Gli Stati Uniti affermano di essere “profondamente turbati” dalla nuova legge israeliana sugli insediamenti | Notizie del conflitto israelo-palestinese

Gli Stati Uniti affermano di essere “profondamente turbati” dalla nuova legge israeliana sugli insediamenti |  Notizie del conflitto israelo-palestinese

Washington condanna anche le dichiarazioni di un ministro israeliano secondo cui il popolo palestinese è una “invenzione” del secolo scorso.

Washington DC. – Gli Stati Uniti hanno rinnovato la loro opposizione alle politiche di insediamento israeliane, affermando che Washington è “profondamente turbata” da una legge israeliana che apre la strada al ritorno degli insediamenti illegali nella Cisgiordania settentrionale occupata.

Martedì il portavoce del ministero degli Esteri Vedant Patel ha detto ai giornalisti che la legge, approvata dalla Knesset ore prima, viola gli impegni di Israele con Washington contro il rafforzamento degli insediamenti nell’area.

“Le modifiche legislative annunciate oggi sono particolarmente provocatorie e controproducenti rispetto agli sforzi per ripristinare alcune misure di calma con l’avvicinarsi del Ramadan, della Pasqua e della Pasqua”, ha affermato Patel.

Ha aggiunto che gli Stati Uniti “sollecitano fortemente Israele” ad astenersi dal riportare i coloni nell’area, parte della quale è di proprietà di palestinesi.

La legge, approvata con 31 voti contro 18 nelle prime ore di martedì, annulla una misura israeliana del 2005 che prevedeva l’evacuazione di quattro avamposti nel nord della Cisgiordania.

Martedì, Patel ha continuato a criticare la diffusa espansione degli insediamenti israeliani. “Questo è qualcosa in particolare su cui siamo stati molto chiari – che la crescita degli insediamenti e degli avamposti non è in linea con le nostre opinioni sui passi necessari per portarci a una soluzione negoziata a due stati in modo pacifico”, ha detto durante un comunicato stampa. Istruzioni.

Nonostante le parole forti, Patel è stato ripetutamente pressato dai giornalisti su ciò che l’amministrazione Biden stava facendo per convincere Israele a portare avanti i suoi piani di insediamento e non è riuscito a identificare alcuna azione oltre a sollevare la questione con i funzionari israeliani.

READ  Il Regno Unito invia cacciamine per rinforzare le forze ucraine nel Mar Nero | Notizie della guerra tra Russia e Ucraina

Israele, che è stato accusato di imporre un regime di apartheid da importanti organizzazioni per i diritti umani come Amnesty International, riceve annualmente almeno 3,8 miliardi di dollari di aiuti statunitensi.

“Non starò qui a fornire un elenco completo di tutti i modi in cui possiamo chiedere conto ai nostri partner israeliani”, ha detto martedì Patel.

Una dichiarazione della Casa Bianca che descriveva una chiamata tra il presidente Joe Biden e il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu domenica non ha menzionato alcuna critica degli Stati Uniti agli insediamenti. Invece, ha detto la Casa Bianca, Biden “ha ribadito il suo fermo impegno per la sicurezza di Israele” durante la chiamata.

Israele ha conquistato la Cisgiordania, comprese Gerusalemme Est e Gaza, nel 1967. Da allora, ha costruito insediamenti che ospitano centinaia di migliaia di israeliani su terre occupate, che i palestinesi cercano come parte del loro futuro stato.

Il diritto internazionale vieta espressamente alle potenze occupanti di trasferire la propria popolazione civile nel territorio occupato. Le Nazioni Unite hanno definito gli insediamenti israeliani un “crimine di guerra”.

“Il nostro impegno per la sicurezza di Israele e le preoccupazioni per la sicurezza di Israele è incrollabile”, ha detto martedì Patel. “Ma noterò anche che abbiamo – quando necessario – conversazioni molto franche e oneste con i nostri partner israeliani”.

Il ministero degli Esteri ha anche denunciato i recenti commenti del ministro delle finanze israeliano di estrema destra, Bezalel Smotrich, che ha affermato che il popolo palestinese è una “invenzione” del secolo scorso.

Smotrich stava parlando a Parigi davanti a un leggio che mostrava una mappa del cosiddetto Grande Israele, un’area che secondo lui include i territori palestinesi occupati così come parti della Giordania e della Siria. Le sue dichiarazioni e la mappa hanno suscitato critiche arabe e internazionali.

READ  Il Canada sta valutando la possibilità di allontanare una numerosa famiglia canadese da Gaza – Canada News

“Gli ultimi commenti di Smotrich, lanciati su un podio ornato da una mappa imprecisa e provocatoria, sono offensivi”, ha detto Patel del Foreign Office.

Sono molto ansiosi e, francamente, sono pericolosi. I palestinesi hanno una ricca storia e cultura e gli Stati Uniti apprezzano molto la nostra partnership con il popolo palestinese”.

Smotrich ha attirato l’indignazione e la condanna degli Stati Uniti all’inizio di marzo per aver affermato che il villaggio palestinese di Huwwara doveva essere eliminato.

Ma l’amministrazione Biden ha resistito alle richieste dei difensori dei diritti dei palestinesi di revocare il suo visto, consentendo al ministro israeliano di partecipare a una conferenza a Washington, DC, settimane dopo che le sue osservazioni erano state descritte dagli Stati Uniti come “odiose”.

Martedì alla domanda se Washington avrebbe preso misure pratiche contro Smotrich, Patel ha detto di non avere alcuna “etichetta” da offrire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *