Home / Campobasso / Progetto scuola Notte, e le indagini geologiche?

Progetto scuola Notte, e le indagini geologiche?

Scuola Notte di Campobasso, in via Sant’Antonio Abate, un progetto da bloccare. Rientra nell’ambito del progetto di riqualificazione urbana pensata dal Comune anni fa. Un intervento finanziario di oltre due milioni di euro per la sola ristrutturazione. Di pari, per la scuola di Mascione, stessa metratura, l’impegno di spesa è di un milione di euro e una scuola antisismica. Come è possibile? Ma i problemi non terminano qua. La scuola Notte è situata in un posto infelice. Un lato è direttamente sulla roccia della collina Monforte e un altro sulla carreggiata stradale. Può essere questo edificio una scuola sicura? Come può l’edificio stesso essere destinato ad attività con il rischio di distacco dei massi? Salvo, che qualcuno non assicuri che nessun masso si distaccherà mai dalla collina. Ma la storia non termina qui. Nel progetto di riqualificazione della scuola Notte, non vi è nessuno studio o analisi riguardante la verifica della vulnerabilità sismica prevista dalla legge nelle zone sismiche 1 e 2 nelle quali cade la città di Campobasso. Ed è possibile affrontare una nuova progettazione in assenza di studi geologici? Chi si assume la responsabilità dell’assenza di queste indagini necessarie? Allora, la nuova amministrazione farebbe bene a rivedere, da subito, quanto già posto in essere proprio per evitare la perdita dei fondi non avendo quella idea posta a richiesta di finanziamento nessun aggancio con le normative antisismiche e dei lavori pubblici.

Di admin

Potrebbe Interessarti

Unilever va via, ma qualcuno ha pensato a garantire servizi alle imprese?

Oggi tutti pronti a stracciarsi le vesti alla notizia che il gruppo Unilever potrebbe spostare …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *