Buoni dati possono salvare vite

L’Ufficio centrale di statistica ha tenuto ieri (martedì) la conferenza annuale dei rappresentanti dell’Autorità nazionale di statistica, che ha affrontato la crisi Corona come banco di prova per il lavoro del governo sulla base dei dati.

La conferenza, che si è tenuta a Zoom e ha l’obiettivo di riunire i produttori di statistiche ufficiali in Israele, ha affrontato vari aspetti della raccolta delle statistiche necessarie per misurare e valutare gli impatti sociali ed economici della crisi. Alcuni dati sono presenti in diversi ministeri governativi come fascicoli amministrativi e alcuni sono stati raccolti in sondaggi – e con la collaborazione di molti ministeri governativi, sotto l’amministrazione e la direzione dell’Organizzazione centrale di statistica, chiarisce in particolare la necessità di informazioni affidabili e di alta qualità e lo sviluppo sistematico, scientifico e professionale del sistema statistico nazionale. per me. Secondo i partecipanti alla conferenza, “buoni dati possono salvare vite umane”.

La Conferenza nazionale di statistica e direttore dell’Ufficio centrale di statistica, il professor Danny Pepperman, è stata aperta e seguita da un riesame da parte di un rappresentante dell’Ufficio di statistica della Nuova Zelanda su come informazioni e dati di alta qualità, condotti dall’Ufficio centrale di statistica, sono stati utilizzati per aiutare il governo della Nuova Zelanda ad affrontare la crisi.

Successivamente, Nitza Cassir, capo del team consultivo del Consiglio di sicurezza nazionale, si è offerto di utilizzare indicatori statistici per affrontare il Coronavirus, inclusa la relazione tra densità di popolazione e incidenza della malattia in varie comunità in Israele, nonché la relazione tra caratteristiche demografiche, economiche e sociali. Della popolazione e dell’incidenza della malattia.

Il dottor Ahmed Hlehel, vicedirettore senior del dipartimento di demografia, comandante dell’ufficio centrale di statistica e membro del team consultivo del Consiglio di sicurezza nazionale, ha toccato la sfida di creare un database condiviso tra l’Ufficio centrale di statistica e altri ministeri, con l’obiettivo di aiutare a esaminare l’infezione da Coronavirus. Ed economico.

Professor Ronnie Gamzo

Il professor Ronnie Gamzo, direttore del Tel Aviv Medical Center (Suraki), fino a poco tempo fa, direttore del progetto governativo per occuparsi di Corona, ha sottolineato la vitalità dei dati per gestire un evento sanitario, economico e sociale così complesso; Roy Dror, capo del dipartimento superiore della società e del governo presso l’ufficio del primo ministro, ha sottolineato l’importanza di utilizzare buone informazioni sul mercato del lavoro, che si basano su varie fonti, come base per il lavoro del team dei CEO per incoraggiare l’occupazione.

Chief Scientist Brakes"S., il professor Moshe PollakChief Scientist Brakes"S., il professor Moshe Pollak

Chief Scientist presso CBS è il professor Moshe Pollak

Al termine della conferenza, il capo scienziato presso l’Ufficio centrale di statistica, il professor Moshe Pollak, ha presentato le varie misure adottate per far avanzare il sistema statistico nazionale e pianificate in futuro, e Pollack ha fatto riferimento a una serie di incontri con vari ministeri governativi per conoscere le loro esigenze nel mondo della statistica ufficiale. Workshop professionali sui metodi statistici e la qualità dei dati a beneficio dei partner del sistema Ha inoltre aggiornato le procedure CBS per creare un lago informativo governativo come infrastruttura di ricerca di supporto per migliorare le politiche basate sui dati per le azioni governative.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *