I guai del Sei Nazioni francesi peggiorano con la squalifica di Jonathan Dante: PlanetRugby

I guai del Sei Nazioni francesi peggiorano con la squalifica di Jonathan Dante: PlanetRugby

Il centrocampista francese Jonathan Dante è stato squalificato per cinque settimane dopo aver ricevuto un cartellino rosso nello scontro delle Sei Nazioni contro l'Italia.

È destinato a saltare il resto del Sei Nazioni, ma potrebbe segnare il suo ritorno in campo in partite chiave per La Rochelle in Coppa dei Campioni.

La squalifica del 31enne si aggiunge ai problemi della Francia dopo una sola vittoria nelle prime tre partite del torneo.

L'allenatore Fabien Galthie è già privo dei centrocampisti Antoine Dupont e Romain Ntamack e dell'esterno Anthony Jelonche, mentre anche Mathieu Jalibert salterà sei settimane per infortunio, secondo quanto riferito.

Divieto Jonathan Dante

Dante ha ricevuto un cartellino giallo dall'arbitro Christophe Ridley nel drammatico pareggio per 13-13 di domenica contro l'Italia dopo aver avuto un contatto diretto mentre cercava di placcare Juan Ignacio Brix.

Ridley ha inviato l'incidente per la revisione da parte del Foul Play Review Bunker, che ha aggiornato il suo cartellino giallo a rosso mentre Dante è diventato il 20esimo giocatore a ricevere un cartellino rosso nella storia delle Sei Nazioni dal 2000.

Guarda: tutti i cartellini rossi nella storia delle Sei Nazioni

Il francese ha affrontato martedì una commissione disciplinare indipendente tramite collegamento video per determinare ulteriori sanzioni, poiché ha ammesso di aver commesso un atto inappropriato e di meritare un cartellino rosso.

Il comitato, composto dal presidente Jennifer Donovan (Irlanda), Leon Lloyd (Inghilterra) e Stephane Terblanche (Sudafrica), ha ritenuto che l'incidente avesse raggiunto una soglia a medio termine, il che significa che sarebbe stato sospeso per sei settimane.

Ha aggiunto: “Il giocatore ha ammesso di aver commesso un errore e di meritarsi un cartellino rosso. La commissione disciplinare ha riconosciuto che il giocatore ha agito in modo imprudente e non maliziosamente o intenzionalmente. “Leggi la dichiarazione del Sei Nazioni.

READ  Questo museo ha una nuova ala dedicata alla barca più famosa del mondo - Robb Report

Ha aggiunto: “La commissione disciplinare ha anche chiarito che il giocatore ha accettato la sua colpa alla prima occasione e ha mostrato immediato rimorso sul campo”.

Crollo del divieto di Dante

Dopo aver stabilito che l'incidente giustificava una sospensione a medio termine di sei settimane, la commissione ha considerato i seguenti fattori attenuanti, che hanno ridotto e aumentato la durata del suo divieto.

Attenuazione: “Sono state applicate le scuse del giocatore, l'ammissione di colpa e la buona condotta in udienza” Ridurre di due settimane il punto di ingresso di sei settimane.

Aggravamento: “Un'altra settimana aggiunta Per aggravanti (precedenti disciplinari del giocatore), che hanno comportato la sospensione dal gioco per cinque settimane.

Dante ha la possibilità di vedere ridotta la sua squalifica di una settimana se presenta domanda di partecipazione al Programma di Intervento di Allenamento del World Rugby, noto anche come “Tackle School”, che lo rende idoneo a prendere parte agli ottavi di finale della Coppa dei Campioni con la Tempestori. Il 6 aprile.

La penalità verrà applicata come segue alla luce del prossimo programma del giocatore.

Discussione sulla legge: si doveva permettere a Paolo Garbisi di ripetere il tiro finale?

Partite che gli mancheranno

9 o 10 marzo 2024 – La Rochelle-Stade France, Top 14 o Galles-Francia, Sei Nazioni
16 marzo 2024 – Francia-Inghilterra nel Sei Nazioni
23 marzo 2024 – Bayonne-La Rochelle, 14° posto
30 marzo 2024 – La Rochelle-Oyonnax, 14° posto
6 aprile 2024 – Stormers-La Rochelle, EPCR Champions Cup

Dettagli del commento di Jonathan Dante (tramite Sei Nazioni).Dettagli del commento di Jonathan Dante (tramite Sei Nazioni).

Per saperne di più: Il Ct della Francia conferma che Fabien Galthie è “assolutamente” al sicuro dal licenziamento

READ  Aerei provenienti da Stati Uniti, Regno Unito, Germania e Italia per partecipare al ponte aereo del Giorno dell'Indipendenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *