Pensi di conoscere Orione? Trova 6 bersagli meno conosciuti in Hunter

Pensi di conoscere Orione?  Trova 6 bersagli meno conosciuti in Hunter

Orione è una delle costellazioni più famose del cielo notturno ed è una grande area del cielo da cui avvistare oggetti del cielo profondo come la Nebulosa di Orione o la Nebulosa Testa di Cavallo.

Conosciamo tutti i migliori oggetti del cielo profondo di Orione, come il suo famoso ammasso stellare del Trapezio, la gigante rossa Betelgeuse e la Cintura di Orione.

Ma se questi obiettivi saranno esauriti quest’inverno, potresti aver bisogno di alcuni oggetti del cielo profondo meno conosciuti da trovare a Orione.

In questo breve tour del cielo profondo, daremo uno sguardo ad alcuni degli oggetti meno conosciuti nella parte orientale di Orione, lontani dal fascino e dallo spettacolo della Cintura di Orione.

Per assistenza nell'individuazione di ciascun target, scarica il nostro sito Carta stellare meno conosciuta degli obiettivi di Orione (PDF)

6 oggetti del cielo profondo meno conosciuti in Orione

NGC2141

Credito: Günter Kirchhuber/CCDGuide.com

L'ammasso aperto NGC 2141 è tutt'altro che brillante come potrebbe essere! È facile da trovare partendo da Betelgeuse (Alpha (α) Orionis). Da qui dirigiti a 2,8 gradi nord-est per individuare MAG. 4.1 Mu(∝) Orionis. NGC 2141 si trova 0,8 gradi a nord e leggermente a est di questa stella.

Ha una magnitudine ottica integrata di 9,4 e occupa un'area di circa 10 minuti d'arco. Un telescopio da 150 mm lo mostrerà, ma solo come un bagliore sfocato. Le stelle rimangono non identificate fino a un'apertura di circa 300 mm, quando diventano visibili piccoli granelli di stelle.

NGC2112

NGC 2112 (LRGB) di Dan Crowson, Missouri, USA.  Equipaggiamento: SBIG ST-8300M, Astro-Tech AT90EDT.
NGC 2112 (LRGB) di Dan Crowson, Missouri, USA.

Il nostro prossimo obiettivo rientra in una categoria simile a NGC 2141. Ritorna a Betelgeuse e dirigiti a soli 7,1 gradi sud per raggiungere la galassia. 8.4 Ammasso aperto NGC 2112 Questo è più facile da vedere rispetto al nostro obiettivo precedente, un bagliore nebuloso situato nella regione dei 7 minuti d'arco attraverso la gamma di 150 mm. Alcuni membri possono essere sciolti e c'è una rivista dal colore arancione più brillante. 10.4 Una stella è visibile a nord-ovest del centro dell'ammasso.

READ  La pioggia di meteoriti delle Quadrantidi illumina il primo fine settimana del 2021

Nell'intervallo di 250 mm, il numero di membri risolti aumenta fino a superare i 30 e i confini dei gruppi appaiono circa due volte più grandi a circa 12 minuti d'arco. Il telescopio da 300 mm mostra qui circa 40 stelle, con la regione centrale che appare ben definita.

NGC2071

M78 e NGC 2071 Mike Reid, Corsley Heath, Wiltshire, 20-30 gennaio 2022 Equipaggiamento: fotocamera QHY268M, rifrattore Sky-Watcher Esprit 100ED, montatura Sky-Watcher EQ6-R Pro
M78 e NGC 2071 di Mike Reed, Corsley Heath, Wiltshire

Orione è generalmente visto non come un'esposizione di deboli ammassi, ma di nebulose straordinariamente dettagliate come i due oggetti successivi. Hanno il vantaggio di essere molto vicini tra loro, anche se questa vicinanza a volte crea confusione su chi sia cosa. Inizieremo con NGC 2071, la più settentrionale delle due. Questa è la nebulosa a riflessione 1,7° a ovest di NGC 2112.

Brilla con una dimensione integrata attorno al caricatore. 8.0, ma questa luce si diffonde su un'area di 7 x 5 minuti d'arco provocando una diminuzione della luminosità superficiale. Può essere visto entro 150 mm come un debole bagliore attorno al caricatore. 10,1 stelle. La banda da 300 mm mostra il bagliore spostato a sud di questa stella.

M78

M78 - Nebulosa di Bob Franke, Chino Valley, Arizona, USA.  Attrezzatura: 12,5" RCOS Ritchie-Chretien, Paramount ME, SBIG STL11000M, Astrodon LRGB
M78 di Bob Franke, Chino Valley, Arizona, Stati Uniti.

Come accennato, la nebulosa a riflessione NGC 2071 viene comunemente confusa con la nebulosa a riflessione M78, più facile da vedere, che si trova 17 minuti d'arco a sud-ovest di NGC 2071. M78 è più facile da vedere con telescopi più piccoli ed è più facile da trovare attraverso la galassia di Orione. Cintura. Basta ruotare la linea di cintura di 90° in senso antiorario attorno alla stella orientale Alnitac (Zeta (ζ) Orionis).

L'estremità libera ruota nella posizione M78. La fascia da 150 mm presenta una svasatura ellittica delle dimensioni di circa 6 x 4 minuti d'arco. Due stelle che si fondono appaiono all'interno del bagliore, creando un effetto giustamente descritto come simile ai fari di un'auto visti attraverso la nebbia. Strumenti più grandi producono una ricchezza di dettagli fini dentro e intorno a quest'area.

READ  Gli scienziati affermano che il mondo nascosto "Pianeta Nove" ai margini del nostro sistema solare potrebbe in realtà essere qualcos'altro

NGC 2024

NGC2024 Nebulosa Fiamma di Mark Griffiths, Swindon, Wiltshire, Regno Unito.  Equipaggiamento: Celestron C11 SCT, montatura Skywatcher NEQ6 Pro, fotocamera autoregolante Canon Eos 1100d, filtro a clip Astronomik CLS CCD.
NGC2024 Nebulosa Fiamma di Mark Griffiths, Swindon, Wiltshire, Regno Unito.

È davvero facile trovare il nostro prossimo obiettivo ma molto difficile vederlo. NGC 2024, conosciuta anche come Nebulosa Fiamma, è una grande regione nebulare che copre un volume di 30 x 30 minuti d'arco ma è sommersa dalla luce Mag. 1.8 Alnitak (Zeta (ζ) Orionis) è molto vicino.

Un telescopio da 150 mm mostra due parti della nebulosa, separate l'una dall'altra da un corridoio buio. Questo corridoio è largo circa 3 minuti d'arco e lungo 10 minuti d'arco, ed è più distinto all'estremità meridionale. Con una maggiore apertura e cieli sereni, potrebbe essere possibile creare ulteriori diramazioni nel corridoio buio principale, creando un effetto simile alle venature di una foglia o ad una fiamma tremolante.

Sharpless 2-276

Cintura, spada e anello di Graeme Coates, Standlake, Witney, Regno Unito.  Equipaggiamento: Canon 350d modificata, filtro Baader, obiettivo Canon 85mm EF, filtro DAS P2, Losmandy GM-8.
The Barnard Episode di Graeme Coates, Standlake, Witney, Regno Unito.

Il nostro obiettivo finale è un grande obiettivo. L'Anello di Barnard è una nebulosa a emissione che appare come un anello gigante di circa 10 gradi di diametro. È otticamente debole ma può essere catturato con un telescopio da 100 mm con l'aiuto di un filtro beta di idrogeno. La parte orientale è la più luminosa, soprattutto l'arco di 3,5° nord-nordest della catena. Utilizzare un oculare a bassissima potenza e attendere 20 minuti per un corretto adattamento al buio.

Inizia guardando l'area tra la mag. +4,9 51 e +4,8 56 Orione. Se vedi un debole bagliore qui, prenditi il ​​tuo tempo e usa la visione distolta per seguirlo il più da vicino possibile. Un cannocchiale ampio come il Dobson è l'ideale per catturare quest'area: basta mantenere bassa la potenza!

Sei riuscito a rintracciare tutti gli obiettivi meno conosciuti di Orion presenti nella nostra lista? Fatecelo sapere inviando un'e-mail a [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *