Gallarneau e Diallo si fanno avanti per il Canada contro l’Italia

Gallarneau e Diallo si fanno avanti per il Canada contro l’Italia

Sarebbe andato tutto contro il Team Canada di Sobes in vista della prima difesa del titolo di Coppa Davis.

Di fronte a Bologna gli italiani ospitanti, una delle squadre più profonde della competizione, senza Felix Auger-Aliassime e con Denis Shapovalov in panchina. Il giocatore italiano, terzo nel singolare, si trova più di 100 posizioni più in alto del giocatore canadese n. 1 nella classifica di gioco. Naturalmente erano a Bologna, di fronte non solo ai giocatori in campo, ma ai tifosi italiani molto partigiani.

Tutto doveva andare contro il Team Canada.

ipotetico Egli è.

Queste aspettative non sono andate deluse nemmeno per la squadra canadese.

“Ad essere sincero, non mi aspettavo che vincessimo 3-0”, ha ammesso il capitano Frank Dancevic.

“Penso che la vittoria per 3-0 sia stata una sorpresa per tutti”, ha detto Alexis Galarneau, che ha guadagnato due dei tre punti del Canada nell’incontro.

Ma come ha detto Dancevic nella conferenza stampa pre-evento della squadra, “Abbiamo sempre lottato molto contro qualsiasi squadra con cui affrontiamo e ci siamo sempre messi nella posizione di vincere partite e incontri, indipendentemente dal punteggio.” i Canadien lo hanno fatto mercoledì.

I campioni in carica hanno vinto la loro prima partita da quando hanno vinto il titolo lo scorso novembre grazie alle migliori vittorie in carriera di Galarneau e Gabriel Diallo e ad un’altra doppia prestazione di Vasek Pospisil.

LEGGI ANCHE: Il Team Canada è felice di essere tornato ai vertici della difesa del titolo della Coppa Davis

Sia Galarneau che Diallo non hanno mai vinto la Coppa Davis in carriera. Entrambi giocavano contro avversari che erano classificati più di 100 punti più in alto di loro. non importante.

READ  L’Italia potrebbe essere il prossimo paese a concludere un accordo di sicurezza con l’Ucraina

“È stato davvero bello guardare da bordo campo”, ha detto Pospisil. “Conosco questi ragazzi da un paio d’anni ed erano con noi l’anno scorso. È divertente che solo 12 mesi fa guardassero quasi tutte le partite da bordo campo, facendo il tifo per noi come matti, e poi oggi hanno segnato due incredibili “Vittorie molto importanti per la squadra. È stato fantastico. ” “Vederli e sono davvero orgoglioso di loro.”

Foto: Martin Sidorjak

Erano più di 160 le posizioni in classifica che separavano Galarneau dal rivale Lorenzo Sonego, ea tratti nel primo gruppo sembrava che il canadese fosse appeso a un filo. Tuttavia, ha sempre trovato il modo di portare a termine il lavoro, sia che si trattasse di sopravvivere dall’amore 40 in giù, di riprendersi da un guasto o di salvare punti prestabiliti.

Ma una volta rubato il primo set e rotto all’inizio del secondo, non c’è stato più modo di fermare il giocatore nato a Laval.

Leggi anche: Conosci il Team Canada

Sebbene sembrasse completamente a suo agio mentre si dirigeva verso il traguardo, Galarneau ha ammesso che c’erano dei nervi, ma è stata la presenza dei suoi compagni di squadra a aiutarlo a calmarsi.

“I miei compagni di squadra mi hanno aiutato molto. Quando ripenso a quelle occasioni, in quei momenti, erano nel momento, si godevano il momento. E quel tipo di energia mi ha aiutato a guidare e gestire l’ultima partita”.

La prestazione del 24enne è stata forse cruciale non solo per segnare il punto, ma anche per aiutare Diallo a prepararsi per la sua seconda partita in singolo, mentre cercava la sua prima vittoria tra i primi 20.

READ  Un cimitero italiano a Camogli è crollato, facendo cadere in mare centinaia di bare

“Per me è stato anche un livello molto alto provare a giocare il mio miglior tennis, perché ovviamente ha giocato una grande partita, molto forte in tutto”, ha detto Diallo. “Ha affrontato molte avversità nel suo gioco. Ero nello spogliatoio, guardavo la sua partita ed è stato così stimolante guardarlo. Mi è venuta la pelle d’oca e non vedevo davvero l’ora di saltare in campo”.

Se Galarneau ha alzato l’asticella, Diallo lo ha facilmente superato. Era difficile credere che 140 punti lo separassero da Musetti nella classifica mondiale, visto che il canadese ha giocato un tennis quasi intoccabile vincendo in due set.

“Sono davvero contento del modo in cui ho servito la palla e anche del modo in cui ho giocato dietro al servizio. Sono riuscito a ottenere due break cruciali e questo era tutto ciò di cui avevo bisogno oggi per portare a termine il lavoro”, ha detto Diallo.

Secondo la Coppa Davis, le vittorie di Galarneau e Diallo hanno costituito il più grande ribaltamento del seeding nella storia del torneo.

Gabriel Diallo festeggia la vittoria della Coppa Davis.
Foto: Martin Sidorjak

Galarneau, Diallo e Pospisil non si sono dovuti confrontare solo con gli avversari da top 40. Il pubblico italiano era rumoroso, compresa la sezione di batteria. Il pubblico esplodeva ogni volta che la squadra italiana conquistava un punto, ma restava quasi in silenzio quando il Canada segnava un tiro.

Ma questo non preoccupava i canadesi.

“Era un’atmosfera fantastica, mi sono divertito molto là fuori”, ha detto Galarneau. “Il pubblico era fantastico anche se non erano con me. Apprezzo comunque la loro presenza e la passione che hanno mostrato.”

Leggi anche: Conosci l’avversario del Canada nel Gruppo A: Italia, Svezia e Cile

READ  Ungheria e Italia primeggiano nel girone nella seconda giornata delle qualificazioni olimpiche 3x3

“Mi è piaciuto molto, sono cresciuto con la voglia di giocare questo tipo di partite in questa atmosfera.”

È interessante notare che sia Galarneau che Diallo hanno sottolineato un’esperienza comune che condividono, ma la maggior parte dei professionisti non lo fa, avendo giocato al college, poiché li aiuta ad affrontare il pubblico ostile.

“Penso che andare al college, giocare a tennis per cinque anni, mi abbia aiutato a creare quell’atmosfera”, ha spiegato Galarneau, un alunno dello stato della Carolina del Nord.

“Sembra davvero rumoroso, ma al college è molto più rumoroso”, ha detto Diallo, un ex Kentucky Wildcat. “Ci sono circa 500 o 1.000 persone, ma sono tutte in faccia, ti parlano, guardano da dove vieni, il tuo background e iniziano a parlarti della tua famiglia. Penso che sia più difficile affrontare tutto ciò da qui.”

Rispetto all’atmosfera della NCAA, gli italiani erano un gioco da ragazzi.

“Naturalmente sostengono gli italiani ma li rispettano completamente”, ha detto Diallo. “Erano entusiasti dei bei tiri che io e Alexis tiravamo. Alla fine delle partite sembravano felici di vedere due partite di alto livello”.

È improbabile che il Canada si preoccupi della presenza unilaterale del pubblico per la prossima partita di mercoledì contro la Svezia. Dopo la vittoria di mercoledì, il Canada è al secondo posto nel Gruppo A e potrebbe puntare per un posto nella fase a eliminazione diretta se batte la Svezia ultima in classifica. Lo showdown inizia alle 15:00 ora locale, 9:00 EST.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *