Gli scienziati progettano una nuova vernice colorata che potrebbe ridurre la bolletta elettrica: ScienceAlert

Gli scienziati progettano una nuova vernice colorata che potrebbe ridurre la bolletta elettrica: ScienceAlert

Gli scienziati dell’Università di Stanford hanno progettato un nuovo rivestimento che potrebbe aiutare a ridurre la nostra crescente dipendenza da esso condizionatori E riscaldatori.

È disponibile in una gamma di colori e, se utilizzato correttamente, può ridurre notevolmente le bollette elettriche e le emissioni.

La vernice è in grado di riflettere fino all’80% della luce nel medio infrarosso proveniente dal sole, ovvero 10 volte di più rispetto alle tradizionali vernici colorate.

La luce infrarossa media viene solitamente assorbita come calore dalle superfici degli edifici. Se utilizzata all’esterno di un edificio, la vernice trattiene il calore e può essere utilizzata all’interno per trattenere il calore.

In quanto tali, gli sviluppatori di Paint Lui dice Fornisce una “soluzione di risparmio energetico tutto l’anno” che può essere utilizzata in una varietà di climi.

Corpi di materiali diversi con forme diverse e ricoperti con nuove vernici. Segui i preferiti

Quando testato in condizioni artificialmente calde, il rivestimento ha ridotto la quantità di energia necessaria per raffreddare uno spazio chiuso di circa il 21%. Testato in condizioni artificialmente fredde, ha ridotto del 36% l’energia necessaria per riscaldare uno spazio.

In tutto l’edificio, i ricercatori stimano che il rivestimento potrebbe far risparmiare il 7,4% dell’energia necessaria per riscaldare, ventilare o raffreddare un condominio di media altezza.

E non è una cifra da poco, soprattutto se si considerano gli edifici negli Stati Uniti contribuiscono per circa il 40%. La maggior parte del consumo energetico totale del paese è destinato al riscaldamento, alla ventilazione e al condizionamento dell’aria.

In tutto il mondo, le temperature estreme stanno diventando più severe e frequenti a causa dei cambiamenti climatici e, in molti casi, i condizionatori rimangono il modo numero uno per combattere il caldo.

READ  Come il telescopio spaziale James Webb ha superato tutte le aspettative

Ed entro il 2050, alcune stime suggeriscono che i condizionatori entreranno nei due terzi delle case di tutto il mondo. Sebbene questi dispositivi possano senza dubbio salvare vite umane, non sono il modo più economico o più ecologico per raffreddare gli edifici, il che contribuisce alle emissioni di carbonio e all’inquinamento atmosferico e quindi mette a rischio la vita.

Altre vernici e rivestimenti per vetro aiutano a riflettere la luce nel medio infrarosso, ma questa nuova versione della Stanford University no bianco brillante o argento. I suoi colori variegati includono bianco, blu, rosso, giallo, verde, arancione, viola e grigio scuro.

Questo arcobaleno è possibile perché la nuova vernice è composta da due strati applicati in successione. Il primo è lo strato inferiore riflettente, che contiene un foglio di alluminio argentato. Il secondo strato è uno strato superiore trasparente a infrarossi che contiene nanoparticelle inorganiche colorate.

Questo design a doppio strato contiene creato da Perché riflette altre lunghezze d’onda dell’infrarosso, quindi non è del tutto unico, anche se sembra piuttosto efficace.

“La versatilità della pittura”, gli autori Lui scriveIn combinazione con la sua applicabilità a una varietà di superfici di forme e materiali diversi, rende le vernici ampiamente utili in una vasta gamma di scenari.

Se utilizzata all’esterno di un edificio, la luce infrarossa del sole passa attraverso lo strato superiore di vernice e rimbalza sullo strato inferiore a specchio. In questo modo l’edificio non assorbe il calore del sole.

Ancora meglio, questi due strati sono idrorepellenti e funzionano in ambienti caldi e umidi.

“Sia per il riscaldamento che per l’aria condizionata, dobbiamo ridurre l’energia e le emissioni a livello globale per raggiungere i nostri obiettivi a zero emissioni”. Lui dice Lo scienziato dei materiali Yi Cui dell’Università di Stanford.

READ  Cinetica di reazione di CN + toluene e suo effetto sulla produzione di nitrile aromatico nella nube molecolare del Toro e nell'atmosfera di Titano

“Come ridurre lo scambio di calore tra gli spazi abitativi e lavorativi umani e l’ambiente circostante sta ricevendo maggiore attenzione, e c’è una richiesta di nuovi materiali per migliorare l’isolamento, come le pellicole a bassa emissione per finestre”.

Il team continua a migliorare la propria tecnologia e spera di commercializzare il rivestimento in futuro.

Lo studio è stato pubblicato in Banane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *