Le pecore italiane sono entusiaste di sfidare la Nuova Zelanda

Le pecore italiane sono entusiaste di sfidare la Nuova Zelanda

Rugby Union – Coppa del mondo di rugby 2023 – Gruppo A – Italia v Namibia – Stade Geoffroy Guichard, Saint-Etienne, Francia – 9 settembre 2023 l’italiano Dino Lamb segna la sua terza meta (Reuters/Gonzalo Fuentes/file Image) Ottenere i diritti di licenza

BOURGOIN JALIO (Francia) (Reuters) – Dino Lamb potrebbe essere un volto nuovo nell’entusiasmante squadra italiana, ma il giocatore di origine inglese ha già avuto un grande impatto e sta apprezzando la prospettiva di affrontare gli All Blacks.

Lamb si è unito al gruppo preliminare dell’Italia prima della Coppa del Mondo e ha fatto abbastanza per convincere l’allenatore Kieran Crawley a entrare nella squadra ufficiale.

Dopo aver vinto le prime due partite in Francia, il morale in campo italiano era alto prima della partita di venerdì contro la Nuova Zelanda, ha detto Lamb a Reuters in un’intervista.

“Il clima è molto positivo. Abbiamo iniziato tre o quattro mesi fa vincendo il primo set contro Namibia e Uruguay.

“Lo abbiamo fatto, abbiamo raccolto 10 punti che ci danno la possibilità di affrontare con fiducia le prossime due partite”.

Lamb ha fatto il suo debutto con l’Italia lo scorso agosto, ma giocare per l’Italia è da tempo nella sua mente.

“Era sempre in cantiere come un’opportunità.

“Mio padre è nato e cresciuto a Torino ed è italiano al 100%, mia nonna italiana viveva nelle vicinanze e c’è sempre stata un’influenza italiana nella mia vita”.

Nel 2016, Conor O’Shea è diventato allenatore dell’Italia, dopo un’esperienza agli Harlequins, il club dove il giovane Dino Lamb ha iniziato la sua carriera, e dove gioca tuttora.

“Conor era a conoscenza dei miei legami con l’Italia e mi ha chiesto di essere aperto al riguardo, ma all’epoca ero coinvolto nella preparazione dei minorenni in Inghilterra e volevo proseguire in quella direzione”.

READ  Inama Soave Classico 'Carbonare' 2019, Verona, Italia

Lo scorso dicembre, Lamb ha parlato con Crawley quando l’allenatore è venuto a vederlo giocare.

“Non volevo venire solo per le mie origini italiane. Avevo bisogno di sapere di avere qualcosa da offrire al gruppo”, ha detto Lamb, e il 25enne ha subito mostrato il suo valore.

Ha giocato tre amichevoli dell’Italia, segnando una meta contro la Romania. In Francia ha fatto seguito a un’altra meta nella sua prima partita di Coppa del Mondo nella vittoria dell’Italia sulla Namibia.

“È una rara occasione in cui un lock oltrepassa la linea di meta”, ha detto Lamb con un sorriso. “Sono stato molto orgoglioso di partecipare.

“Abbiamo ottenuto i cinque punti per passare ad affrontare l’Uruguay, che sapevamo sarebbe stata una sfida difficile dopo aver visto la loro prestazione contro la Francia”.

Una prestazione deludente nel primo tempo ha visto l’Italia sotto 17-7 contro l’Uruguay all’intervallo, ma la situazione si è ribaltata quando hanno segnato 31 punti senza risposta dopo l’intervallo, con Lamb al posto di Nicolò Canone all’inizio del secondo tempo.

“Se c’è qualcosa che possiamo imparare da questo è la grinta e la determinazione che abbiamo dimostrato nel secondo tempo.

“È stato un risultato davvero positivo, perdere nel primo tempo e la squadra che ha lavorato insieme per ottenere il risultato.

Ha aggiunto: “Lo considereremo un progresso positivo, soprattutto perché siamo un nuovo gruppo di giovani giocatori, e con le due vittorie prima della Coppa del Mondo e ora queste due, è fantastico creare fiducia e slancio nelle nostre prestazioni”.

Questo slancio verrà ora messo alla prova, quando l’Italia affronterà la Nuova Zelanda, una squadra che non ha mai battuto in 15 incontri.

READ  L'Italia chiede la restituzione di una statua antica da un museo americano

“Siamo molto consapevoli della sfida che ci aspetta, gli All Blacks sono quello che sono, quella famosa maglia nera, una squadra di giocatori ad alte prestazioni che lavorano molto bene insieme come gruppo”.

L’Italia non è mai arrivata alla fase a eliminazione diretta di un Mondiale. Con la sua famiglia in arrivo in Francia per assistere alle prossime due partite, Dino Lamb andrà orgogliosamente in battaglia.

“Sono entusiasta! Acquisteremo fiducia dalle nostre ultime prestazioni. Ci siamo messi nella migliore posizione possibile per scrivere la storia del rugby italiano”.

L’Italia affronterà la Nuova Zelanda venerdì a Lione, mentre l’ultima partita del Gruppo A sarà contro la Francia il 6 ottobre.

(Segnalazione di Trevor Staines, montaggio di Ross Russell)

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Ottenere i diritti di licenzaapre una nuova scheda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *