Più vaccinazioni, fare i conti con ‘errori storici’ tra le priorità per il 2022: Trudeau

Il primo ministro Justin Trudeau ha affermato venerdì che affrontare gli “errori storici” del Canada, oltre a potenziare gli sforzi di vaccinazione, rimangono due delle principali priorità del paese dal 2021 al 2022.

Nella sua dichiarazione di fine anno, Trudeau ha affermato che i canadesi dovranno continuare a lavorare insieme per porre fine alla pandemia.

“So che l’enorme forza, determinazione e compassione che abbiamo visto nelle nostre comunità nell’ultimo anno continueranno a ispirarci e guidarci nel nuovo anno”, ha affermato.

Il paese ha anche affrontato il suo passato dopo che tombe e luoghi di sepoltura non identificati sono stati trovati vicino a ex scuole residenziali.

“Si sono riaperte ferite profonde”

A maggio, è stato annunciato che il radar che penetra nel terreno in un ex sito scolastico a Tk’emlups te Secwepemc Nation a Kamloops, nella Columbia Britannica, aveva scoperto quelli che si ritiene siano i resti di 215 bambini. La stessa tecnologia è stata utilizzata in altre parti del paese per trovare tombe senza nome.

“Quest’anno è stato particolarmente difficile per le popolazioni indigene del Canada: profonde ferite si sono riaperte mentre ci confrontavamo con la dura realtà del nostro passato e la sua continua tragica eredità”, ha affermato. “Dobbiamo continuare a dire queste verità, sostenere un processo di guarigione che porti alla riconciliazione e lavorare insieme per eliminare le sofferenze che soffrono molte popolazioni indigene”.

Ha detto che i canadesi hanno anche affrontato gli effetti del cambiamento climatico, con ondate di calore, incendi e inondazioni storiche che distruggono comunità e autostrade.

Una donna e dei bambini bloccati dall’innalzamento delle acque a causa di un’inondazione vengono salvati da un volontario che gestisce una barca ad Abbotsford, nella Columbia Britannica, il 16 novembre. (Daryl Dick/The Canadian Press)

La Columbia Britannica ha spesso sopportato il peso del clima quest’anno, inclusa un’ondata di caldo che ha ucciso quasi 600 persone nel territorio a giugno. Un incendio boschivo ha distrutto gran parte del villaggio di Lytton e le inondazioni di novembre hanno costretto migliaia di persone a fuggire dalle loro case nella parte meridionale della contea.

“Sulla base delle dure lezioni degli ultimi due anni, porremo fine alla lotta contro questa pandemia e ricostruiremo un Canada più forte, più giusto e più equo”, ha affermato Trudeau.

READ  Comandante dell'aeronautica canadese sollevato dall'incarico in Kuwait dopo le accuse di commenti inappropriati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *