I residenti di Vanier protestano contro un credito d’imposta di 2,9 milioni di dollari per la vendita di vetture Porsche

Mentre il Consiglio comunale di Ottawa si prepara a votare su un controverso credito d’imposta di 2,9 milioni di dollari per un concessionario Porsche a Vanier, alcuni residenti esprimono la loro opposizione alla mossa.

Il consiglio si riunisce mercoledì e dovrebbe approvare l’esenzione fiscale. Suggerimento ricevuto Il sostegno unanime della Commissione Finanze la scorsa settimana.

Mark Motors sono i primi candidati al programma Ottawa City di due anni, noto come Community Improvement Program (CIP), che mira a rivitalizzare Vanier Main Street.

Il concessionario di auto di lusso sta cercando di costruire un flagship store Porsche su Montreal Street e Saint Laurent Boulevard, attualmente sede delle concessionarie Audi e Alfa Romeo / Maserati.

I dipendenti della città si aspettano che le tasse sulla proprietà per il sito aumentino a $ 355.000 all’anno, o 14 volte di più di quanto i proprietari stiano attualmente pagando. In cambio di un miglioramento della proprietà, la città pagherà una sovvenzione fino al 75% della differenza in 10 anni.

Tuttavia, i residenti di Vanier affermano di non essere convinti della necessità della sovvenzione e si chiedono se i criteri del programma vengano applicati correttamente. Decine di persone si sono riunite martedì per protestare davanti alla concessionaria Audi in un ultimo disperato tentativo di convincere i membri del consiglio a votare contro la proposta prima della riunione di mercoledì.

READ  Nuovi direttori alla KingFisher Boats di Vernon - Notizie economiche

Non è una comunità di milionari, è una comunità di persone comuni che vogliono vedere la nostra Main Street piena di attività che useremo nella nostra vita quotidiana “, ha detto Laura. Chantz.

“Non vogliamo vedere agevolazioni fiscali in contanti per i proprietari di agenti milionari quando abbiamo davvero bisogno di piccole imprese comunitarie”.

La frase “People over Porsches” è stata scritta sul sito in cui si trova il nuovo concessionario Porsche. (Nicole Williams / CBC)

I manifestanti hanno affermato di ritenere che la famiglia Merak, proprietaria di Mark Motors, sarà in grado di pagare altri 2,7 milioni di dollari in tasse sulla proprietà. Hanno detto che i soldi potrebbero andare ai servizi sociali e ad alloggi a prezzi accessibili nel quartiere.

“Ci sono molte aziende in questa strada che sono state colpite dall’epidemia … mi piacerebbe vederle crescere e prosperare prima di un posto in cui non andrò mai”, ha detto Lauren Seward-Monday, che è anche un membro di . Ottawa Acorn, organizzazione di difesa della comunità senza scopo di lucro.

I residenti dell’applicazione dicono, il rapporto della città non è chiaro

In una dichiarazione rilasciata all’inizio di questa settimana, anche la Vanier Community Association (VCA) ha espresso preoccupazione per la domanda presentata alla città.

Sebbene inizialmente sostenesse il CIP, l’associazione ha affermato che la richiesta di vendita di Porsche non era chiara sul fatto che il progetto potesse continuare o meno senza la sovvenzione. Il VCA ha anche affermato che il rapporto della città “non ha fornito una chiara analisi socio-economica”.

“Siamo entusiasti che Montreal Road diventi un fiorente centro inclusivo per la nostra comunità”, ma questo supporto dovrebbe essere fornito a “piccole imprese, lavori a tempo pieno con vantaggi per Vanieroi”, così come alloggi a prezzi accessibili, arte pubblica, verde iniziative e spazi comuni.

READ  Italicus svela il vincitore dell'Aperitivo Challenge

Il sindaco Jim Watson in precedenza aveva affermato che la costruzione di una concessionaria Porsche avrebbe portato la città avanti con un milione di dollari. Il denaro, ha detto, potrebbe finanziare “maggiori servizi sociali, più alloggi sociali e maggiori infrastrutture”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *