Mounia Shukri era preoccupata che la sua storia d’amore non fosse abbastanza “tossica”.

Mounia Shukri era preoccupata che la sua storia d’amore non fosse abbastanza “tossica”.

Dopo aver lasciato il Festival di Cannes, l’attrice, scrittrice e regista del Quebec Mounia Choukri ha presentato il suo lungometraggio La natura dell’amore (Semplice Com Sylvan), al Toronto International Film Festival (TIFF).

Magalie Lepine-Blondeau interpreta Sofia, una donna del Quebec sulla quarantina e professoressa di filosofia, che sta con il suo compagno Xavier (Francis William Reaume) da 10 anni. Sono a loro agio, ma la loro vita sessuale è stata in gran parte nel dimenticatoio.

Quando Sofia incontra l’imprenditore Sylvain (Pierre-Yves Cardinal) iniziano una relazione, ma questa situazione conflittuale attira una serie di tensioni.

La natura dell’amore di Mounia Shukri (per gentile concessione di TIFF)

La natura dell’amore È una storia d’amore, ma è raccontata soprattutto dal punto di vista di una donna, il che è ciò che distingue davvero il film dagli altri film dello stesso genere.

“Tutto ciò che ha coltivato come amante del cinema, come donna, ha cercato di decostruirlo per se stessa… per poter fornire una visione personale, ma anche dal punto di vista di una donna”, ha detto Blondeau. Yahoo Canada A proposito di lavorare con Shukri.

“È stato davvero interessante perché, anche durante le riprese, lei metteva sempre in discussione le sue reazioni. Sono le mie reazioni? O sono ciò che mi è stato detto per tutta la vita? Come attrice, per me poterne far parte quel pensiero costante e la possibilità di lasciarmi andare in quelle scene, sapendo esattamente cosa avremmo detto e come lo avremmo fatto, è stato fantastico.

Quanto a Shukri, in realtà era preoccupata che l’idea di questo film non raggiungesse il pubblico perché mancava del livello di tossicità a cui siamo abituati nei film con storie d’amore.

READ  L'attrice del remake di 'Carrie' muore a 28 anni - The Hollywood Reporter

“Ad un certo punto ricordo… ero così intenso [stressed] “Sull’idea che le persone non si identificassero con la storia, o la trovassero noiosa, perché non c’era quella dimensione di tossicità”, ha detto Shukri. “Perché siamo davvero abituati a vedere questo tipo di film, e pensiamo che la passione e la passione siano amore… confuso tra l’idea di amore e di tossicità.”

“È davvero evidente nel cinema, nel modo in cui parliamo dell’amore. Questa era una preoccupazione per me. Avevo paura che le persone non si identificassero con questa storia perché non era in alcun modo tossica.”

TORONTO, ONTARIO - 14 SETTEMBRE: (Da sinistra) Magali Libin Blondeau e Monia Choukri presenti

TORONTO, ONTARIO – 14 SETTEMBRE: (LR) Magali Libin Blondeau e Monia Choukri partecipano alla prima di “The Nature Of Love” durante il Toronto International Film Festival 2023 allo Scotiabank Theatre il 14 settembre 2023 a Toronto, Ontario. (Foto di Darren Eagles/Getty Images)

Mounia Shukri ha “terminato” dicendo che le donne “brutte” sono intelligenti

Questa è la terza volta che Blondeau e Shukri lavorano insieme, e la regista ha elogiato le capacità della sua star del cinema, oltre a evidenziare ciò che ha reso la Sophia di Blondeau particolarmente eccezionale.

“Ha un’ottima tecnica, ma… adoro il fatto che abbia questa bellezza e che sia così sensuale, quindi in una storia d’amore volevo qualcuno che potesse essere molto appassionato nella scena, ma anche [be] “Cervello”, disse Shukri.

“Odio questa cosa del cinema, è un archetipo del tipo, se una donna è brutta è intelligente e viceversa. Con quello abbiamo finito.”

Blondeau ha aggiunto che conoscere bene Shukri ha permesso loro di entrare in “aree intime” tra loro, “senza provare alcun pericolo”.

READ  Risultati del concorso di veto nell'undicesima settimana - Grande Fratello Network

Blondeau ha spiegato: “Mona ha scritto un personaggio bello e complesso come lo vedono le donne, ma i personaggi spesso seguono una mente”. “Sofia va in così tante direzioni e, come attrice, è stato sorprendente che abbia coinvolto tutti questi diversi lati di me.”

“Tra l’umorismo e poi con sua madre, è diventata più una bambina, poi una donna, un’intellettuale e una professoressa, in un modo molto sottile e semplice. Ma mi fidavo molto di lei.”

Incastonato nello splendido paesaggio del Quebec, Shukri trasmette passione, amore e umorismo La natura dell’amore In un modo che riflette veramente le donne adulte multidimensionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *