Il lander lunare Peregrine di Astrobotic è ancora operativo in orbita, sfidando ogni previsione

Il lander lunare Peregrine di Astrobotic è ancora operativo in orbita, sfidando ogni previsione

Crediti immagine: Astrobotico

Il lander lunare Peregrine di Astrobotic è ancora operativo in orbita, e la società afferma che c'è un “crescente ottimismo” sul fatto che il veicolo spaziale potrebbe rimanere nello spazio per un periodo più lungo rispetto alla stima attuale.

La startup con sede a Pittsburgh ha rilasciato una serie di aggiornamenti alla sua piattaforma di social media X da quando la navicella spaziale è stata lanciata nelle prime ore di lunedì mattina. Poco dopo la separazione dal veicolo di lancio, il Vulcan Centaur della United Launch Alliance, gli ingegneri iniziarono immediatamente ad riscontrare problemi. Alla fine, questi problemi hanno rivelato una grave perdita di carburante nel sistema di propulsione della navicella.

Ma contro ogni previsione, Peregrine è nello spazio da più di quattro giorni e il tempo operativo rimanente stimato continua ad allungarsi. Due giorni fa, Astrobotic ha affermato che la navicella spaziale aveva circa 36 ore di propellente; ma oggila società ha aggiornato questa stima a 52 ore rimanenti poiché la perdita continua a rallentare.

Astrobotic è stato anche in grado di ricevere dati importanti da diversi carichi utili a bordo, compresi carichi scientifici della NASA, del Centro aerospaziale tedesco e dell'Agenzia spaziale europea. La società ha dichiarato ieri di aver ricevuto dati da tutti i carichi utili progettati per comunicare con il lander e di aver fornito energia ai 10 carichi utili che lo richiedevano. I restanti dieci carichi utili a bordo sono passivi e non richiedono alimentazione o comunicazioni dal veicolo spaziale.

“Questi carichi utili sono ora in grado di dimostrare capacità operativa nello spazio e i team che si occupano dei carichi utili stanno ora analizzando l'impatto di questo sviluppo”, ha affermato Astrobotic in una nota. “Siamo orgogliosi del team della missione per aver raggiunto questo straordinario risultato in queste difficili circostanze”.

READ  Formazione del team remoto dell'ESA: tripli registratori rilevano la vita sotterranea

Anche se un atterraggio morbido sulla Luna è ancora fuori discussione, e la vita ridotta è ancora una certezza a causa della perdita, estendere la vita operativa è ancora senza dubbio un vantaggio sia per il team di Astrobotic che per i contributori del carico utile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *