Santeria: un pub di Belfast è stato costretto a cambiare marchio dopo aver “arruffato le piume” in Italia

Santeria: un pub di Belfast è stato costretto a cambiare marchio dopo aver “arruffato le piume” in Italia

Santeria ha cambiato nome

Un famoso pub nel centro di Belfast è stato costretto a cambiare nome in onore di “ruffled Feathers” in Italia.

Santria Belfast, con sede a Fountain Street, ha annunciato venerdì il rebranding come Orisha.

Il personale del bar, che si trova in una delle zone più densamente popolate della città, ha affermato di aver notato l'anno scorso un “riconoscimento internazionale” indesiderato da parte dell'Italia e di essere stato quindi costretto a cambiare nome a seguito di un avviso di cessazione.

“Innanzitutto, grazie a tutti coloro che sono venuti a trovarci e hanno bevuto qualcosa con noi da quando abbiamo aperto nel 2019. Lo apprezziamo davvero – e ovviamente, non preoccupatevi, non andremo da nessuna parte”, ha detto il pub. social media, insieme a un video. Che mostra l'animazione di una lettera di cessazione e desistenza.

“L'anno scorso i nostri bar e cocktail sembrano aver ottenuto un riconoscimento internazionale. Sfortunatamente a Milano, in Italia, Santria Belfast sembra aver arruffato alcune piume… semplicemente non sono riusciti a ottenerlo.

“In cambio, i loro affascinanti avvocati ci hanno inviato un cortese ordine di cessazione e desistenza (ci hanno dato una pizza nella loro mente) riguardo all’uso del nostro nome.

“Non posso mentire… all'inizio abbiamo riso, poi abbiamo bevuto un po' e ci siamo arrabbiati un po' (forse un po' tristi). Poi alla fine ho deciso di accettarlo e festeggiarlo – perché è quello che facciamo – in più costava meno.”

“In ogni caso è sicuramente il nome di un bar. In tutta serietà, ci mancherà, ma siamo pronti ad andare avanti. Quindi andiamo!! Orisha Belfast.”

Non è noto quale istituzione italiana abbia contestato il sito di Belfast.

READ  RICORDA CANADA: la pedivella della bicicletta Shimano è stata rimossa a causa del rischio di incidente

Ma questa non è la prima volta che un’azienda nordirlandese deve cambiare marchio.

Nel 2021, il marchio di moda e articoli per la casa Zara, che ha un negozio a Belfast, ha contestato il marchio Zara Ceramics dell'artista Zara McLaughlin, con sede a Ballymoney, sostenendo che era troppo strettamente legato al suo braccio di articoli per la casa Zara Home.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *