Gavino Piredda è passato all’8° Dan / IJF.org

Gavino Piredda, la figura principale nell’organizzazione di eventi di judo a Olbia, in Italia, è stato promosso al numero otto dalla Federazione Italiana di Judo (FIJLKAM). Da molti anni il Sig. Piredda è attivo nella promozione del judo in Sardegna, Italia e nel mondo.

Alcuni anni fa, Gavino Berda è stato il primo judoka a ricevere in Sardegna il 7° Dan Award, in riconoscimento della sua carriera dedicata al judo. Nato nel 1944 e iniziato a judo nel 1963, è diventato cintura nera nel 1980 e tecnico di judo si concentra in particolare sui kata.

Nel 2017 è stato Presidente del Comitato Organizzatore dei Campionati Mondiali Juniores e Kata di Olbia, e anche nel 2021 ha guidato il comitato responsabile dei Campionati Mondiali Juniores di Olbia.

Il Presidente della Federazione Italiana Judo, Domenico Falcone, ha annunciato che questa ottava giornata si avvicina, “Con profonda e sincera gratitudine per il generoso impegno alla Federazione in più di 40 anni di attività, prima come tecnico di judo e poi come Dirigente Federale, entrambe le attività sono state svolte con grande intelligenza, professionalità e assoluta rettitudine, sempre ispirata da un impegno totale per i più alti valori dello sport e olimpico.


Da sinistra a destra: Marius Viser, Presidente della Federazione Internazionale di Golf, il Sig. Sitimo Nezzi, Sindaco di Olbia e il Sig. Gavino Berda, Presidente del Comitato Organizzatore, durante i Campionati Mondiali Juniores

Il presidente dell’IJF Marius Viser ha detto: “A nome della Federazione Internazionale di Judo, vorrei congratularmi con te per aver ricevuto l’8° Dan Award (Hachi Dan). Questo grado rappresenta un riconoscimento della tua carriera, dedizione e contributo allo sviluppo del judo e alla promozione dei suoi valori. Ti auguro buona salute, continuo successo e realizzazione nei tuoi sforzi futuri.

READ  Agnelli è rimasto solo e la sua presidenza bianconera è "discutibile", secondo la stampa italiana

Gavino Piredda ha ancora molto da offrire al judo e continuerà a incoraggiare lo sviluppo di questo sport come membro del Comitato IJF Kata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.