‘Molto triste’: uccelli confusi, le volpi risultano positive all’influenza aviaria sull’Isola del Principe Edoardo

Centinaia di uccelli malati e morti – e persino alcuni gruppi di volpi – sono stati portati all’Atlantic Veterinary College (AVC) a Charlottetown e testati per l’influenza aviaria quest’anno.

Gli uccelli acquatici sembrano essere i più colpiti, inclusa una recente eruzione di sule e uccelli predatori, ha affermato Megan Jones, professore associato presso AVC e direttore regionale della Canadian Wildlife Cooperative nel Canada atlantico.

Ha detto che 23 uccelli sono risultati positivi al virus e si ritiene che altri 16 siano risultati positivi ma sono in attesa di conferma presso il Centro nazionale per le malattie degli animali stranieri della Canadian Food Inspection Agency a Winnipeg. Inizialmente anche quattro gruppi di volpi sono risultati positivi all’influenza aviaria.

“Quando pensi all’influenza, ovviamente, pensi alle malattie respiratorie, ma questo virus entra nel cervello e in molti altri organi”, ha detto Jones.

“È davvero, davvero triste. Possono mostrare segni di nervosismo fino a quando non hanno convulsioni e cose del genere. In realtà è molto simile alla rabbia”.

‘Assomiglia molto alla rabbia’

Jones ha affermato che i dipendenti di PEI Fish and Wildlife sono stati impegnati a rispondere alle chiamate pubbliche. Raccolgono gli uccelli e li portano all’AVC per i test.

Finora AVC ha ricevuto “più di 1.000” uccelli per i test nel 2022, mentre in genere riceve fino a 600 uccelli per un anno intero.

Una volpe viene vista nutrire i suoi equipaggi a Belfast, Isola del Principe Edoardo, il 29 maggio 2022. Il virus dell’influenza aviaria può essere trasmesso al cervello e ad altri organi delle volpi, afferma Megan Jones, professore associato presso AVC e direttore regionale del Canada Cooperativa per la salute della fauna selvatica nel Canada atlantico. (Shane Ross/CBC)

Molte delle chiamate provengono da bagnanti che hanno avvistato le sule del nord trascinate sulla spiaggia, uccelli che in seguito sono risultati positivi all’influenza aviaria. Jones ha detto che centinaia di sule morte sono state viste nelle Isole Maddalena e nel Terranova occidentale e dozzine nell’area di Sores.

“I pescatori di aragoste mi hanno detto di averli visti nuotare in cerchio nell’acqua… un po’ incapaci di camminare in linea retta.”

Non ci sono segnalazioni di uccelli domestici

Jones ha affermato che sebbene l’influenza aviaria si sia diffusa in tutto il paese ed è stata trovata o sospettata in aquile calve, falchi dalla coda rossa, corvi, civette delle nevi, anatre e oche canadesi, non ha ricevuto alcuna segnalazione di comparsa a livello nazionale o commerciale. Pollame.

Chiunque veda un uccello o un animale comportarsi in modo anomalo, ad esempio se non scappa o vola via quando si avvicina, deve contattare PEI Fish and Wildlife. Per ragioni umanitarie, ha detto Jones, danno la priorità agli uccelli e agli animali sopravvissuti in modo che possano essere soppressi, ma fanno del loro meglio anche per raccogliere i morti.

READ  Come portare le persone dalla Terra a Marte e tornare di nuovo in sicurezza?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.