Rugby a sei nazioni | In questo giorno: Dominguez protagonista con l’Italia che festeggia con stile

Il 5 febbraio 2000 ha segnato l’inizio di una nuova era di competizione storica quando le Cinque Nazioni sono diventate un Sei, l’Italia è entrata a far parte del Gruppo quinquennale rappresentato da Inghilterra, Scozia, Irlanda, Galles e Francia.

Il primo incarico degli Azzurri è stata una partita in casa contro la Scozia, dopo aver vinto il torneo nel 1999 e cercando di iniziare una difesa del titolo di successo con una vittoria sui nuovi arrivati.

Ma ispirata dal mezzo volo di Diego Dominguez e portata da una folla chiassosa da Roma, l’Italia ha registrato uno dei più grandi shock nella storia del torneo e ha mostrato ai suoi rivali dell’emisfero settentrionale che non dovrebbe essere presa alla leggera.

La Scozia inizia a dondolare

I segni sinistri di un eroe in difesa erano presenti quasi dall’inizio nella capitale italiana.

Dopo che Kenny Logan ha sbagliato due rigori iniziali, il capitano in visita John Leslie ha dovuto lasciare il campo a causa di un infortunio al 12 ‘.

La Scozia ha sbloccato la situazione con un gol caduto da Gregor Townsend, ora allenatore del suo paese, ma i padroni di casa hanno risposto e sono andati avanti con un rigore di Dominguez.

Gli ospiti hanno avuto un colpo di fortuna accidentale al primo tentativo della partita, con Gordon Bullock che dribbla i pilastri dopo che la palla è caduta in avanti dalla scarpa di Gordon Metcalfe, e Logan ha abbassato il segno nel pomeriggio con una leggera deviazione.

L’Italia e Dominguez, che ha approfittato della scarsa disciplina scozzese, sono tornati a segnare altri due rigori e assicurarsi che la sua squadra segnava 12-10 nel primo tempo.

READ  O-lineman italiano, proiezioni protesiche e altre notizie sugli arieti da sapere

Deadly Doming fa la differenza

Il mercuriale numero 10 italiano ha rilanciato ulteriormente il suo gioco dopo la pausa per togliere la partita agli ospiti colpiti dai proiettili.

Il gol della caduta da 35 metri è stato presto seguito da un altro gol da una distanza di 10 metri indietro per aumentare il vantaggio a otto, che avrebbe potuto essere ridotto a cinque punti – ma il duro pomeriggio di Logan è continuato poiché ha mancato un quarto tentativo di rigore consecutivo .

Smith nomina la giovane nazionale italiana per affrontare la Francia

Dominguez ha mostrato come è stato fatto con altri due tiri di successo dal tee, ha colpito un calcio di rigore da Townsend quando il mediano di volo ha assunto il compito di calciare, e ha segnato un notevole terzo drop goal un’indimenticabile tripletta 10 minuti prima del gioco.

Se c’era una cosa che ti mancava per la Giornata dell’Italia, era un tentativo: un passo avanti per Giampiero Di Carli.

Gregor Townsend e Carlo Chikinato

L’oggetto è stato giocato fino a tardi per decorare la torta per i padroni di casa, i cui tifosi allo Stadio Flaminio si stavano godendo ogni momento della loro fantastica prima partita di rugby.

Dopo l’inevitabile inversione di tendenza di Dominguez, che ha portato i suoi singoli pomeridiani a 29 punti, Martin Leslie ha inviato un cross per un’offerta di consolazione che ha fatto poco per smorzare l’atmosfera di festa a Roma.

Azuri dimostra l’errore della critica

La vittoria per 34-20 dell’Italia rimane una delle migliori partite di apertura del fine settimana nella storia dei tornei, sia che si tratti di cinque o sei paesi.

READ  Gli Stati Uniti hanno scioccato l'Italia preparando la partita del Montenegro nella Lega mondiale di pallanuoto maschile

L’allenatore Brad Johnston è stato comprensibilmente soddisfatto dell’offerta della sua squadra e ha elogiato i suoi giocatori per averli costretti a costringere coloro che avevano dubitato della decisione di promuovere l’Italia al torneo a mangiarsi le loro parole.

Ha detto: “Pensavo avremmo vinto una partita, sarebbe perché tutti si aspettano che siamo inutili”.

Smith: Il torneo 2021 è un nuovo inizio per l’Italia

L’opinione in Gran Bretagna ha persino messo in dubbio se l’Italia dovesse essere nella competizione. Mi dispiace per gli scozzesi perché hanno dovuto affrontarci prima.

“Abbiamo lavorato sulle nostre basi; la mischia, la seconda fase di strappare, attaccare e difendere. È come gettare le basi per una casa prima di costruire muri”.

Che si tratti di un talentuoso mezzo volo – Paolo Garbisi sulle orme di Dominguez – o del fatto che siano in casa al primo turno, ci sono alcuni parallelismi tra le Azzorre per trarre speranza da un confronto con la Francia questo fine settimana.

Alle 16:00 di sabato, i fan italiani sperano di poter aggiungere un trionfo alla loro lista di somiglianze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *