Il Kazakistan sta assistendo a fiorenti rapporti commerciali e di investimento con l’Italia

Il Kazakistan sta assistendo a fiorenti rapporti commerciali e di investimento con l’Italia

L’Ambasciata del Kazakhstan in Italia comunica che il 26 aprile si è tenuto a Milano il Kazakhstan-Italian Business Forum, incentrato sulle relazioni commerciali e di investimento tra i due Paesi.

Credito immagine: gov.kz.

L’ambasciatore del Kazakistan in Italia, Yerbulat Simbayev, ha dichiarato che l’Italia è il principale partner commerciale del Kazakistan in Europa e il terzo nel mondo, osservando che la cooperazione tra i due Paesi è costruita sulla base del Trattato di partenariato strategico.

Simbayev ha parlato dei progetti di investimento entrati in vigore, tra cui l’assemblaggio di macchine agricole Deutz-Fahr, marchio che Agromash Holding KZ intende lanciare insieme alla holding italiana SDF Group.

Ha aggiunto: “Una joint venture, PetrolValves Kazakhstan, costituita dall’italiana PetrolValves, che si occupa della produzione e manutenzione di valvole, e la società kazaka Merlion Development Group, ha lanciato quest’anno un impianto di produzione di valvole”.

Secondo il presidente del Kazakistan Invest Mirjan Yusupov, l’Italia rimane il terzo partner commerciale del Kazakistan dopo Russia e Cina, con una quota di oltre l’11,1% del volume totale del commercio estero.

“Oggi, più di 260 società con partecipazione di capitale italiana operano con successo nel Paese, il che indica l’elevata fiducia delle imprese italiane in Kazakistan”, ha affermato.

Ciro Macchio, Presidente della Commissione Giustizia della Camera dei Deputati italiana, ha osservato che il Kazakistan è un importante partner commerciale ed economico dell’Italia. Ha osservato che entrambe le parti hanno tutte le opportunità per espandere la cooperazione bilaterale.

Durante il forum, Kazpost e l’azienda italiana NEOS hanno firmato un memorandum d’intesa sulla cooperazione nello sviluppo del commercio elettronico.

A margine del forum, il vicepresidente senior di Baiterek National Managing Holding Norbulat Aidabelov ha affermato che la Kazakhstan Agricultural Credit Corporation ha fornito prestiti per un valore di 725 milioni di euro ($ 801,5 milioni), mentre KazAgroFinance ha noleggiato 6.806 unità di attrezzature per un valore di 353 milioni di euro ($ 390,2 milioni) . dollaro).

READ  L'Union Berlino ha ingaggiato dalla Juventus la leggenda italiana Leonardo Bonucci

“Più della metà delle attrezzature mobili è stata prodotta in Kazakistan. Più di 88.000 produttori agricoli sono consumatori di filiali della holding. Il prestito medio è di 54.000 euro ($ 59.698).”

Nel corso degli anni di collaborazione tra Baiterek Holding e aziende italiane dal 2008, 29 milioni di euro (32 milioni di dollari) sono stati utilizzati per acquistare piantine di mele, macchinari agricoli e attrezzature importate dall’Italia.

Aidapkelov ha identificato le aree del settore agricolo attraenti per il finanziamento per gli investitori italiani. Includono la produzione di carne di pollame, la lavorazione della carne bovina, lo zucchero, il formaggio, la produzione di formaggio, la piscicoltura, i meleti, i caseifici, i campi da ingrasso, gli allevatori, le serre, la lavorazione delle colture e l’irrigazione.

Il complesso agroindustriale del Kazakistan è uno dei settori più attraenti per gli investimenti, con le sue ricche risorse territoriali e la posizione geografica favorevole, che consentono ai produttori agricoli italiani di entrare nei mercati in rapida crescita della Cina, dell’Unione economica eurasiatica e degli Stati del Golfo. .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *