Gli scienziati trovano il fossile di un ragno dinosauro “gigante” in Australia

Gli scienziati trovano il fossile di un ragno dinosauro “gigante” in Australia

Se pensi che i ragni australiani siano spaventosi, aspetta di vedere la versione preistorica.

Gli scienziati hanno scoperto un gigantesco ragno botola fossilizzato nel Nuovo Galles del Sud, solo il quarto esemplare del suo genere ad essere trovato in Australia.

La creatura vagava e cacciava nelle aree circostanti che un tempo erano lussureggianti foreste pluviali, hanno detto i ricercatori in un rapporto presentato di recente.

L’anno scorso, gli scienziati hanno scoperto fossili della regione della foresta pluviale risalenti a milioni di anni fa, che pullulavano di esemplari tra cui piante, ragni magici, cicale giganti e vespe.

L’area è ora un’area erbosa conosciuta come McGraths Flat.

I ricercatori hanno chiamato il ragno fossile “Megamonodontium mccluskyi”. Probabilmente visse nell’era del Miocene, da 11 a 16 milioni di anni fa.

“Solo quattro fossili di ragno sono stati trovati in tutto il continente, rendendo difficile per gli scienziati comprendere la loro storia evolutiva”, ha detto il paleontologo Matthew McCurry dell’Università del New South Wales e dell’Australian Museum.

“Ecco perché questa scoperta è così importante, poiché rivela nuove informazioni sull’estinzione dei ragni e colma una lacuna nella nostra comprensione del passato.

“I parenti viventi più vicini a questo fossile vivono ora nelle foreste umide di Singapore e persino della Papua Nuova Guinea.

“Ciò suggerisce che il gruppo vivesse in ambienti simili nell’Australia continentale, ma poi si estinse quando l’Australia diventò più secca”.

Il ragno è stato trovato tra molti altri fossili del Miocene. In alcuni di essi i fossili erano così ben conservati che era possibile formare strutture subcellulari.

“La microscopia elettronica ci ha permesso di studiare i dettagli più fini degli artigli e delle setole sui piedi, sulle gambe e sul corpo principale del ragno”, ha detto il virologo Michael Freese dell’Università di Canberra.

READ  Gli scienziati dicono che il momento migliore per gli esseri umani per viaggiare su Marte è quando il sole sta ruggendo

I dettagli consentono agli scienziati di posizionarlo con sicurezza vicino a un moderno Monodontium, o ragno botola.

Tuttavia, è cinque volte più grande dei suoi parenti moderni. La lunghezza del corpo del Megamonodontium mccluskyi è di 23,31 mm, o poco più di un pollice.

Diversi tipi di moderni ragni a botolaMatthew R. McCurry, Michael Freese, Robert Raven

Il rapporto aggiunge che la scoperta di questa specie ci dice anche qualcosa sul clima passato in Australia.

Il fatto che sia stato trovato in uno strato di sedimenti della foresta pluviale significa che un tempo la zona era più umida di quanto lo sia adesso.

Ciò, a sua volta, potrebbe aiutare gli scienziati a capire come il riscaldamento climatico abbia già cambiato le forme di vita del Paese – e come potrebbe cambiarle nuovamente.

“Non è solo il più grande ragno fossilizzato mai trovato in Australia, ma è il primo fossile della famiglia dei Barychelidae ad essere trovato in tutto il mondo”, ha detto l’aracnologo Robert Raven del Queensland Museum.

“Oggi esistono circa 300 specie di ragni dai piedi a spazzola, ma non sembrano diventare fossili molto spesso.

“Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che trascorrono molto tempo all’interno delle tane e quindi non si trovano nell’ambiente giusto per la fossilizzazione”.

I risultati sono stati pubblicati in Giornale zoologico della Linnean Society.

sottoscrizione Alla newsletter settimanale gratuita Indy100

Condividi la tua opinione nelle nostre notizie democratiche. Fai clic sull’icona del voto positivo nella parte superiore della pagina per aiutare a spostare questo articolo nella classifica Indy100.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *