Il calciatore italiano Ponzio, squalificato per 18 mesi per un caso di doping, salterà le Olimpiadi di Parigi

Il calciatore italiano Ponzio, squalificato per 18 mesi per un caso di doping, salterà le Olimpiadi di Parigi

MILANO (AP) – Il lanciatore di peso italiano di origine americana Nick Ponzio è stato sospeso per 18 mesi dall’agenzia antidoping italiana martedì per violazioni dei test antidroga, escludendolo dal torneo del prossimo anno. Olimpiadi di Parigi.

Ponzio ha raggiunto un accordo con le autorità antidoping dopo che per tre volte non è stato trovato per i test campione.

Secondo quanto riportato dai media italiani, Ponzio ha affermato che non era colpa sua e che c’era un problema tecnico nell’app sul suo telefono che gli impediva di ricevere le notifiche.

Il divieto imposto da Bonzio proseguirà fino al 27 agosto, così come era iniziato lo scorso febbraio. I Giochi Olimpici si terranno dal 26 luglio all’11 agosto.

Ponzio, che è nato a San Diego ma si qualifica Italia Poiché il suo bisnonno era italiano, partecipò alle Olimpiadi di Tokyo ma non superò il turno di qualificazione.

L’anno scorso è arrivato quarto agli Europei.

Il 28enne Ponzio è il secondo atleta italiano a essere squalificato in meno di una settimana dopo l’ostacolista. Ahmed Abdelwahed Giovedì, l’Atletica Integrity Unit ha imposto un divieto massimo di quattro anni.

READ  Turista olandese annegato in vacanza con la sua famiglia in Italia

La squadra italiana di atletica leggera ha avuto una prestazione eccezionale a Tokyo, vincendo cinque medaglie d’oro tra cui una vittoria a sorpresa per Marcel Jacobs ai Campionati del mondo di atletica leggera. 100 metri.

___

Copertura sportiva AP dall’Europa: https://apnews.com/hub/sports-europe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *