L’Italia ha raddoppiato nel blocco finale

L’Italia ha raddoppiato nel blocco finale

È iniziata a Zagabria, in Croazia, la terza giornata dei Campionati Mondiali Juniores di Judo e abbiamo assistito ad ottime prestazioni da parte degli atleti europei durante le eliminatorie, anche se non è stato facile per i leader di questa categoria, solo Lucio Tavoletta (ITA) si vede nella finale della categoria -73 kg.

L’apprendista campione europeo si è fatto strada attraverso i suoi primi due round che sono durati meno di 45 secondi, ma i quarti di finale e le semifinali lo hanno messo alla prova così tanto che gli è stato assegnato il punteggio d’oro da Suleiman Shokumov (Azerbaigian) e Azamat Ablakulov (Uzbekistan) . . Alla fine, sono state le sue abilità nell’ashi waza e la tecnica seoi nage a portare alle vittorie. In finale affronterà l’atleta georgiano, sesta testa di serie, Tsotni Bakhtadze. Dopo aver perso un posto sul podio ai Campionati Europei Cadetti, Bakhtadze ha continuato ad avanzare oggi, sconfiggendo il suo avversario giapponese Arakawa Ryusei e infine Bogdan Veljković (SERbia) per un colpo all’oro, la seconda possibilità della Georgia.

Tsotnyi Bakhtadze (area geografica) © Carlos Ferreira

Per quanto riguarda la categoria sotto i 57 kg, le speranze per la medaglia d’oro erano riposte in María Silveira (Portogallo), ma lei ha vacillato nei quarti di finale, dovendo reagire attraverso un incontro di ripescaggio per lottare per il bronzo. E nell’altro nostro evento con medaglia di bronzo c’è Helle Zakroewski (ISR), entrambe gareggeranno contro atleti asiatici e, nel caso in cui non ottengano una medaglia, il podio assomiglierà più a un campionato continentale asiatico come il Giappone e Taipei cinese. La battaglia per l’oro.

Il Team Serbia si è assicurato la ripetizione del Campionato Europeo Cadetti per quanto riguarda gli atleti sotto gli 81 kg; Il numero uno del mondo e il secondo posto sono stati conquistati da Dusan Grahovac e Boris Rotovic.

READ  Jorginho svela cosa gli hanno detto i suoi compagni di squadra in Italia su Romelu Lukaku

Rotovic ha avuto la meglio a Odevilas mentre Grahovac si è accontentato del bronzo e sembra che la stessa cosa accadrà oggi se entrambi vincessero la finale. Entrambi gli atleti hanno fatto irruzione nei turni preliminari con il grande sostegno dei loro tifosi sugli spalti, ma Alessandro Bruno Di Urbano (ITA) ha messo fine alla finale tutta serba lanciando Grahovac con D’Aci Parai, dando all’Italia una doppia possibilità di vittoria. oro.

Boris Rotovich (SRB) © Carlos Ferreira

Nella categoria sotto i 63 kg, mancava l’ex campionessa mondiale junior e attuale campionessa europea in questa fascia d’età, Sinem O’Ruk (TUR) e quindi i fan si sono rivolti alla campionessa olimpica giovanile europea, Jana Kvjitko (CRO) per qualche successo in casa sua. Paese. Ho lasciato il torneo prima dei quarti di finale. Infatti, l’unica atleta europea ad essersi assicurata un posto nel gruppo finale dei -63kg è Varvara Kuchar (LTU), numero 24 nella classifica mondiale. Questa è un’impresa sorprendente per l’atleta lituana, con solo un bronzo cadetto europeo nel suo arsenale, e ha superato molto per concludere la sua giornata con una medaglia di livello mondiale.

Il blocco finale inizierà alle 16:00 ora locale e lo streaming live potrà essere trovato su JudoTV.com.

judo

Autore: Thea Quinn


Coinvolto

cavo
WhatsApp
e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *