Minneapolis paga 27 milioni di dollari alla famiglia di George Floyd per risolvere una causa civile

Minneapolis ha accettato venerdì di pagare 27 milioni di dollari per risolvere una causa civile della famiglia George Floyd per la morte dell’uomo nero sotto custodia di polizia, anche se la selezione della giuria continua nel processo per l’omicidio di un ex ufficiale.

I membri del Consiglio si sono incontrati separatamente per discutere l’accordo, quindi sono tornati in plenaria per votare all’unanimità a sostegno dell’enorme compenso. Ha facilmente superato i 20 milioni di dollari che la città ha approvato due anni fa per la famiglia di una donna bianca uccisa da un agente di polizia.

La morte di Floyd è stata annunciata il 25 maggio dopo che l’ex agente di polizia Derek Chauvin, che è bianco, ha premuto il ginocchio contro il collo di Floyd per nove minuti. L’omicidio di Floyd ha scatenato proteste a Minneapolis e oltre e ha portato alla responsabilità nazionale per la giustizia razziale.

L’avvocato della famiglia di Floyd, Ben Crump, lo ha descritto come il più grande accordo preliminare di una rivendicazione per i diritti civili di sempre e ha ringraziato i leader della città per “aver mostrato il tuo interesse per George Floyd”.

“Sarà un lungo viaggio verso la giustizia”, ​​ha detto Kramp. “Questo è solo un passo nel viaggio verso la giustizia”. “Questo dimostra che George Floyd merita di meglio di quello che abbiamo visto il 25 maggio 2020, che la vita di George Floyd è importante, e quindi, le vite dei neri contano”.

L’avvocato della famiglia Floyd, Ben Cramp, al centro, partecipa a una conferenza stampa insieme a Floyd’s Floyd, a destra, e Rodney Floyd. (Stephen Maturin / Getty Images)

“Anche se mio fratello non è qui, è qui con me nel mio cuore”, ha detto Philonis Floyd. “Se posso riportarlo indietro, riprenderò tutto indietro.”

Chris Stewart, un altro avvocato che ha lavorato con la famiglia, ha detto che la dimensione della transazione “altera le valutazioni ei diritti civili di una persona di colore alla sua morte”.

“E quello che succede è che questo si trasforma in decisioni nelle comunità di tutto il paese. Quando c’è un consiglio comunale o un sindaco che decide, ‘Oh, dobbiamo sbarazzarci degli ordini di non sciopero, dobbiamo ottenere sbarazzarsi delle restrizioni di soffocamento, vogliamo cambiare queste politiche? Adesso hanno 27 milioni di motivi per cui dovrebbero farlo. Questo fa sì che le decisioni avvengano. Questo renderà possibile la responsabilità. “

L’insediamento include $ 500.000 per il quartiere meridionale di Minneapolis che include un incrocio che è stato bloccato da tramezzi, enormi sculture di metallo e murales in onore di Floyd dalla sua morte. La città non ha detto immediatamente come sarebbero stati spesi i soldi.

Il consiglio comunale offre le condoglianze

Il consigliere comunale Lisa Bandar ha soffocato mentre parlava a una conferenza stampa sull’accordo, dicendo che sapeva che non c’era “nessuna somma di denaro” che potesse riportare indietro Floyd.

“Voglio solo che tu sappia quanto siamo profondi con te”, ha detto alla famiglia Floyd.

La famiglia Floyd ha intentato una causa federale per i diritti civili a luglio contro la città, e Chauvin e altri tre ufficiali accusati della sua morte sono stati licenziati. Ha affermato che gli ufficiali hanno violato i diritti di Floyd quando lo hanno trattenuto e che la città ha permesso a una cultura di forza eccessiva, razzismo e impunità di fiorire nelle forze di polizia.

Nel 2019, Minneapolis ha accettato di pagare 20 milioni di dollari alla famiglia di Justin Rossek Damond per risolvere la causa per i diritti civili della sua famiglia. Damond, una donna disarmata che è stata colpita da un agente dopo aver chiamato i servizi di emergenza sanitaria per denunciare di aver sentito un potenziale crimine accadere dietro la sua casa, era bianca.

La causa federale richiedeva danni non specificati e danni specifici per un importo determinato dalla giuria. Ha anche cercato di nominare una guardia del tribunale per garantire che la città avrebbe addestrato e supervisionato adeguatamente gli ufficiali in futuro.

Impatto su un processo per omicidio?

Non è stato immediatamente chiaro come l’accordo avrebbe influenzato il processo o la giuria ora seduta per ascoltarlo. L’accordo è un modo per “contribuire a plasmare la forma della giustizia” piuttosto che aspettare il risultato di un sistema legale di cui molti neri non si fidano, ha detto Crump.

“L’unica cosa che sappiamo dei neri … è che non vi è alcuna garanzia che un agente di polizia sarà condannato per aver ingiustamente ucciso una persona di colore nel nostro paese”, ha detto Crump. “Questo è ciò che la storia ci ha insegnato.”

Stewart ha detto che la causa civile “non ha nulla a che fare” con il processo. Ha detto: “La giustizia non sta davvero aspettando”. “Succede quando succede e sta accadendo oggi”.

Guarda | L’avvocato della famiglia discute del processo imminente:

Benjamin Kramp ha detto a Susan Ormiston della CBC che se l’ufficiale coinvolto nell’omicidio di George Floyd non fosse stato dichiarato colpevole, sarebbe stato “uno dei peggiori errori di giustizia” nella storia degli Stati Uniti. 1:59

Ted Sampsall-Jones, esperto di diritto penale presso la Mitchell Hamlin School of Law di St. Paul, Minnesota, ha detto che l’accordo porta ulteriore pubblicità preliminare “dannosa per la difesa” e potrebbe indurre alcuni giurati a credere che la colpa sia stata effettivamente stabilita.

“Ma questo non dovrebbe in ultima analisi influenzare il procedimento penale”, ha detto Sampsil-Jones. “C’era davvero molta pubblicità prima del processo – un po ‘negativa per l’accusa, un po’ negativa per la difesa. Tutto quello che possiamo fare è sperare che la giuria seguirà le istruzioni del giudice Cahill e deciderà il caso basandosi solo sulle prove presentate al processo. . “

Kramp e altri alla conferenza stampa hanno chiesto che le proteste durante il processo di Chauven siano pacifiche. Minneapolis è in allerta per potenziali violenze se Chauvin viene assolto, con barriere di cemento, recinzione e filo spinato che circondano l’aula e la Guardia Nazionale già mobilitata.

La selezione della giuria continua

Nel frattempo, un altro potenziale giurato è stato licenziato venerdì dopo aver ammesso di avere una visione negativa di Chauvin.

La donna, una neolaureata, ha detto di aver visto un video di un passante che arresta Floyd e di aver letto attentamente la copertura giornalistica del caso. In risposta a un questionario della giuria, ha detto che aveva una visione “un po ‘negativa” di Chauvin e che credeva che avesse messo il ginocchio sul collo di Floyd per molto tempo.

“Ho potuto vedere solo una parte del video, e da quello che ho visto … non mi ha fatto una buona impressione.” Ha detto di non aver guardato l’intero video perché “non posso più guardarlo”.

La donna ha ripetutamente affermato di poter mettere da parte le sue opinioni e decidere il caso sulla base dei fatti, ma l’avvocato di Chauvin, Eric Nelson, ha comunque utilizzato una delle sue quindici sfide per licenziarla.

Con la giuria selezionata al suo quarto giorno, erano sedute sei persone: cinque uomini e una donna. Tre dei seduti sono bianchi, uno è multirazziale, uno è di origine ispanica e l’altro è nero, secondo Cahill.

Tre settimane sono dedicate alla selezione della giuria, con le dichiarazioni di apertura che dovrebbero iniziare entro e non oltre il 29 marzo.

Il rapido licenziamento di venerdì ha fatto eco alle precedenti opinioni di altri sul caso, per ragioni simili. Giovedì, una donna è stata licenziata dopo aver detto che “non può vedere il video” a Chauvin commentando Floyd.

La giuria ha premuto per potenziali pregiudizi

Nelson fece pressioni sulla donna sul fatto che potesse essere giusta nonostante le sue opinioni forti.

“Guardando il tuo cuore e guardando nella tua mente, puoi assicurarci che puoi mettere tutto da parte, tutto questo, e concentrarti solo sulle prove presentate in quest’aula di tribunale?” Ha chiesto Nelson.

Lei ha risposto: “Posso assicurarti, ma come hai detto prima, il video costituirà una parte importante delle prove e non c’è alcun cambiamento nella mia opinione su questo.”

Le identità dei potenziali giurati sono protette e non vengono mostrate in un video live del procedimento.

Chauvin e altri tre ufficiali sono stati licenziati. Gli altri affrontano il processo di Augusto per favoreggiamento. Gli avvocati non hanno detto se Chauvin testimonierà in sua difesa.

Ascolta | Inizia il processo per omicidio di George Floyd:

Torcia frontale29:31Inizia il processo per omicidio di George Floyd

Questa settimana, la giuria viene selezionata per uno dei casi giudiziari più attentamente esaminati nella storia recente: l’omicidio premeditato di secondo grado e l’omicidio colposo dell’ex ufficiale di polizia di Minneapolis Derek Chauvin nella morte di George Floyd. L’omicidio di Floyd ha scatenato un massiccio movimento di protesta internazionale per la giustizia razziale. Oggi, Susan Ormiston, corrispondente senior della CBC, ci porta a Minneapolis per ascoltare le opinioni delle persone presenti mentre si preparano per questo processo. 29:31

READ  Emergenza "aura di emergenza" in ogni paese uno per uno, colpendo persone senza una storia di viaggio tra il Giappone e la Corea del Sud

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *