura del museo. “Come può un luogo così sacro essere utilizzato per normalizzare il genocidio oggi?”

Il Forum olandese per i diritti dei palestinesi ha descritto la presenza di Herzog come “uno schiaffo in faccia ai palestinesi che possono solo guardare impotenti mentre Israele uccide i loro cari e distrugge la loro terra”.

In una dichiarazione prima dell'apertura del museo, il Distretto Culturale Ebraico, che gestisce il museo, ha affermato di essere “profondamente preoccupato per la guerra e le conseguenze che questo conflitto ha avuto, innanzitutto sui cittadini di Israele, Gaza e Cisgiordania”. .”

“È ancora più inquietante che il Museo Nazionale dell’Olocausto venga aperto mentre la guerra continua a infuriare”, ha aggiunto. “Ciò rende la nostra missione ancora più urgente.”

Il museo ha dichiarato ai media di aver invitato Herzog prima degli eventi del 7 ottobre. In una dichiarazione ha affermato di riconoscere che la presenza di Herzog era controversa, ma che rappresentava il paese in cui sono immigrati i sopravvissuti olandesi all'Olocausto.

Un volantino con la foto del presidente israeliano Isaac Herzog si trova sul luogo della protesta di fronte al Museo Nazionale dell'Olocausto
Un volantino con la foto del presidente israeliano Isaac Herzog si trova sul luogo della protesta di fronte al Museo Nazionale dell'Olocausto [Piroschka van de Wouw/Reuters]

Il Sud Africa ha citato le dichiarazioni di Herzog secondo cui la responsabilità dell'attacco del 7 ottobre non era solo di gruppi armati, ma di “un'intera nazione” e che Israele avrebbe combattuto “fino a quando non gli avremmo spezzato la spina dorsale” nel caso della Corte internazionale di giustizia contro Israele.

READ  Rimossa dall'Università di Hong Kong la statua commemorativa del massacro di piazza Tiananmen

Herzog ha detto che i suoi commenti sono stati distorti, e solo una parte di ciò che ha detto è stato citato per costruire un caso contro Israele presso la Corte internazionale di giustizia.

Il leader israeliano ha affermato che il museo ha inviato “una dichiarazione chiara e forte: ricordate, ricordate le atrocità nate dall’odio, dall’antisemitismo e dal razzismo e non permettete mai che rifioriscano”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *