“Stagnazione demografica”: gli statistici prevedono che il tasso di natalità in Italia diminuirà drasticamente a causa dell’epidemia di Corona

“Recessione demografica”
Gli statistici prevedono che il tasso di natalità in Italia diminuirà drasticamente a causa dell’epidemia di Corona

Secondo le previsioni, il tasso di natalità in Italia quest’anno scenderà ai minimi storici a causa del Coronavirus.

Il capo dell’agenzia di statistica, Gian Carlo Blangiardo, ha affermato martedì che “il clima di paura e incertezza oltre che di difficoltà finanziarie” potrebbe significare che nel 2020 nasceranno in Italia solo 408mila bambini. Lo scorso anno si sono registrate 420mila nascite, il tasso più basso da 150. Anni.

L’autorità ipotizza anche un’ulteriore riduzione nel prossimo anno: solo 393.000 bambini potrebbero nascere nel 2021. Blangiardo ha parlato di “stagnazione demografica” dal 2015 “senza precedenti nella storia italiana”. Le eccezioni furono gli anni dal 1917 al 1918 con la prima guerra mondiale e gli effetti drammatici dell’influenza spagnola.

Fontana di Trevi a Roma

(Foto: immagini imago / Pacific Press Agency)

L’agenzia ha avvertito che la crisi si aggiunge alle “disuguaglianze esistenti nel mercato del lavoro”. Per questo le donne e i giovani sono particolarmente colpiti economicamente dall’epidemia: la crisi ha perso l’80 per cento dei posti di lavoro creati dalle donne dalla crisi finanziaria del 2008. Tra febbraio e settembre 2020, il tasso di occupazione delle donne è diminuito di 1,9 punti percentuali, mentre è diminuito di 1,1 punti percentuali solo per gli uomini .

READ  Glattahar Keeler dona 10.000 euro all'Associazione per i bambini con oncologia e leucemia E a Mainz

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *