Jumper BASE, 65 anni, muore dopo essere caduto a 400 metri dalla cima di una montagna italiana

Jumper BASE, 65 anni, muore dopo essere caduto a 400 metri dalla cima di una montagna italiana

Un esperto fondista britannico è morto dopo che un salto dalla cima di una montagna italiana è stato deviato, facendolo precipitare per 400 metri.

Mark Andrews ha eseguito più di 600 salti prima di lanciarsi dalla Paganella nelle Dolomiti italiane, un luogo popolare per gli sport estremi, sabato.

Guarda il video qui sopra: il base jumper Mark Andrew si alza dalla cima di una montagna mesi prima della sua fatale scivolata.

Guarda le ultime notizie su Channel 7 o esegui lo streaming gratuitamente su 7più >>

L’ingegnere in pensione di 65 anni, originario della Cornovaglia ma che viveva in Romania con la moglie al momento della sua morte, secondo quanto riferito sabato ha visitato lui stesso l’area di salto presso la base del nord Italia, secondo un punto vendita britannico. Il telegrafo.

Resta inteso che indossava una tuta alare con ali e paracadute, anche se non è chiaro il motivo per cui non potesse dispiegarlo. Andrews è morto sul colpo e un altro birdwatcher della base sulla scena ha chiamato i servizi di emergenza.

Uno sport estremo prevede il paracadutismo da un oggetto fermo piuttosto che da un aereo. BASE è l’acronimo di Things Jumped Off: Buildings, Antennas, Extensions (Bridges) e Earth.

Secondo diverse liste di morte globali, la morte di Andrews è nota per essere la nona morte per salto di base quest’anno finora.

Era considerato un campione di “classe A” nella comunità, secondo la Learn To BASE Jump School, a cui Andrews si è unito nel 2014.

“Speriamo di essere energici e meravigliosi come te quando avremo 60 anni”, ha scritto l’ex LTBJ sui social media.

READ  Roger Federer ha pianto dopo l'esibizione del tenore italiano Andrea Bocelli
Il base jumper Mark Andrews è morto durante un base jump dalla Paganella, un sito popolare per pericolosi sport estremi. credito: @jamesboole / @learntobasejump/Instagram

disse il compagno uccello posta in linea La grotta della Paganella, dove Andrews è saltato fatalmente, “non è una discesa dritta”.

“Ci sono cenge e alberi per i primi 400 metri, prima poi ci sono 1.500 metri lungo il rettilineo”, hanno detto.

“Era coraggioso e ci mancherà. Era un habitué in Italia di molti eventi di base jumping, ma ha anche base jumped in tutto il mondo da ponti e grattacieli”.

Secondo il chirurgo ortopedico dell’Università del Colorado-Denver, il dott. Omar Mei Dan, che studia lo sport e il suo tasso di mortalità, ha scoperto: “Quasi tutti i BASE jumper hanno assistito alla morte o al grave infortunio di un altro BASE jumper”.

Mi Dan ritiene che “potrebbe essere lo sport estremo più pericoloso”.

Con la Cnn

Gli australiani coinvolti in un fatale incidente d’autobus italiano hanno offerto scarso supporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *