Tutto questo per disputarsi in Italia i contendenti al FIA Cross Car Academy Trophy

Tutto questo per disputarsi in Italia i contendenti al FIA Cross Car Academy Trophy

  • I contendenti al titolo Emilian Allart e Diego Gonzalez Martinez guidano la competizione nelle prove libere
  • L’impressionante Amalie Zhidkova e il nuovo arrivato Marcos Martinelli portano la rete a 12
  • Le prime gare di manche vinte da Gonzalez Martinez e Jordan Genten

Il penultimo round della FIA Cross Car Academy Cup 2023 è iniziato oggi alla Maggiora Off-Road Arena, a un’ora da Milano. In condizioni che vanno dal sole autunnale alla pioggia torrenziale, i 12 piloti che gareggiavano nella loro flotta di auto identiche LifeLive TN5 hanno dato vita ad uno spettacolo di grande intrattenimento per il numeroso e riconoscente pubblico italiano.

Vetrina ideale per i giovani talenti che aspirano a una carriera nel rally, nel rallycross o nell’autocross, la Cross Car Academy Cup è destinata agli organismi sportivi nazionali per promuovere i loro giovani talenti sulla scena internazionale.

La serie è gestita e diretta dal team LifeLive ed è alla sua terza stagione, con i precedenti campioni Gil Membrado (2021) numerati, in seguito il pilota più giovane mai firmato per il programma di sviluppo dei piloti di rally della Red Bull e una stella nascente nella Cross Car aperta concorrenza. Questa stagione è Miguel Gayoso Vasquez (2022).

In cima alla classifica arrivando al Maggiora, il secondo anno belga Emilien Allart ha visto il suo vantaggio di inizio stagione ridursi durante l’estate a causa della crescente forma di Diego Gonzalez Martinez. Dopo il vincitore del round precedente a Prerov, Martinez punta a diventare il terzo spagnolo a vincere la Cross Car Academy Cup – e si capisce che lui e Alarte avevano ragione fin dalla prima sessione di prove libere.

READ  Gli italiani che lavorano nel settore culturale denunciano il blocco dell'epidemia | Notizie dall'Italia

In lizza per il titolo di quest’anno ci sono anche i belgi Jordan Genten e Lucas Cartel, insieme all’italiano Matteo Bernini, che ha cercato di sfruttare il suo vantaggio in casa fin dall’inizio del fine settimana.

Ad aumentare il potenziale per un fine settimana interessante è stato il ritmo di Amali Zhidkova, il cui debutto nella serie Prerov ha prodotto il tipo di ritmo necessario per lottare per il podio. Tornata a Maggiora, Amalie ha tenuto il passo dei concorrenti più veloci fin dall’inizio della prima sessione di prove libere.

Il suo esempio di debutto nella Cross Car Academy Cup è stato seguito da vicino dal giovane italiano Marcos Martinelli che ha imparato le regole dimostrando molto talento e si è rivelato l’italiano più veloce al termine delle sessioni di prove libere.

Dopo il completamento delle tre sessioni di prove libere, la griglia per la prima coppia di qualifiche è stata fissata con Gonzalez Martinez in pole position accanto ad Allart e al collega pilota belga Marius Dubuisson nel primo incontro ruota a ruota, con la seconda fila della griglia occupata con il giovane argentino Juan Manuel Griguera, l’italiano Alexander Karim Mancusi e il monegasco Thomas Brigliasco.

Alla prima curva si è assistito ad una lotta per la posizione da cui Debuisson ha rimbalzato nell’ordine gerarchico, lasciando Allart con Gonzalez Martinez che lo inseguiva mentre si allontanavano dal resto del gruppo. Lo spagnolo alla fine ha resistito alla pressione del leader del campionato per conquistare la pole position, con Brigliasco straordinariamente dietro ai primi.

La seconda manche ha visto Kartell conquistare la pole position davanti a Genten e Zhidkova, con il nuovo arrivato Martinelli in seconda fila davanti a Bernini e al tedesco Brian Neumayer, che aveva recentemente conquistato il titolo del Campionato Nazionale ADAC Cross Car.

READ  Ministro degli Esteri italiano: L'Italia non ha ottenuto i risultati attesi dall'accordo cinese sulla Belt and Road

È stato Genten ad atterrare in campo all’inizio, seguendo la sua corsa immacolata fuori dalla traiettoria con una certa abilità molto determinata, prendendo notevolmente più aria sui salti e una traiettoria più ampia e fluida per controllare la sua potenza e finire la giornata più velocemente mai.

Cartell è arrivato secondo in qualifica, con Zedkova scesa al quinto mentre la battaglia tra Martinelli e Bernini per essere il miglior italiano si è conclusa rispettivamente con il terzo e il quarto posto.

“È stata una bella giornata”, ha detto Gonzalez Martinez dopo la sua vittoria. “Non ero soddisfatto delle impostazioni durante il warm-up, ma abbiamo lavorato sulla vettura e ho trovato equilibrio e ritmo attraverso le prove”.

L’evento proseguirà con altri due turni di qualificazione domenica mattina con gli ultimi due piloti eliminati prima dell’evento finale.

“È bello vedere più piloti questo fine settimana, rende tutto più divertente”, ha detto Allart. “Naturalmente, come pilota, vuoi vincere ogni round, ma sto pensando al campionato e non voglio perdere punti spingendo troppo e troppo presto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *