Ideatore della musica RIP italiana di Amedeo Tomasi

Il famoso Chet Baker e compositore di colonne sonore / librerie aveva 85 anni

Immagine per gentile concessione di Sonor Music Edition

Pubblicato il 15 aprile 2021

È morto Amedeo Tomasi, uno dei più famosi musicisti jazz e compositori di colonne sonore / bibliotecarie in Italia. Questa settimana è arrivata la notizia della morte di un collaboratore Chet Baker mercoledì (14 aprile) a Roma, dove viveva e lavorava come insegnante di musica. Tommasi aveva 85 anni.

Come pianista, compositore e organizzatore, Tomasi ha indossato molti cappelli durante i suoi molti decenni nella musica. Forse il lavoro più amato, però, è la classica colonna sonora del giallo degli anni ’70 Tommaso – Un record ripubblicato nel 2017 da Tomasi Champions Sonor Music Releases.

Nato nel 1935, Tomasi divenne famoso per la prima volta come jazzista e, di fatto, divenne uno dei jazzisti più famosi che l’Italia avesse mai prodotto. Dopo aver studiato pianoforte classico per la prima volta all’età di sei anni, Tomasi ha iniziato la sua carriera nel jazz alla fine degli anni ’50. Nel 1960, la sua prima mossa importante arrivò con il nome Trio Tommasi e il loro album Zamboni 22 Un lavoro che rimane una delle registrazioni jazz europee più classiche di tutti i tempi.

Poco dopo, nel 1961, incontra il leggendario Chet Baker, che recluta Tomasi per la sua squadra di supporto. Entrambi vivono e nel 1962 Chet è tornato! Nell’album, Baker ha reclutato le abilità pianistiche di Tommasi – qualcosa che avrebbe avuto un profondo effetto sulla carriera musicale del musicista italiano.

Alla fine degli anni ’60 Tommasi aveva iniziato a rivolgere la sua attenzione alla musica da film, stabilendo infine una lunga collaborazione con il regista bolognese Bobby Avati. Con Avati Tommasi segnerà le classiche Tommaso, Che negli anni è servito come uno straordinario esempio di Giallo classico.

READ  Il villaggio ideale in Italia che paga generosamente alle persone che vi si stabiliscono. Tuttavia, c'è un requisito

Sempre a partire dalla fine degli anni ’60, Tomasi ha lavorato come prolifico artista di biblioteche, componendo capolavori come gli anni ’70 Oroscopo, E anche 1973 Conosci le cause Oltre al famoso Alessandro Alessandroni. La biblioteca di Tomasi lo ha trovato anche a lavorare al fianco di artisti del calibro di Stefano Torossi (da Sentimenti Fame), Gerardo Iacuchi e Sandro Brugnolini.

Era anche presente negli album della libreria di Tomasi come negli anni ’80 Tensione estrema E l’anno successivo Angolo ampioIl compositore fu anche uno dei primi pionieri della musica elettronica, poiché esplorava mondi sintetizzati primitivi. Questa parte di Tommasi lo trovò anche a far scattare il record di “Biblioteca sottomarina”. Mare romantico – Un album finalmente ripubblicato da Sonor Music Editions.

Tra i suoi numerosi album, Tommasi è diventato anche un apprezzato insegnante di musica, tra cui al St. Louis College of Music di Roma e all’Accademia Chigiana di Siena. Considerato un insegnante amorevole e appassionato, Tomasi ha continuato a insegnare fino alla sua morte.

Di seguito troverai solo alcuni dei tanti punti salienti della carriera di Tomasi, oltre a un messaggio di saluto da Sonor.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.