Sei Nazioni 2024: Ethan Roots e Fraser Dingwall faranno il loro debutto con l'Inghilterra contro l'Italia

Sei Nazioni 2024: Ethan Roots e Fraser Dingwall faranno il loro debutto con l'Inghilterra contro l'Italia
Ethan Roots dell'Exeter (a sinistra) e Fraser Dingwall del Northampton (a destra) vinceranno entrambi la loro prima presenza nell'apertura delle Sei Nazioni dell'Inghilterra con l'Italia
posto: Stadio Olimpico, Roma data: Sabato 3 febbraio Di partenza: 14:15 GMT
copertura: Ascolta su BBC Radio 5 Sports Extra; Testo in diretta e highlights post partita sul sito web e sull'app BBC Sport; Guarda in diretta su ITV1

Ethan Roots e Fraser Dingwall faranno il loro debutto con l'Inghilterra contro l'Italia a Roma sabato nel fine settimana di apertura delle Sei Nazioni.

Dingwall, 24 anni, è stato nominato centro interno insieme al rientrante Henry Slade e Roots partirà dal lato cieco.

L'esperto George Ford guiderà l'attacco dell'Inghilterra da metà campo.

Il Ct dell'Inghilterra Steve Borthwick ha anche nominato in panchina il trio non internazionale Chandler Cunningham South, Finn Smith ed Emmanuel Faye Wabuso.

Il periodo da capitano di Hooker Jamie George inizierà alla Roma, mentre Tommy Freeman sarà premiato per la sua forma impressionante nel portare i Northampton Saints in cima alla classifica della Premier League con una posizione da titolare sulla fascia.

“Dopo una settimana di ottima preparazione a Girona, non vediamo l'ora di affrontare la sfida di affrontare l'Italia a Roma”, ha detto Borthwick.

“Gli Azzurri sono una squadra pericolosa, con alcuni portatori di palla talentuosi e giocatori a cui piace trovare spazi.

“Dovremo prendere buone decisioni, mantenere la nostra disciplina e mantenere un livello di intensità nella nostra prestazione dal primo fischio all’ultimo”.

Parlando dell'inclusione di cinque giocatori senza limiti nel turno 23, Borthwick ha aggiunto: “Vincere la prima presenza nel tuo paese è sempre un'occasione molto speciale.

“Siamo lieti dei nuovi giocatori che hanno lavorato tutti incredibilmente duramente per essere selezionati nel Gruppo 23 per affrontare l'Italia. So che sabato sarà un momento di grande orgoglio per i giocatori e le loro famiglie.

READ  Recensione: Tutto Italia in Italia a EPCOT serve ottime porzioni e pasti divertenti

“Il mio messaggio per loro questa settimana è di essere se stessi, cogliere le opportunità e giocare con i punti di forza e le abilità che hanno meritato la loro selezione in una forte squadra delle Sei Nazioni”.

Gonzalo Quesada, il nuovo allenatore degli Azzurri, ha nominato la sua prima squadra da quando ha sostituito Kieran Crawley.

Luke Federico Rosa è pronto a conquistare la sua 50esima presenza, mentre i fratelli Garbisi – il mediano d'apertura Paolo e il mediano di mischia Alessandro – fanno la loro prima partita da titolari insieme in un Test match.

Il Flanker Michel Lamaro è l'unico capitano a mantenere il ruolo del Sei Nazioni dello scorso anno, mentre Tommaso Minoncello torna in squadra in posizione interna dopo aver saltato la Coppa del Mondo per infortunio.

L'Italia ha vinto il cucchiaio di legno l'anno scorso e non ha mai battuto l'Inghilterra, ma l'ex centrocampista argentino Quesada afferma che i suoi giocatori si sono adattati rapidamente all'introduzione delle sue “nuove metodologie”.

I nuovi volti della nuova era dell'Inghilterra

Cinque partite potrebbero essere giocate per la prima volta in Inghilterra, nella Città Eterna. Questo numero è stato superato solo una volta, quando sette giocatori hanno fatto il loro debutto in nazionale contro la Scozia nel 2012.

È un chiaro segno di una nuova era.

Courtney Laws, Mako Vunipola, Ben Youngs e Jonny May si sono ritirati dalla nazionale, mentre diversi giocatori che esercitano il loro mestiere all'estero non sono idonei per la selezione, e l'ex capitano Owen Farrell si sta prendendo una pausa dal Test rugby e si trasferirà in Francia alla fine del l'anno. il capitolo.

READ  "Non sembrava pronto." Stefano Pioli reagisce dopo il fallo fatale nella partita della Roma

C'è ancora molta esperienza sotto forma di George, il vice-capitano Ford, il giocatore veterano Joe Marler, Luke-Maro Itoje e l'ala Elliot Daly.

Ma sono supportati da un mix di giovani talenti. Dingwall ha partecipato a 10 precedenti campi dell'Inghilterra e alla fine si è guadagnato una presenza con Farrell e Manu Tuilagi fuori, mentre Roots, 26 anni, nato in Nuova Zelanda, si è fatto strada nella squadra dopo un'impressionante campagna con l'Exeter Chiefs.

Borthwick ha selezionato giocatori in buona forma e il 21enne Finn Smith sta costruendo la sua impressionante carriera al Northampton con un posto in panchina.

Anche il talentuoso Feyi-Waboso, 21 anni, è tra i sostituti, insieme al potente giocatore ventenne del Cunningham-South, portatore di palla.

Formazioni

Italia: Ora; Capuzzo, Brix, Minoncello, Ioane; F Garbesi, Garbesi; Fischetti, Lucchesi, Ceccarelli, N. Cannone, Rosa, Negri, Lamaro (capitano), L. Cannone.

Sostituzioni: Nicotera, Spagnolo, Zielucci, Zambonen, Iacizzi, Zuliani, Varni, Bani

Inghilterra: steward; Freeman, Slade, Dingwall, Daly; Ford Mitchell. Marler, George (Capitano), Stuart, Itoje, Chisum, Roots, Underhill, Earl.

Sostituzioni: Dunn, Genji, Cole, Coles, Cunningham South, Kerr, F. Smith, V. Waboso

Gruppo di lettori

Lunedì avevamo chiesto che l'Inghilterra partisse titolare contro l'Italia.

In attacco, Ellis Genge e Ben Curry sono diversi dalla formazione titolare di Borthwick, con Smith e Fei-Wabusu dietro gli unici altri cambiamenti.

Smith (42,71%) ha battuto Ford (40,13%) per la maglia numero 10. Il capitano George (92,91%) ha ricevuto il maggior numero di voti per iniziare, seguito da Itoje (78,05%) e Freddie Steward (71,41%).

I lettori iniziano Inghilterra XV: steward; Freeman, Slade, Dingwall, Vei-Waboso; Smith Mitchell. Genge, George (Capitano), Stuart, Itoje, Chisum, B. Carey, Underhill, Earl.

READ  I DOC / Moldavi che vanno alle urne in Italia devono avere un modulo di autocertificazione - Ziarul de Garda

Tramite il banner della BBCTramite piè di pagina della BBC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *